Home page





Archivio articoli
Mappa sito
Cerca nel sito

Abbandono: un fuoco che si spegne

Le aziende
Link utili
Domande
Interviste

New Forum

Archivio messaggi
Regolamento Forum

Bibliografia

Mercatino New
Fiere e mostre
I restauratori

Chi siamo
Lettere


Scrivi allo Staff di fuocoelegna.it:
Indirizzo email


Staff fuoco e legna

Via Grazioli 10
I - 10076 Nole (To)


Scrivi al Webmaster

Aggiornata al
07 September 2006

Forum sul riscaldamento a legna
caminetti stufe e caldaie a legna e a pellets
Archivio

Cerca nel forum:
or and

Pagina:
  • Oggetto: materiali refrattari e ghisa di Oscar del 2003-06-23 16:11:07
    Messaggio: Sono intenzionato ad acquistare una stufa a legna, e dopo aver visitato diversi venditori, mi rimane una domanda a cui nessuno a saputo rispondere in maniera esauriente: che differenza c'e' tra interno in refrattario e interno in ghisa, ma sopratutto quali sono le differenze tra refrattari quali vermiculite, schamotte e skamolex?
    Sperando che qualcuno sia in grado di rispondermi, vi ringrazio sin da ora per la collaborazione.

  • Oggetto: riscaldamento rustico di Andrea del 2003-06-23 14:03:14
    Messaggio: Ciao,
    ho una casa in montagna che si estende in altezza..4 piani..Ad ora abbiamo una stufa a legna per scaldare il primo piano..
    secondo vuoi quale' il metodo piu' semplice per avere almeno un altro piano riscaldato..Grazie
    and_1966@hotmail.com

  • Oggetto: la legna...conviene ? di Iorio del 2003-06-23 02:06:23
    Messaggio: Ciao a tutti,qualche mese fà ho segnalato e lo rifaccio ora un'articolo su un settimanale di agricoltura dove si dimostrava la convenienza della legna o del pellet utilizzando caldaie di ultima generazione.Calcolando anche il tempo che si dedica alla caldaia si dimostra un risparmio del 50/60% rispetto al gasolio e circa un 20% rispetto al metano per alcune tipologie.Ricordo che il RENDIMENTO è il rapporto tra il calore trasmesso al fluido e il calore sviluppato dalla combustione,nell'articolo si parlava di caldaie (solo di caldaie) a fiamma inversa e di caldaie automatiche a pellet con un rendimento superiore all'80%.Per riscaldare la mia casa,per essere pratici,con l'impianto a gasolio mi servivano circa 2500 litri, con la termocucina ( modello tecnologicamente superato) mi servivano 70/80 q.li di legna e 500 litri di gasolio, con la caldaia a fiamma rovesciata (terzo inverno)non ho ancora superato i 60 q.li e mi basta un q.le di gasolio per riscaldare l'acqua in estate.

  • Oggetto: Altezza volta di Franco Esposito dal Sud Africa del 2003-06-22 18:19:09
    Messaggio: Vorrei cortesemente sapere l'altezza della bocca e della volta in un forno a legna da circa 160 cm.
    Grazie

  • Oggetto: Iva al 10% di Franco del 2003-06-21 15:39:21
    Messaggio: Salve, qualcuno sa per caso se i TERMO-CAMINETTI (Vulcano) sono da considerarsi "CALDAIE" e quindi "Beni significativi"?

    Grazie Mille.

    Franco.

  • Oggetto: convenienza camino o caldaia di mike del 2003-06-19 21:49:47
    Messaggio: Sto ristrutturando un appartamento e intendo installare un impianto a pannelli radianti pertanto prevedo di avere bassi costi di riscaldamento.
    Pensavo inoltre di installare un caminetto o stufa ad accumulo per integrare l'impianto di cui sopra nelle mezze stagioni.
    Secondo voi una spesa di 5/8 mila euro per una stufa/caminetto riuscirò mai ad ammortizzarlo premesso che di legna ne dispongo poca e in parte la dovrei comprare.
    Leggevo nel forum che i termocaminetti ad acqua ad alto rendimento non arrivano a competere con le moderne caldaie a gas.
    Cosa ne pensate? Il camino è solo uno sfizio o anche una forma di risparmio?

