Come scaldarsi con il ghiaccio

Non ci avevi mai pensato che il ghiaccio può essere un buon "combustibile"? Ebbene noi di Fuoco e Legna ci abbiamo pensato e ti facciamo vedere come si può fare a sfruttare la sua energia. Non dimenticare che per fare diventare ghiaccio dell'acqua bisogna sottrargli calore e quindi occorre fornire energia per compiere questo lavoro, come avviene in un frigorifero-congelatore. Il ghiaccio è energia allo stato solido, come la legna o il carbone.

Utilizzando un motore Stirling, ti facciamo vedere come questo sfrutta l' "energia" di un blocchetto di ghiaccio per mettersi in moto e generare forza motrice attraverso la differenza di temperatura tra l'ambiente (più caldo) e la superficie (più fredda) a contatto con il blocchetto di ghiaccio.

Il video: Motore Stirling su ghiaccio

Link: Video Motore Stirling a ghiaccio su Google

Tra ghiaccio e superficie del motore abbiamo messo un tovagliolo di carta per evitare che il motore scivolasse via dalla superficie del blocchetto di ghiaccio durante il suo movimento.

Il motore sfrutta il principio della dilatazione termica dei gas secondo il principio di Carnot e relativo aumento di pressione, all'incontrario. In parole povere, quindi, un gas caldo aumenta di pressione e il suo volume si dilata (spingendo il pistone in alto) e quando si raffredda, diminuisce di pressione e il suo volume si restringe (richiamando il pistone verso il basso).

Come spiegato in un precedente articolo al posto del ghiaccio si può usare un oggetto caldo come "combustibile". La differenza nell'usare un corpo caldo o un corpo freddo rispetto alla temperatura dell'ambiente è che il movimento del rotore in un caso è in senso orario e nell'altro caso in senso antiorario.

L'importante è mantenere una certa differenza di temperature tra le due superfici del motore affinché il motore continui a generare forza motrice. Con il movimento, a lungo andare, le due superfici tendono a raggiungere la stessa temperatura e il motore tende a rallentare fino a fermarsi. Occore quindi togliere o fornire calore ad una delle due superfici perché il motore continui a generare forza motrice.

Collegando una dinamo al rotore del motore, puoi generare corrente elettrica che puoi a sua volta utilizzare per scaldarti tramite una stufetta.

Ai poli Nord e Sud di ghiaccio ce n'è ancora fino a quando l'effetto serra non lo scioglierà completamente.

Pensi che posizionando il motore Stirling sulla superficie ghiacciata del Polo Nord questo possa funzionare e generare forza motrice? Che ne dici di importare ghiaccio dai poli invece del petrolio?