Forum Fuoco e Legna

Cerca nel forum:
or and

Pagina:
  • Oggetto: quotazioni pellets di Giampaolo Paoloni del 12/04/2007, 12:38
    Messaggio: Salve a tutti

    Qualcuno sa se esistono borse merci nazionali od internazionali che effettuano la quotazione del pellets ?

    Grazie per l'informazione .

    G. Paolo

  • Oggetto: impianto monotubo di enrico del 11/04/2007, 23:11
    Messaggio: ho acquistato una casa e mi sono accorto solo ora che ho un impianto monotubo.
    Quando ho iniziato a chiedere quale caldaia e quali radiatori dovevo comprare, alcuni idraulici mi hanno sconsigliato di metterlo in funzione e consigliato invece di rifarne un impianto nuovo bitubo.
    qualcuno saprebbe darmi un consiglio in base a qualche esperienza personale.
    ciao!!!

  • Oggetto: offerta pellet di Arturo Succhiello del 11/04/2007, 12:17
    Messaggio: Importiamo pellet di qualità da Polonia, Repubblica Ceca e Slovacchia. Consegniamo in tutta Italia. In sacchetti da 15 kg. o big bags. Prezzo 199,00 euro/ton. consegnato. Minimo 24 ton.Informazioni su caminobene@yahoo.it Grazie

  • Oggetto: Calcolo altezza canna fumaria per caldaia murale Beretta super bioler 20-24i di marcello del 06/04/2007, 18:20
    Messaggio: Salve a tutti,

    vi scrivo questo messaggio sperando di ottenere risposte tecniche visto che ognuno racconta quello che sente.
    Espongo brevemente il problema:
    Il mio fantastico tecnico manutentore (ormai da vari anni) della caldaia in oggetto, nel comunicare i dati del mio impianto alla provincia ha inserito, senza dirmi MAI nulla, una fantastica nota che recita "montare canna secondo 7129".
    Oggi ricevo una notifica di accertamento da parte della provincia su questa anomalia.
    Non vi dico come mi sono incazz*to sia col tecnico che con l'installatore che mi ha rilasciato regolare dichiarazione di conformità dell'impianto; ora però, polemiche a parte, qualcuno saprebbe dirmi che altezza deve avere questa benedetta canna fumaria; il "tecnico pirla" mi dice che deve essere 1,5mt dallo scarico della caldaia stessa ma il mio dubbio e che debba arrivare al tetto dell'abitazione (spero di no).
    Faccio presente che trattasi di camera aperta installata sotto una pensilina nel giardino della mia abitazione (villino) e che la succitata canna montata e uno snodo a 90° direttamante sulla caldaia ed un allungo di circa 70-90cm; la 46/90 si riferisce all'adeguamento di un impianto presistente con sostituzione della caldaia e verifiche di sicurezza e funzionalità, infatti è spuntato ampliamento.

    Qualcuno sa dirmi se è conforme citando la norma o se devo mettere degli allunghi??

    Help ho la verifica fra qualche giorno!!!

    Grazie in anticipo
    • Re: Calcolo altezza canna fumaria per caldaia murale Beretta super bioler 20-24i di Piero fuocoelegna.it del 06/04/2007, 22:36
      La uni 7129, riguarda le caldaie a gas sotto i 35kW.
      Della 7219 esistono diverse edizioni. C'è quella del 1972, quella del 1992, quella del 1995, quella del 1997, quella del 2001.

      Esiste un conflitto normativo in materia tra la legge 1083/71 e la 46/90. Tuttavia a mio avviso è bene attenersi alla normativa più recente.

      Occorre perciò, a mio avviso, fare riferimento alla data di installazione della caldaia per capire a quale normativa attenersi.

      Il tecnico installatore dovrebbe sapere se la canna fumaria soddisfa i requisiti della normativa relativa alla data di installazione della caldaia. Evidentemente non li soddisfa e ti ha invitato a metterla a norma avvalendoti di un tecnico abilitato che ti deve rilasciare dichiarazione di conformità ai sensi della legge 46/90.

