Terapia del calore con la stufa in ceramica

Sull'argomento riguardo ai sistemi di riscaldamento la stufa in ceramica ha attualmente riacquistato il proprio valore, poiché da secoli la stufa in maiolica ha rappresentato la più importante sorgente di calore nell'ambito alpino ed era collocata al centro della casa. Solo negli anni '60 e '70, quando l'olio combustibile ed il gas hanno preso il posto dei tradizionali sistemi di riscaldamento, è sembrato che fosse tramontata l'epoca della stufa in maiolica.
Questo stato di cose è però cambiato rapidamente. A causa dello shock petrolifero si è fatto ricorso nuovamente al riscaldamento tradizionale con la stufa in maiolica che consentiva di svincolarsi dalla dipendenza dal petrolio e dal gas.
Disegno di cucina con stufa

Grazie ad un più elevato livello di vita ed a nuovi valori la stufa in ceramica è di nuovo al centro della casa. Non si tratta solamente di un accumulatore di calore, ma della realizzazione pratica di un antico sogno dell'umanità, un fuoco addomesticato alle proprie esigenze. La stufa in ceramica è espressione di una filosofia di vita individualista che ha in sé valori come il benessere e la naturalezza. L'uomo, esposto ad un ambiente molto aggressivo, ama il calore e la protezione, aspira a vivere in un luogo nel quale avere relax ed una comoda convivialità e in quest'ambito la stufa in ceramica offre i presupposti ideali per realizzare un'atmosfera accogliente.

La stufa in ceramica al centro della casa corrisponde alle cinque regole fondamentali dell'abitare in maniera confortevole:

  1. architettura/estetica;
  2. un clima ambientale sano e confortevole
  3. ecologia
  4. risparmio sui costi
  5. garanzia da un maestro fumista

1. Vantaggi architettonici della stufa in ceramica

La stufa in maiolica svolge oggi un ruolo importante nella definizione architettonica dell'abitazione e può adattarsi ad ogni ambiente, rustico o moderno, classico o all'avanguardia. Ricerche di mercato, condotte in Germania, Austria ed in Italia, hanno evidenziato che il 50% di coloro che scelgono la stufa in maiolica lo fa sulla base degli elementi stilistici che la caratterizzano. Le stufe in ceramica non sono solamente delle sorgenti di calore prefabbricate che si adattano all'ambiente oppure no; esse sono delle opere d'arte uniche, mai identiche le une alle altre che rispecchiano sempre il gusto e lo stile del proprietario della casa e del fumista che le installa.

La stufa in ceramica è composta, nel proprio nucleo, da una camera di combustione composta da mattoni refrattari, alla quale sono collegati i giri di fumo. Il blocco di refrattario viene riscaldato dalla combustione del legno grazie al fatto che i gas caldi scorrono attraverso i condotti fumari ed il calore viene ceduto al materiale refrattario; questo accumula il calore e lo irradia nell'ambiente circostante.

Con una combustione, che dura circa 45 minuti, e grazie alla sigillatura ermetica del locale di combustione, nel quale si conservano le braci, la stufa in ceramica può riscaldare un locale per oltre 20 ore.

La stufa in ceramica, dotata di uno spazio per la combustione costruito con mattoni refrattari, viene denominata anche stufa in ceramica tradizionale ed è il sistema di riscaldamento a legna in assoluto più comodo ed efficiente.

Oltre a questo tipo di stufa vi è anche la possibilità di costruire una stufa in ceramica ad aria calda. In questo caso nell'ambiente, oltre al calore radiante, viene ceduto in gran parte anche calore convettivo. Questo ha il vantaggio che l'ambiente si riscalda rapidamente ma anche lo svantaggio che vanno persi alcuni degli aspetti positivi della stufa in ceramica tradizionale piena. Questa stufa in ceramica ad aria calda è particolarmente adatta a una seconda casa, dove è importante un rapido riscaldamento degli ambienti (ad esempio solo in determinate ore della giornata). La stufa in ceramica ad aria calda offre anche la possibilità di avere una lastra di vetro apribile con la quale realizzare la combinazione di camino aperto e stufa in maiolica.
La stufa in ceramica viene consigliata oggi in maniera sempre più frequente anche dagli architetti di interni. Un segno questo di una tendenza importante verso una forma abitativa più confortevole.

