Forum Fuoco e Legna

Cerca nel forum:
or and

Pagina:
  • Oggetto: inserto Jotul C 33 di matteo del 30/01/2007, 10:36
    Messaggio: Gentilissimi, ho una casa su tre piani, 320 metri cubi. Al piano terra ho un caminetto prefabbricato, che non vorrei distruggere, ho visto che un inserto jotul 33 entra perfettamente. Non ho intenzione di montare le bocchette di fuoriuscita caldo, ma vorrei che il caldo fuoriuscisse solo dalla fessura della struttura stessa del jotul. Monterei il gruppo ventole. Secondo voi questo camino con ventole ma senza bocchette, è in grado di scaldare la casa ? Grazie. Matteo

  • Oggetto: fumo caldaia a legna di Cendo del 30/01/2007, 01:05
    Messaggio: Salve; è la prima volta che vi scrivo. Ho una caldaia a legna per riscaldare la piccola abitazione dove abita mio nonno.Fu installata nel lontano 1987. la caldaia è posta in un fabbricato basso adiacente l'abitazione e la canna fumaria è alta circa 3metri.Quindi riconosco che non è alta; il fatto è che i vicini di casa lamentano che il fumo prodotto entra in casa(anche se il fumo dura 10-15 minuti poi diventa come inesistente), ma il motivo non è vero,poiché si vogliono vendicare di un abuso edilizio che loro stessi hanno commesso in passato e che noi abbiamo voluto(giustamente) regolarizzare, cosa possiamo fare?è venuto l'arpat,il tecnico....e dice che è a posto.ma loro hanno i certificati medici che attestano che tale fumo provoca loro disagio alla salute.Io sono disposto a mettere in regola tutto;ma non ad esser preso in giro.La canna fumaaria non può essere alzata per l'impatto ambientale...Ho un nonno d 83 anni.posso lasciarlo al freddo per degli imbecilli?? grazie.
    • Re: fumo caldaia a legna di Felice del 30/01/2007, 08:13
      Buongiorno sig Cendo ,penso che i suoi vicini abbiano pienamente RAGIONE, anchio non sarei disposto a sorbirmi i fumi per quindici minuti, se poi quel tecnico che le ha dato ragione asserendo che è tutto a posto andrei piano a definirlo TECNICO,saluti,Felice.
      info@casafelice.com

  • Oggetto: ma il sig. Felice???? di massimo del 29/01/2007, 11:31
    Messaggio: ma dove sarà finito forse nel laboratorio tecnologico
    delle prove e dei collaudi a escogitare altre idee x non farci utilizzare L'oilpellet?
    non se la prenda sig. Felice le ci da validissimi consigli e opinioni su tutto
    io e altri come mè che ogni tanto ci siamo scontrati sull'argomento oilpellet non lo facciamo mica perche ce l'abbimo con lei ma solo ed sclusivamente per il caropellet.
    saluti sig. Felice e a presto
    • Re: ma il sig. Felice???? di Felice del 29/01/2007, 18:24
      Buonasera sig.Massimo, contraccambio i saluti,Felice.
      info@casafelice.it
    • Re: ma il sig. Felice???? di Roby del 29/01/2007, 22:46
      Ciao Massimo,
      hai chiamato Felice? ed eccolo qua!
      Piu' aspro che mai!
      Mi sa che al posto del Suo vino Felice ha bevuto il Suo aceto Felice!
      Diciamo che la diplomazia non e' il Suo forte :-)))
      Ben venga! cosi' si "riaccende" la fiamma del forum...
      Roby
      • Re: Re: ma il sig. Felice???? di Felice del 30/01/2007, 07:52
        Buongiorno,sig. Roby,se contracambiare i saluti ora è diventato segno di asprezza o di maleducazione, si vede che il mondo è cambiato ed io non sono stato al passo con i tempi, e pertanto dato che me ne dolgo chiedo umilmente venia a tutti,saluti,Felice.
        info@casafelice.it

  • Oggetto: pellete per riscaldamento di Elio del 05/02/2006, 19:35
    Messaggio: se qualcuno mi può aiutare ve ne sarei grado, sto cercando grossiti e produttori di pellet in campania per grossi quantitativi, grazzie Elio