      Comunque i riferimenti normativi più recenti sono la 7129 del 2001, la legge 46/90, il dpr 661/96, il dpr 412/96, il dpr 551/99, la legge 39/02: ART. 44.
      (Installazione di generatori di calore). 1. L'ultimo periodo del comma 10 dell'articolo 5, del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 26 agosto 1993, n. 412, come sostituito dall'articolo 3 del decreto del Presidente della Repubblica 21 dicembre 1999, n. 551, e' soppresso.
      http://www.parlamento.it/leggi/02039l.htm
      • Re: Re: Calcolo altezza canna fumaria per caldaia murale Beretta super bioler 20-24i di marcello del 08/04/2007, 15:36
        innanzitutto ti ringrazio molto per la risposta tuttavia vorrei precisare che avendo comprato casa nel 1998 e a seguito dei lavori svolti, il tecnico installatore, nel 2000, mi rilasciava la dichiarazione di conformità dell'impianto presistente per sostituzione caldaia.
        L'impianto di riscaldamento è precedente il 1990.

        Sapresti dirmi se la mia canna fumaria può restare com'è o se devo apportare delle modifiche e a quali norme devo fare riferimento per rispondere ai tecnici che mi faranno l'accertamento??

        nota: preciso che la segnalazione di mettere a norma la canna secondo 7129 è del tecnico che fa la manutenzione alla caldaia e non dell'installatore della stessa.

        grazie ancora per eventuali risposte

        Marcello
      • Re: Re: Calcolo altezza canna fumaria per caldaia murale Beretta super bioler 20-24i di marcello del 08/04/2007, 15:41
        innanzitutto ti ringrazio molto per la risposta tuttavia vorrei precisare che avendo comprato casa nel 1998 e a seguito dei lavori svolti, il tecnico installatore, nel 2000, mi rilasciava la dichiarazione di conformità dell'impianto presistente per sostituzione caldaia.
        L'impianto di riscaldamento è precedente il 1990.

        Sapresti dirmi se la mia canna fumaria può restare com'è o se devo apportare delle modifiche e a quali norme devo fare riferimento per rispondere ai tecnici che mi faranno l'accertamento??

        nota: preciso che la segnalazione di mettere a norma la canna secondo 7129 è del tecnico che fa la manutenzione alla caldaia e non dell'installatore della stessa.

        grazie ancora per eventuali risposte

        Marcello
        • Re: Re: Re: Calcolo altezza canna fumaria per caldaia murale Beretta super bioler 20-24i di Piero Fuocoelegna.it del 09/04/2007, 22:34
          Non sono un impiantista e non conosco bene le varie versioni e differenze della 7192, comunque vediamo:
          essendo l'impianto installato prima del 1990 l'impianto risulta a norma se rispetta la uni 7129 del 1972 fino al marzo del 1990 ai sensi dell'art. 3 della legge n.1083/71 e della legge 46/90.

          Però, siccome tu hai fatto un adeguamento nel 2000, ai sensi della legge 46/90 art.1, 6 e 7, il tuo impianto deve rispondere alla uni 7129 del 1992 al dpr 661/96 e al dpr 412/93 e al dpr 551/99 (qualcuno mi corregga se sbaglio).

          Quindi io al tuo posto chiamerei un impiantista e farei mettere a norma la canna fumaria come richiesto dal tecnico che fa la manutenzione, soprattutto per ragioni di sicurezza. Se la tua canna fumaria non risponde ai requisiti di sicurezza e alle ultime norme, non conviene rischiare una sanzione e la ferma dell'impianto per risparmiare i soldi dell'adeguamento, secondo me.
          • Re: Re: Re: Re: Calcolo altezza canna fumaria per caldaia murale Beretta super bioler 20-24i di Marcello del 10/04/2007, 10:19
            Grazie ancora per l'attenzione! ...dunque il problema di fondo è che la posa in opera della canna fino al tetto del villino risulterebbe complessa ed il tubo mi passerebbe sul finestrone del salone.