  • Oggetto: cosa si itnende per presa d'aria esterna di michele del 2003-06-16 12:42:30
    Messaggio: sto ristrutturando una casa e ho deciso di installare due camini paerti prefabbricati al posto di quelli vecchi.
    ho detto all'impresa di informarsi presso il rivenditore sulla presa d'aria esterna che il depliant consigliava.
    morale ... il camino è al centro di una parete di un muro contro terra e la presa d'aria è stata realizzata sulla parete a lato. Il problema è che io pensavo che fosse un tubo che prendeva l'aria da fuori correndo fino al camino e, invece, la presa d'aria realizzata consiste in un foro circolare, di diametro di 20 centimetri che hanno posizionato, fra l'altro, direttamente dietro al radiatore. questo vuole dire che il caldo del radiatore uscira tutto da questo foro.

    Ringraziandovi sin d'ora per la cortese disponibilità Vi pogo quindi queste domanda sperando possano essere utili anche ad altri utenti del forum
    1) PER PRESA D'ARIA SI INTENDE SOLO UN BUCO O E' NECESSARIO UN TUBO CHE COLLEGHI IL FORO AL CAMINO?
    2) IL TUBO DEVE AVERE LO STESSO DIAMETRO DEL FORO?
    3) sotto il pavimento c'è il vespaio. é possibile inserire il buco nel vespaio areato?
    • Lavoro superficiale di Bagnolini geom. Giulio del 2003-06-17 18:42:18
      1) Sicuramente l'impresa ha fatto il minimo indispensabile e nulla di più. In ogni caso se la presa d'aria fornisce ossigeno NELLA STESSA STANZA ove c'è il camino, e se le dimensioni sono ben proporzionate, il camino dal punto di vista della funzionalità non ha problemi.
      La cosa negativa è che da questo foro entrerà tantissima aria gelida che raffredderà tutta la parte della stanza lontana dal caminetto. IL fatto di essere posta dietro ad un radiatore (non si verifica come temi che il calore del radiatore esca dal foro a camino spento, o perlomeno si verifica in maniera inisignificante) non permetterà all'aria comunque di scaldarsi a sufficienza dato che la quantità che ne entra è di molti metri cubi all'ora.
      2) Se metti un tubo occorre che questo abbia la stessa sezione utile.
      3) Se il vespaio è ventilato costantemente allora si può tranquillamente ricorrere anche ad esso.

      http://www.fuocoelegna.it/bagnolini.php
      Bagnolini geom. Giulio
    • Re: cosa si itnende per presa d'aria esterna di michele del 2003-06-18 11:55:06
      grazie infinite ... cercherò di vedere se è possibile realizzare un sistema di chiusura di questa apertura

  • Oggetto: Pellet da biomassa agricola di Andriy del 2003-06-18 10:42:37
    Messaggio: Salve! Dove posso comprare Pellet da biomassa agricola? Grazie.

  • Oggetto: termocucina- termostufa. Conviene? di Pietro del 2003-06-16 19:47:11
    Messaggio: Salve

    vorrei installare una termocucina, o termostufa, ma non so se convenga o meno; non vorrei rischiare di spendere soldi per una cosa che poi funzioni poco e male.
    Per questo chiedo cpnsiglio a chi di voi ne ha una in casa.
    In modo particolare, vorrei sapere:

    1) quale marca (e modello) mi consigliate per un buon rapporto qualità prezzo?

    2) cosa ne pensate della "CALDEA" della jolly-mac?

    3) sapete dirmi il costo approssimativo della "caldea"?