  • Oggetto: Camino e forno di Ilaria del 29/01/2007, 10:26
    Messaggio: Vorrei un consiglio ed eventualmente una segnalazione nelle mie zone (Campania - Caserta) di un artigiano esperto e competente per realizzare quanto segue:

    La villetta di recentissima costruzione, al piano terra possiede foro per canna fumaria diam. 25/28 circa, qui dovrei realizzare il caminetto, non mi piace il prefabbricato quindi staimo pensando ad incaricare un artigiano per la realizzazione, ecco le mie domande:

    1. la canna fumaria ora e' a sezione quadrata, conviene inserire al suo interno un tubo di acciaio apposito fino al comignolo, dovra essere coibentato puer essendo sistemato all'interno della canna esistente realizzata in mattoni cementizi?

    2. conviene acquistare una " caldaia" di ghisa e poi costruire il caminetto intorno a questa o è meglio realizzare il tutto, quindi anche la bocca del camino e il suo interno in mattoni?

    3. che dimensioni massime potrebbe avere il caminetto in questione (altezza /larghezza/profondità)? La canna fumaria compresa la parte da costruire ancora per il piano terra sarà (una volta terminata) al max alta 6/7 metri.

    Altra questione:

    al piano garage seminterrato vorremmo realizzare un forno a legna di dimensioni regolari per cuocere pizze, biscotti, etc.
    potendo sfruttare la parete che si trova proprio in corrispondenza con la canna fumaria che inizia al primo piano potremmo servirci di questa stessa anche per il forno, naturalmente ci sarebbe da praticare il foro che dal garage arriverebbe al piano terra dove posizioneremmo il camino.

    Grazie mille!
    • Attenzione ai dimensionamenti di Bagnolini geom. Giulio del 29/01/2007, 16:58
      La canna fumaria se è stata costruita con specifici elementi prefabbricati va benissimo e non necessita di un ulteriore, costoso, intubamento in acciaio.

      Il camino lo può benissimo costruire in opera senza dover ricorrere a prefabbricati metallici. L'importante è che tutto sia dimensionato correttamente: solo così funzionerà alla perfezione.

      Le dimensioni massime della bocca del camino dipendono dalle dimensioni della canna fumaria. Essendo questa già costruita lei non può fare un camino più grande di quanto non ne consenta poi la canna lo smaltimento dei fumi. Sono comunque calcoli semplicissimi.

      L'utilizzo congiunto della stessa canna per camino e forno non è consigliato ma è possibile: l'importante e fare innesti corretti e porre valvole contro un eventuale ritorno di fumi da un manufatto all'altro.

      Prima di spendere migliaia di euro le consiglierei di ricorrere a qualche consulto locale o la lettura di qualche manuale (non a caso ad esempio il mio)

      Cordialità

      www.geocities.com/caminisenzafumo
      Bagnolini geom. Giulio

  • Oggetto: Regolazioni stuffa Mariù di Antonis del 28/01/2007, 21:14
    Messaggio: Salve,
    tengo una Mariù della Italiana Cammini.
    Uso pellet Brucciolo.
    La stuffa mi consuma molto 1kg all'ora al minimo.
    Inoltre se dalla potenza 3 passo a 2, o dalla 2 alla 1 con la stuffa bella calda mi dà errore H1.
    Il tecnico dice, che devo mettere un tubo per mandare l'aria fuori oppure deve venire lui a fare in modo che la stuffa non fa più beep beep e non mostra errore H1.
    La stuffa è in garanzia ed il tecnico verrà gratis.
    Ma per il futuro vorrei imparare di usare il menù di regolazioni per non dover pagare ogni volta.
    Inoltre la stufa viene regolata dalla fabbrica per canna fumaria da 1,5 metri, io la tengo 3,5 e mezzo.
    Poi ogni volta che si cambia pellet si devono cambiare regolazioni...
    Domande :
    1) Come si entra al menù di programmazione.
    2) Come la si programma. Qualcuno tiene il manuale?
    Grazie!!
    • Re: Regolazioni stuffa Mariù di zangi del 28/01/2007, 22:33
      Fai regolare i parametri al tecnico e vedrai che la stufa non ti darà più l'allarme H1 mentre per quanto riguarda i tipi di pellet non ti preoccupare, la stufa è progettata per bruciare tutti i tipi in commercio purche siano di legno e no di mais o intrugli vari. Lascia perdere i parametri, oltre ad entrare nel menù tecnico dovresti conoscere anche a cosa servono i vari settaggi altrimenti potresti fare danni.
      Ciao
      • Re: Re: Regolazioni stuffa Mariù di Antonis del 29/01/2007, 16:30
        Per entrare nel menù si mantine premuto il tasto A/M poi appare Ts e poi si prosegue come per la stuffa Iris ( ho trovato le istruzioni su questo forum).
        Come devo regolare per evitare il beep e il messaggio H1 che appare ognivolta che passo da 3 a 2 o da 2 a 1?
        Si deve cambiare qualcosa avendo canna fumaria di 3,5 metri. A me pare di si perchè consumo di 1 kg di Brucciolo all'ora mi pare troppo.
        Se le nuove regolazioni non dovessero funzionare come faccio reset di quelle iniziali?