            Per quanto concerne i problemi di sicurezza, ritegno non dovrebbero esistere poichè la caldaia si trova nel giardino posteriore la mia abitazione e non ho altre persone ai piani superiori.

            Ora mi sembrerebbe di capire che devo sapere se la mia canna fumaria risponde ai requisiti della uni 7129 del 1992 al dpr 661/96 e al dpr 412/93 e al dpr 551/99i.

            Qualcuno sa dirmi se queste norme impongono tassativamente di portare gli scarichi della caldaia sul tetto? a quali articoli?

            esistono poi norme di tipo retroattivo in materia?

            Grazie ancora
            • Re: Re: Re: Re: Re: Calcolo altezza canna fumaria per caldaia murale Beretta super bioler 20-24i di marcello del 11/04/2007, 10:15
              Salve ancora,

              dunque mi sono scaricato la uni cig 7129/92 e me la sono studiata; a breve passerò alla progettazione degli impianti :)

              cito:
              4.3 Apparecchi di tipo B a tiraggio naturale (la mia è una camera aperta)
              Gli apparecchi a gas, muniti di attacco per il tubo di scarico dei fumi, devono avere un collegamento diretto a camini o canne fumarie di sicura efficienza; solo in mancanza di questi è consentito che gli stessi scarichino i prodotti della combustione direttamente all’esterno, purchè siano rispettate le prescrizioni
              di cui in 4.3.4.


              4.3.4 Scarico diretto all’esterno
              Gli apparecchi di tipo B a tiraggio naturale, previsti per essere raccordati ad un camino o ad una canna fumaria, possono scaricare i prodotti della combustione direttamente all’esterno, tramite condotto attraversante le pareti perimetrali dell’edificio.
              Lo scarico avviene in tal caso a mezzo di un condotto di scarico, cui, all’esterno, é collegato un terminale di tiraggio.


              4.3.4.2 Terminale di tiraggio
              Il terminale di tiraggio deve essere realizzato con dispositivi che consentano la corretta evacuazione dei prodotti della combustione.
              Nella loro forma più semplice possono essere costituiti da:
              a) un tratto di tubo verticale collegato al tratto terminale del condotto di scarico mediante un gomito a 90°. Il tratto verticale deve avere lunghezza sufficiente affinché la sezione di sbocco dei fumi nell’atmosfera sia ad una quota di almeno 1,50 m rispetto a quella di attacco del condotto di scarico.

              In considerazione del fatto che la mia caldaia è montata a parete ed all'esterno dell'abitazione, ha il tubo di scarico è realizzato con un gomito a 90° (direttamente sull'attacco superiore della caldaia) ed un tubo di circa 70cm credo che per metterla a norma dovrei semplicemente far montare un secondo gomito a 90° ed un altro tubo verticale della stessa lunghezza dell'altro; in questo modo mi attesterei al metro e mezzo richiesto dalla uni cig 7129/92.

              Ovviamente i presupposti di partenza devono essere validi cioè dovrei essere certo che la mia norma di riferimento sia la uni cig 7129/92.

              Qualcuno mi conferma o smentisce?