    4) conviene usare il carbone al posto della legna o il carbone si consuma troppo in fretta?

    5) è vero che il carbone può "corrodere" le termocucine?

    6) si può abbinare una termostufa ad un'impianto di riscaldamento a pavimento o la sua gestione della temperatura dell'acqua di mandata non lo consente?

    scusate le mille domande ma dopo vari siti e persone consultate non ho ancora le idee chiare, anzi.
    Grazie in anticipo

    Pietro
    • Re: termocucina- termostufa. Conviene? di angelo del 2003-06-17 15:26:07
      tutti questi prodotti sono vantaggiosi da usare solo ed esclusivamente se la legna non la devi pagare. te lo sta dicendo uno che ha investito parecchi soldi per un termocamino ad acqua .Quello che conta per fare due conti e' quanto calore viene trasferito al fluido,(circa il 50%, il resto esce dalla canna fumaria) difficilmente viene pubblicizzato. Io spendo la stessa cifra andare a metano con caldaietta al 90% e termocamino ad acqua. Penso che la scelta debba essere fatta per passione del fuoco e della legna, non per convenienza.
      • Re: Re: termocucina- termostufa. Conviene? di IORIO del 2003-06-18 02:35:43
        Salve,se Angelo spende gli stessi soldi con il metano o con il termocamino col rendimento del 50% non risparmierebbe con la legna se avesse una resa del 80%?.Oggi ci sono impianti che superano la resa del 80%.
    • Re: termocucina- termostufa. Conviene? di Iorio del 2003-06-18 03:00:21
      Ciao,io la termocucina l'ho avuta per 10 anni con piena soddisfazione ora sono passato alla caldaia ad alto rendimento e ne sono contentissimo.Se non sei pratico di legna è meglio che valuti attentamente gli aspetti positivi e negativi prima di fare la spesa.Se la termocucina o termostufa ha un rendimento certificato molto alto è a mio parere conveniente devi però considerare la movimentazione della legna e la disponibilità di tempo per i carichi.Il carbone si usa solo se è previsto dal costruttore,se chi fà il lavoro è preparato e il modello di stufa è valido secondo me si può collegare qualsiasi impianto di riscaldamento.
      • Re: Re: termocucina- termostufa. Conviene? di angelo del 2003-06-18 08:50:16
        preciso che il mio termocamino è certificato all'86% come altri,ma quello che conta e che fa la differenza e che non fa quadrare i conti a mio avviso e parlando anche con un termotecnico è il rendimento al fluido.
        faccio notare che qualche azienda pubblicizza questo dato tranquillamente tra le righe.

  • Oggetto: ventola su camino gia esistente di andrea del 2003-06-16 17:27:01
    Messaggio: vorrei sapere se é possibile installare sul mio camino gia esistente una ventola per diffondere aria calda nella stanza senza dover fare grosse modifiche murarie, qualcosa da installare all'interno della cappa esempio che non si veda esternamente
    grazie
    • Re: ventola su camino gia esistente di Bagnolini geom. Giulio del 2003-06-17 18:46:46
      In commercio esistono dei prodotti consistenti in tubi di metallo (disposti a serpentina) che vanno posti sotto alle braci e dentro alle quali una piccola ventola soffia dell'aria che può poi essere mandata in altri ambienti.
      Sappi però che la cessione del calore è molto modesta e chi ha perfezionato l'acquisto rimane deluso e mette poi in soffitta il tutto.
      Con un camino aperto esistente non conviene tentare esperimenti. Se proprio si vuole è meglio piuttosto ricorrere a degli inserti che effettuano quanto tu richiedi, ma l'atmosfera della fiamma si perde quasi totalmente: in pratica si passa da un camino tradizionale ad una specie di stufa

      http://www.fuocoelegna.it/bagnolini.php
      Bagnolini geom. Giulio

<< Pagina precedente | Pagina successiva >>