2. Effetto fisiologico del calore radiante

L'uomo stesso è un essere che produce calore e lo libera costantemente nell'ambiente circostante, egli si trova quindi in un costante scambio termico con le condizioni ambientali che lo circondano. Per l'uomo questo scambio di calore è vitale, poiché egli assume quotidianamente una notevole quantità di energia attraverso il nutrimento e questa energia deve essere in qualche modo eliminata.
La cessione di calore avviene in diversi modi: radiazione, circa 42%, convezione, circa 30%, evaporazione, circa 20%, respirazione, circa 20%, conduzione, circa 3%. Un complesso meccanismo di regolazione sovrintende alla cessione di calore da parte dell'organismo. Quanto maggiore è la differenza di temperatura rispetto all'ambiente circostante, tanto maggiore sarà anche la cessione di calore. L'obiettivo di ogni forma di riscaldamento deve essere quello di realizzare condizioni ottimali per salute, benessere e comfort delle persone.

Il calore che viene ceduto dalla stufa in ceramica viene percepito come molto piacevole grazie alla sua elevata percentuale di radiazione. Il calore irradiato viene già considerato come la più sana sorgente di calore e può essere paragonato a quello solare. Il calore irradiato non riscalda solamente l'aria di un ambiente, bensì anche gli oggetti che si trovano in questo ambiente (ad esempio la parete, i mobili, ecc.). Questi oggetti restituiscono il calore all'aria che si trova nell'ambiente stesso.

L'irraggiamento della stufa in ceramica si colloca nell'ambito infrarosso e proprio questi raggi sono estremamente importanti per i processi fisiologici del corpo, poiché il sistema neurovegetativo reagisce in maniera sensibile alla loro presenza. Un clima ottimale creato dal calore radiante provoca, tra l'altro, una riduzione della frequenza del polso, della frequenza respiratoria e della pressione sanguigna arteriosa. I raggi hanno inoltre, a seconda della loro lunghezza d'onda, una diversa azione. La pelle assorbe la gran parte dell'energia calorica e dato che nella pelle circola circa il 25% della quantità del sangue esso trasporta il calore in tutte le parti del corpo. Sono decisive per un clima ambientale piacevole, da un lato la temperatura dell'aria, che deve essere inferiore rispetto alla temperatura del corpo, ma anche la temperatura delle pareti circostanti.

Il livello di benessere viene ottimizzato riducendo la differenza di temperatura tra aria e superfici circostanti. La temperatura ideale dell'aria di un ambiente si colloca all'incirca intorno ai 20°C ed a tale proposito la stufa in ceramica rappresenta il sistema di riscaldamento ideale, grazie ad una temperatura media che va dai circa 18° sino ai 22°C.
Oltre a ciò la stufa in ceramica riscalda l'ambiente in maniera uniforme e non produce, come avviene ad esempio nel caso del riscaldamento convettivo, zone con temperature diverse.

La radiazione della stufa in ceramica influenza anche la qualità dell'aria:

  • profumo piacevole;
  • non viene sollevata polvere
  • elevata umidità relativa dell'aria.

Al contrario del riscaldamento convettivo il riscaldamento radiante, creato dalla stufa in ceramica, provoca solo una ridotta velocità dell'aria e quindi non genera il conseguente sollevamento della polvere; la polvere tende ad aumentare il proprio volume quando viene in contatto con una superficie bollente che emana calore (a partire da circa 60°C) e quindi si formano dei gas che, unitamente alla polvere ed ai microrganismi, si depositano nelle alte vie respiratorie e provocano irritazioni.

Un ulteriore fattore decisivo per determinare il clima dell'ambiente è rappresentato dall'umidità dell'aria. L'umidità relativa dell'aria, che dipende in modo diretto dalla temperatura, indica in che misura l'aria é satura di umidità: l'aria calda assume più umidità dell'aria fredda.

L'umidità relativa dell'aria in un ambiente non dovrebbe mai scendere al di sotto del 30%. Con l'aumentare della temperatura dell'ambiente, aumenta la sensibilità dell'uomo a percepire l'umidità.
Una buona media di umidità viene raggiunta con il 40% - 60% mantenendo una temperatura attorno ai 20°C (una stufa raggiunge questi valori).

La temperatura dell'aria che si raggiunge con una stufa in ceramica é inferiore di ca. 6°C rispetto ad un sistema di riscaldamento a convezione; nonostante ciò l'umidità dell'aria é maggiore.

La seguente tabella mostra un confronto dei valori ideali consigliati in letteratura con il tipico valore che caratterizza la stufa in maiolica2.

