Caldaia a fiamma assiale

Ti presento un modello di caldaia a legna a gassificazione e combustione a fiamma assiale. Si tratta della caldaia EcoBiovent serie SLC.

Caldaia Ecobiovent serie Slc

Descrizione

Questa caldaia, come riportato nei cataloghi illustrativi, soddisfa le norme EN303-5 in merito alle emissioni gassose, rispondendo quindi alle normative in vigore nei paesi di lingua tedesca.

Qui sotto trovi la tabella che ho trovato su www.ambienteediritto.it in merito alle Emissioni gassose alla quale i generatori di calore a combustibili solidi devono attenersi per rientrare nella norma En 303-5.

Tabella emissioni gassose norma EN 303-5

Il produttore dichiara per questa caldaia un rendimento superiore del 90%. Le parti costituenti il corpo caldaia sono realizzate con una speciale lega d'acciaio che ha permesso la riduzione dello spessore delle pareti a 5 mm e di conseguenza ha permesso la riduzione del suo peso, senza comprometterne la resistenza e la durata.

Tutte le parti che durante la combustione entrano in contatto con la fiamma sono realizzate in materiale refrattario ad alta densità al fine di poter sopportare le altissime temperature (>1100°C) che si sviluppano e che potrebbero andare ad intaccare chimicamente e strutturalmente le superfici metalliche. I benefici derivanti dall'utilizzo di questi materiali sono molteplici, a cominciare da una consistente riduzione nel tempo degli interventi di manutenzione per arrivare a un valore del rischio di fermo macchina prossimo allo zero.

Uno spaccato della caldaia:

Spaccato della caldaia Biovent SLC 200

1 Sportello vano carico combustibile. Comoda apertura dall'alto per un più facile caricamento dei ciocchi di legna.
2 Elemento biodinamico per una maggiore durata della combustione e recupero del calore latente
3 Dispositivo di pulizia semi automatico degli scambiatori di calore verticali
4 Sportello di carico con dispositivo di chiusura
5 Quadro di comando a display digitale con visualizzazione su 4 righe. Avvisi ottici sullo stato del funzionamento
6 Unità elettronica di comando a microprocessore Lambda Logik) per un controllo continuo ed efficiente della combustione
7 Cassetto raccogli cenere
8 Gruppo di aspirazione con ventola di tiraggio con automatismo di pre riscaldo
9 Isolamento della caldaia con forti spessori
10 Presa d'aria primaria e secondaria pre riscaldata


Principali caratteristiche

  • Caldaia a legna con gassificazione a fiamma assiale
  • Dimensione ciocchi di legna 50cm.
  • Regolazione della combustione gestita tramite sonda lambda
  • Rendimento certificato della combustione oltre il 90%
  • Elevata affidabilità e sicurezza d'esercizio
  • Scambiatori a piastra verticale
  • Turbolatori integrati per la pulizia dall'esterno degli scambiatori
  • Camera di combustione in materiale refrattario resistente alle alte temperature
  • Grande vano di carico per un lungo ciclo di combustione
  • Sportello di carico del combustibile posto superiormente
  • Sportello di pulizia degli scambiatori posto posteriormente e di facile accesso
  • Ridotta manutenzione ordinaria (asportazione cenere 1 o 2 volte a settimana)
    • gestione caldaia secondaria o d'emergenza
    • gestione acqua sanitaria
    • gestione pannelli solari
    • gestione automatica con valvole miscelatrici elettrificate di 1-2-3-4 circuiti indipendenti di riscaldamento
    • regolazione climatica degli impianti con sonda esterna

La caldaia aperta

La Biovent SLC aperta


Aluni particolari della caldaia

La Biovent - Lo sportello di pulizia La Biovent - Lo sportello di pulizia
Lo sportello laterale per la pulizia e lo sportello frontale di ispezione


La Biovent - La leva del turbolatoreLa Biovent - Vista camera del turbolatore
La leva del turbolatore sinistra e a destra la camera del turbolatore. Il turbolatore serve a ridurre il tiraggio, in modo da rallentare la velocità di uscita dei fumi e, come dice il nome, a creare turbolenza per migliorare lo scambio termico fumi-caldaia e aumentare il rendimento della caldaia. E' un accessorio consigliabile per le caldaie a basse emissioni di ceneri come in questo caso e in alcuni casi possono avere anche caratteristiche fono-assorbenti.


La Biovent vista posteriore La Biovent - Particolare del turbolatore
La vista posteriore con uscita fumi e a destra il particolare del turbolatore.


La Biovent - La parte alta della seconda camera di combustione La Biovent - Il passaggio dalla prima alla seconda camera di combustione
La parte alta della seconda camera di combustione e a destra il passaggio dalla prima alla seconda camera di combustione


La Biovent - fondo del vano di carico e camera di prima combustione La Biovent vista pulizia del turbolatore
Il fondo del vano di carico e camera di prima combustione, a sinistra. A destra: vista pulizia del turbolatore


Maggiori informazioni sulla caldaia e le sue caratteristiche tecniche le puoi chiedere contattando Giancarlo Avataneo all'indirizzo email: ecotribe2005æyahoo·it, oppure collegandoti ai siti web www.ecotribe.it e www.caldaiealegna.it