Home page
Cerca nel sito
Ricerca specializzata
Mappa sito

Abbandono: un fuoco che si spegne

Le aziende
Link utili
Domande
Interviste

New Forum

Archivio messaggi
Regolamento Forum

Bibliografia

Mercatino New
Fiere e mostre
I restauratori

Chi siamo
Lettere

Archivio articoli






Commenti recenti:



Energia gratuita dal motore ad aria calda Stirling



01.09.06

Il motore ad aria calda o motore Stirling è una macchina ecologica che riesce a trasformare l'energia termica in energia meccanica o energia elettrica tramite una dinamo, oppure sfruttando l'energia gratuita del sole. Te lo segnalo perché le possibili applicazioni sono tante e può essere una valida alternativa ai pannelli solari fotovoltaici.

Il suo principio di funzionamento è interessante, perché è possibile ricavare energia dal sole sfruttando il suo calore. Alla Base del principio di funzionamento del motore di Stirling c'è la differenza di temperatura tra due superfici: una calda e una fredda.

In questo sito: digilander.libero.it/digitalrino/motore%20Stirling.htm , è possibile osservare un motore di Stirling che sfrutta l'energia solare per funzionare. Collegandogli un generatore di corrente, un alternatore o una dinamo puoi ottenere corrente elettrica, gratuitamente e senza grossi sforzi.

Qui ci sono alcuni video di modellini trovati su Google Video che ti fanno vedere il motore di Stirling in funzione. Basta prendere un bicchiere d'acqua, scaldarlo nel forno a microonde (per generare una differenza di temperatura) e metterci sopra il motore e lui incomincia a funzionare. Sullo stesso principio puoi concentrare la radiazione solare su una delle due superfici che si scalderà di più rispetto all'altra superficie, generando una differenza di temperatura che mette in moto il motore.

Con questo motore, opportunamente dimensionato e progettato, puoi sfruttare il calore di una stufa o di un camino per produrre corrente elettrica mentre ti stai scaldando, posizionandolo su una piastra in ghisa calda di una stufa a legna o di un termosifone, per esempio. Il motore Stirling sfrutta la combustione esterna, come quella del sole, non fa fumo, non inquina ed è silenzioso.

Video amatoriali sul funzionamento del motore Stirling:

Questo video ti fa vedere il motore Stirling azionato dal sole tramite uno specchio parabolico per concentrare i raggi del sole su una delle superfici del motore:

Se ne vuoi sapere di più su questo interessante motore, in rete trovi molto materiale e link:

Di Staff Fuocoelegna del 01.09.06 23:00





Commenti

Bello! Però, che tipo di rendimento "reale" possono avere questo tipo di motori?

Inviato da: Paolo il 24.09.06 09:18

Ciao Paolo, se ti interessa il rendimento del motore Stirling, qui:
http://home.germany.net/101-276996/etatherm.htm trovi uno studio approfondito in inglese, dove si vede che il rendimento dipende da molti fattori tra i quali il gas che viene usato per muovere il pistone, la differenza di temperatura e il volume del gas.

Inviato da: Piero il 26.09.06 00:50

ma come fare x convertire il calore di una caldaietta in freddo?e' possibile utilizzando il principio stirling in modo diretto?(senza cioe' convertire il calore in energia elettrica x dare tensione a un gruppo frigo....)

Inviato da: lorebg il 13.10.06 20:57

mi sembra un metodo, antico, ma rivoluzionario per produrre energia. Poiché sto commissionando la progettazione di un opificio per il quale avrei un fabbisogno di 100/150 kw, sarei estremamente interessato a conoscere aziende in grado di fornre ed impiantare motori stirling alimentati da fonti di calore naturali(pellets) e da pannelli solari(acqua calda)per la produzione sia di energia elettrica che di acqua calda. Vi sarò estremamente grato per tutte le informazioni che potrete mandarmi. Enzo.

Inviato da: enzo tofani il 03.11.06 11:31

Vorrei sapere il nome di aziende che vendono questo tipo di motore ( stirling che generi tensione elettrica da 4/500W ) per utilizzarli al posto di pannelli solari in posti dove non arrivi la corrente, nopi in modo particolare li installeremmo in posti del terzo mondo per pompe che prelevano acqua da pozzi.
Ciao Paolo.
La mia mail è paolo2zanga@tiscali .it

Inviato da: paolo2zanga il 26.07.07 16:00

molto igegnoso

Inviato da: ENNIO il 19.05.08 08:04

Mi chiamo Silvano e ho scritto un articolo promotore di stirling sul mio blog: http://blog.libero.it/bioenergy/
venite a trovarmi, se posso darvi qualche dritta lo faró volentieri. ciao a presto.

