Forum Fuoco e Legna

Cerca nel forum:
or and

Vai alla radice del thread

Vai al messaggio precedente

  • Oggetto: "Re: Re: Re: Re: stufa ad accumulo in pietra ollare" di Dario del 30/03/2017, 11:00
    Grazie mille per le informazioni per me preziosissime!!

  • Leggi il regolamento del forum. Il tuo indirizzo IP: 23.20.166.142 viene memorizzato, ma non visualizzato.

    Il tuo nome:
    La tua email:
    Verifica. Riscrivi email:
    Oggetto del messaggio:
    Il tuo messaggio:

    La password è 327973. Inserisci la prima e l'ultima cifra della password senza spazi nel codice di controllo!

    Codice di controllo:
    Con l'invio del messaggio dichiari di aver letto:

    Dichiari inoltre di accettare la pubblicazione del tuo messaggio sul sito e di assumerti ogni responsabilità civile e penale in merito al contenuto del messaggio. La tua email serve come verifica utente per poterti contattare in merito ai contenuti del tuo messaggio e non viene pubblicata. Se inserisci un tuo indirizzo email valido, ti viene spedita una email che ti autorizza a pubblicare il messaggio.

    Messaggi di risposta:

    Re: Re: Re: Re: Re: stufa ad accumulo in pietra ollare di Ciro del 02/04/2017, 19:47
    Ciao visto che avete approfondito fino alle differenze di MATERIALE accumulo, la "stufa ibrida in silicon carbide" sarebbe la migliore in assoluto, accumula più calore a parità di massa ed ha una cessione differente che favorisce maggiormente la migrazione del calore in tutte le stanze rispetto ai prodotti di massa tradizionali, esiste un apparato certificato persino al 93% di rendimento.
    • Re: Re: Re: Re: Re: Re: stufa ad accumulo in pietra ollare di Daniele.A del 06/04/2017, 23:34
      Premetto che nel suo genere la silico ceribe è una buona stufa; non voglio neanche discutere sul dato: rendimento92%, anche se in teoria un rendimento tale lo si può raggiungere , in pratica i funi in uscita sarebbero senza una temperatura sufficiente a far in modo che si crei tiraggio e la canna fumaria funzioni bene e senza dare problemi di condensa e catrame-creosoto. Ma veniamo al dunque: come ho detto e ripeto la migliore tipologia di riscaldamento, adatto in particolare alla costruzioni ben isolate, è quello ad irraggiamento che è simile a quello del sole non caldissimo ma molto diffuso come del resto il riscaldamento a pavimento cioè poco caldo ma grande superfice radiante, questo vale anche per le stufe a legna e quella che si avvicina di più al concetto è la classica kachelofen costruita sul posto: grande superfice di scambio con temperatura di lavoro non molto alta. Al contrario se la stufa è piccola e deve scaldarsi molto generando movimenti convettivi dellí aria movimento della polvere equivalente a bassa qualità di riscaldamento che è quello dichiarato dalla silico caribe. Per quanto riguarda il materiale, è vero che il carburo di silicio ha un potere di accumulo piu alto della pietra ollare ma come dicevo ha che un coefficiente di trasmissibilià termica più elevato. Questo tipo di materiale viene comunemente usato per la realizzazione delle stufe tradizionali con tecnica moderna e veloce però solo nella parte interna chiamata girofumi l resto della stufa chiamato rivestimento parecchio voluminoso è realizzato con altro materiale refrattario ad accumulo meno conduttivo ma di grande superfice vedi http://www.cerampiu.com/girofumi-modulare-in-durasic come del resto altre aziende tipo Brunner, Ortner, Brula, ecc. Saluti