  • Oggetto: Ricircolo aria calda da soffitto di Mauro del 29/01/2007, 14:01
    Messaggio: Ciao
    ho visto questi oggetti in svezia:
    http://www.clasohlson.se/Product/Product.aspx?id=381982
    http://www.clasohlson.se/Product/Product.aspx?id=1645665
    http://www.clasohlson.se/Product/Product.aspx?id=386946

    una specie di "grondaia per aria" che aspira aria dal soffitto per portarla sul pavimento e un sistema per passare aria da un locale ad un altro attiguo passando dal muro.
    Io ho 5 gradi in piu' negli ultimi 30cm in altezza della sala col camino.
    Ne avete mai visti in italia?
    Grazie
    Mauro

  • Oggetto: Pellet Brucciolo di Daniele del 28/01/2007, 23:51
    Messaggio: Salve.
    Chi usa questo tipo di pellet cosa ha da dire?
    Grazie.
    • Re: Pellet Brucciolo di Francesco del 29/01/2007, 10:15
      Io uso questo tipo di pellet e mi trovo abbastanza bene,pochissima cenere per 15kg di pellet alta caloria,fiamma vivace.
      Saluti

  • Oggetto: prova mais di lele del 28/01/2007, 18:10
    Messaggio: un amico mi ha detto che non ci sono inconvenienti nel mischiare al pellet un 25/30% di mais. Vorrei qualche consiglio da voi (ad esempio: non si potrebbe bloccare la coclea?)Grazie, ciao
    • Re: prova mais di tekneri del 28/01/2007, 18:25
      dove?
      in una caldaia o in una termostufa a pellet?
      Cmq ricordati che fa fede il libretto di uso e manutenzione del costruttore, prima ancora che per la garanzia per il buon senso.
      Ciao
      massimo

  • Oggetto: Scarico Fumi di Mauro del 28/01/2007, 09:36
    Messaggio: Buongiorno, è da diverso tempo che penso di installare nella mia villetta una stufa a pellet. Il mercato oggi offre una miriade di soluzioni più o meno sofisticate che ne determinano anche i costi.
    Il problema più grande al quale sto cercando di dare risposta è quello riguardo lo scarico dei fumi. Ho letto centinaia di post sul forum, ma non sono riuscito ancora a trovare una risposta soddisfacente.
    Venditori, ma la cosa più preoccupante installatori, mi continuano a ripetere che le nuove stufe a pellet con ventilazione forzata per l'espulsione dei fumi, con collocazione sul posteriore dello scarico fumi, può essere fatta in orizontale allontanandosi di 20cm dalla parete perimetrale, senza la necessità di arrivare al tetto.
    Adesso le mie domande sono le seguenti:
    1) Esiste realmente un determinato tipo di stufa a pellet che consente di evitare lo scarico dei fumi oltre il tetto?
    2) E' vero che di eventuali violazioni alle normative ne risponde l'installatore che ha fatto il lavoro.
    3) Come ci si difende da tanti sedicenti installatori con tanto di certificazione, che pur di fare un lavoro consigliano male il cliente e lo portano sulla cattiva strada?

    Morale della favola come ci si difende l'onesto cittadino che vuole fare un lavoro pulito in un mondo un po troppo sporco????

    Scusate il gioco di parole e grazie anticipatamente per il vostro aiuto.