Inviato da: Silvano Enzo. il 17.08.08 15:04

ho calcolato che per soddisfare l'energia
equivalente a petrolio ed energia elettrica consumata
di tutti gli italiani ci vorrebbero 10 kw a
persona in pratica basterebbero 6 mila km2. per
dare energia a tutta l'Italia col fotovoltaico
a film sottile ed i costi sarebbero inferiori al
nucleare .
si possono usare il silicio oppure il tellurio di cadmio
ricordiamo che il cadmio è pericoloso per la salute
umana se viene utilizzato da solo ma accoppiato col tellurio
diventa innocuo .... avrei pensato di utilizzare una
sostanza organica ad esempio la nicotina + cadmio
e quindi nicotina di cadmio in sostituzione al tellurio elemento
chimico molto costoso per abbattere i prezzi è fare
l'arma vincente per il progetto emissione zero .

Inviato da: franz il 29.08.08 05:22

gli italiani consumano si e no solo circa
24 twh delle 324 twh in energia elettrica
per abitazione le rimanenti 300 sono consumati
dal terziario , agricoltura ed industria quindi
la lampadina a basso consumo non risolve la
terribile situazione degli alti consumi in Italia .
Se i nostri governanti avranno buon senso cercano di
fare risparmio energetico tra il terziario , agricoltura ed
industria : prima di tutto le ferrovie non debbono
essere tassate da ponti sullo stretto o dall'Alitalia
per il semplice motivo che se la crisi petrolifera
è un problema persistente gli italiani non sono ricchi
abbastanza da potersi permettere di viaggiare a prezzi
esorbitanti nè tanto meno le merci .
trovo invece giusto che si dia una sistemata alle ferrovie
per far viaggiare merci e persone con un minor consumo
energetico quindi non tanto la lampadina a basso consumo
ma ci vorrebbero ferrovie a minor consumo energetico .
con una sistemata alle ferrovie potremmo sperare la
realizzazione di treni a levitazione magnetica in grado
di dare le stesse prestazioni di velocità degli aerei .
per quanto riguarda l'agricoltura ad esempio in sicilia
si spendono enormi consumi di energia per la irrigazione
di piante che richiedono molta acqua mentre invece potrebbero
benissimo essere coltivate piante come ulivo vite o fico
d'india , ed allora il governo dovrebbe dare degli incentivi
a bravi imprenditori che ad esempio creano una industria della
mostarda che è un dolce fatto da fichi d'india incentiverebbe
la coltivazione di fico d'india .
infine per l'industria eliminiamo i rami secchi che sperperano
energia faccio un esempio diminuire le industrie che producono
azoto come fertilizzanti ed aumentare le tecniche diversificate
faccio un esempio coltivi le ulive ? a novembre ottobre pianta
le fave in cambio di mettere fertilizzanti , poi esistono nuove tecniche
che vanno dai lieviti ecc... quindi il governo dovrebbe dare incentivi
ad una maggiore distribuzione delle coltivazioni e degli allevamenti
per il semplice motivo che le fave prodotte da quel contadino siciliano
non vadino a finire negli allevamenti del veneto .

Inviato da: franz il 11.09.08 08:53

BLOG SCARSO.
E' UN BLOG DI NOTIZIE FRAMMENTARIE COPIATE QUA E LA.

Inviato da: ENZO il 08.12.08 15:35

Piero puoi cercare in giro in internet, il rendimento dipende molto dalla fase costruttiva ed assemblamento delle parti meccaniche; comunque intorno al 20% é facilmente raggiungibile mentre un'industria ,di cui non faccio il nome (cerca sul web), afferma di aver raggiunto il 42% di efficienza.
Usando gas come elio,o ancor meglio azoto, migliori l'efficienza...Il punto forte rimane il fatto di avere, seppur a bassi guadagni, energia termica convertita invece di "buttarla"(<-poco tecnico ma chiaro!)...Tanto d'inverno il riscaldamento lo devi pur accendere se fa freddo, o d'estate il sole batte ugualmente...
Ciao a tutti J

Inviato da: OnyRyu_Juan il 08.10.10 16:09
Scrivi un commento












Privacy: premendo il tasto "Invia" dichiari di aver letto l'informativa sulla privacy e confermi il tuo consenso alla pubblicazione e memorizzazione dei tuoi dati sul sito e ti assumi la totale responsabilità civile e penale di quanto pubblicato nel tuo messaggio o commento. Acconsento:









I proprietari di casa e il condominio link banner