Criterio Valori ideali Stufa in maiolica

  • Termico

Temperatura dell'ambiente 18-20° C 18- 20°C
Differenze di temperatura 1 – 2°C 2 – 4° C
Temperatura della parete 20 – 22°C 18 – 20° C
Umidità dell'aria 40 – 60% 40 – 60%
Movimento dell'aria inferiore a 0,1 m/s inferiore a 0,1 m/s

  • Qualità dell'aria

Turbolenza della polvere nessuno ridotto
Odore nessuno ridotto/piacevole
Ionizzazione come in natura come in natura
Brusio/rumore nessuno/piacevole piacevole per breve tempo

3. Vantaggi ecologici della stufa in ceramica in confronto ai combustibili fossili

Come si può notare da quanto sinora illustrato la stufa in ceramica registra dei valori ideali, sia nell'ambito del benessere termico che per quanto riguarda la qualità dell'aria. Oltre a ciò la stufa in ceramica rappresenta un sistema di riscaldamento ecologico che, se costruito sulla base delle regole tecniche d'interni ed utilizzando legna come combustibile, raggiunge dei valori di emissione molto bassi. Ogni produzione di energia grava sull'ambiente, bisogna vedere però quale danneggia in modo minore il nostro ambiente. Con una combustione ottimale di legna non aumenta la componente di anidride carbonica presente nell'aria e quindi non viene alimentato l'effetto serra, al contrario di quanto avviene nel caso di combustione di gas, gasolio o carbone. La combustione del legno ha inoltre i seguenti vantaggi:

  • Il legno è una fonte di energia che, contrariamente ai combustibili fossili, non tende ad esaurirsi, bensì si rigenera. Secondo le ultime rilevazioni delle autorità forestali in Europa ed in particolar modo nelle regioni dell'arco alpino il bosco ha registrato un forte aumento grazie ai progetti di riforestazione, cosicché non vi è da attendersi una distruzione del bosco legata all'utilizzo del legno per il riscaldamento. Al contrario, attualmente vi è a disposizione della legna da ardere a sufficienza e l'economia forestale è favorevole dell'uso di legna per riscaldamento.
  • I flussi finanziari derivanti dal pagamento del legno non vanno all'estero, bensì a favore dell'economia locale e creano posti di lavoro.
  • Il legno non ha bisogno di lunghi percorsi di trasporto, dannosi anche per l'ambiente, come avviene per i combustibili fossili (ad esempio i danni causati da torri di trivellazione, dagli oleodotti e dai disastri ambientali causati dal trasporto di combustibile, ecc.).
  • Con la combustione del legno non aumenta l'emissione di anidride carbonica. Il legno che marcisce nel bosco libera, con questo processo, la stessa quantità di anidride carbonica derivante dalla combustione nella stufa in maiolica (l'anidride carbonica rappresenta il ciclo neutrale della combustione del legno).

Riassumendo il combustibile legno, al contrario del metano e dell'olio combustibile, ha un più elevato livello di utilità complessiva con valori di emissione inferiori.

4. Vantaggi economici della stufa in ceramica

Un argomento importante a favore della stufa in ceramica è rappresentato indubbiamente dal vantaggio economico legato all'utilizzo di questo sistema di riscaldamento.
E' difficile effettuare una ricerca precisa riguardo ai tempi di ammortamento di una stufa in ceramica, poiché questi tempi dipendono dal fatto se la stufa in ceramica viene utilizzata come sistema di riscaldamento secondario o primario e con quale intensità é utilizzata la stufa stessa. Indipendentemente da questo tuttora la stufa in ceramica è un sistema di riscaldamento che consente di ottenere di risparmiare e di ammortizzare i costi d'investimento sicuramente nell'arco di pochi anni (mediamente 5 anni).

5. La garanzia del maestro fumista

Dal rendimento di una stufa in ceramica si riconosce la capacità di una maestro fumista, ma anche la diligenza di chi la usa. Perché, a parte il calore perso dal tiraggio, non si verificano altre perdite d'energia, se non per alimentazione non conforme e conseguente cattiva combustione..

Le stufe in ceramica non sono prodotti dozzinali. Ogni stufa deve essere adeguata tecnicamente, stilisticamente ed economicamente ad ogni situazione. Questo è il compito degli esperti, cioè dei maestri fumisti.
Un altro aspetto importante è il calcolo del fabbisogno termico, che determina le dimensioni e la costruzione interna della stufa in ceramica. Un maestro fumista progetterà la stufa in modo tale da raggiungere il massimo rendimento col minore impiego d'energia.
Anche per la creazione estetica (design della stufa in ceramica, smalto e mattonelle, ecc.) il maestro fumista è la persona più indicata a fornire suggerimenti determinanti per giungere ad una soluzione soddisfacente.

Ogni stufa in ceramica viene progettata e costruita solamente da una maestro fumista . Importante è verificare che l'artigiano scelto sia abilitato a costruire stufe in ceramica .

Alessandro Gaza
info@stufeecamini.com
www.stufeecamini.com