  • Oggetto: richiesta consiglio per istallazione termocamino acqua di Marco del 08/04/2007, 21:18
    Messaggio: Salve, qualcuno potrebbe gentilmente darmi un consiglio su una istallazione di un termocamino per la mia abitazione?
    - Vorrei istallare un termocamino ad acqua alimentato a legna/pellets; ho pensato al Multifire 45 idro della Palazzetti: chiedo un consiglio su questo modello.
    - Inoltre vorrei istallarlo in combinata con l'attuale caldaia a condesazione che ho già; penso di produrre attualmente l'acqua calda sanitaria con la caldaia a gas e di utilizzare il termocamino per il riscaldamento invernale alimentando i termosifoni (ed integrandolo con la caldaia a gas); vorrei fare una istallazione che mi permetta in futuro (durante gli attuali lavori di ristrutturazione non penso di istallare solo il termocamino) di istallare pannelli solari per la produzione di acqua calda sanitaria. Chiedo un consiglio su come intervenire nell'attuale istallazione del termocamino: posso istallare il termocamino in parallelo alla caldaia a gas e semplicemente in futuro istallare poi i pannelli solari; oppure e conveniente effettuare l'istallazione del termocamino in modo opportuno pensando già la predisposizione per collegare anche i pannelli solari in futuro?
    Ringrazio per l'attenzione, un saluto, Marco
    • Re: richiesta consiglio per istallazione termocamino acqua di tekneri del 09/04/2007, 10:24
      Installazione: perchè hai la caldaia a condensazione?
      Hai per caso un sistema di riscladamento a bassa temperatura? (es: pavimento o pareti o soffitto radiante)

      Perchè se così fosse, per istallare termocamino e caldaia a condensazione sullo stesso impianto dovresti riconfigurare il tutto con un accumulatore termico
      inerziale, in ragione anche del futuro sfruttamento del solare termico.

      Puoi installare il termocamino in parallelo alla caldaietta a gas, anzi praticamente devi perchè per montare il termocamino in serie dovresti avere una Cosmogas o una MCN, le uniche che te lo consentono da manuale di installazione (www.mgsalsature.com , hai dei bellissimi schemi animati).

      Predisposizione per il solare
      1. con accumulatore termico inerziale:
      predisponine all'interno uno scambiatore (od almeno una flangia libera) nella parte
      bassa. Ovviamente solare termico a circolazione forzata.

      2: con accumulo per acqua calda sanitaria: monta un bollitore con doppio scambiatore,
      uno ad intercapedine per la caldaia ed un serpentino come scambiatore solare.
      Fino a 300 litri i bollotori ci sono anche pensili, che nel 99% dei casi sono più
      pratici.
      Anche in questo caso per solare termico a circolazione forzata

      3. solare termico a circolazione naturale, termocamino con produzione istantanea di
      acs, caldaietta a gas con produzione istantanea di acs.
      Circuito acs da montare in serie nell'ordine descritto sopra, meglio se con due
      bypass anche a comando manuale (tre vie deviatrice) per saltare d'estate il tc e la
      caldaia, ed arrivando direttamente all'utenza.
      Io consiglio due valvole deviatric a tre vie con predisposizione per la
      motorizzazione.


      ciao

      massimo
    • Re: richiesta consiglio per istallazione termocamino acqua di Fabrizio del 11/04/2007, 02:16
      Ciao anche io sono nelle tue stesse condizioni...decidere l'impianto termico, nel mio caso di una casa nuova, è molto delicato e soprattutto difficile!..inoltre per me una ulteriore difficolta/limitazione è stata la mia canna fumaria(già costruita quando ho comperato la casa ...20x20 in argilla espansa sigh!) che non mi ha lasciato libertà nella scelta del termocamino.
      Comunque anche io ho adocchiato il Multifire 45 idro della palazzetti e il foghet della jolly-mec..entrambi perchè hanno una uscita fumi da 15 e quindi intuberei con tubo inox da 18 la mia canna fumaria (per evitare problemi di condensa e malodori..)che tra l'altro non è molto alta (3,8 m circa..) e non ci dovrebbero esserci problemi di tiraggio (almeno a detta dei tecnici jolly-mec..)
      Il problema è la scelta fra i due:
      a leggere le caratteristiche tecniche non c'è confronto, 12000 kcal/h il primo contro 20000 del secondo come rendimento globale, anche se a prima vista sembrano molto simili...qualcuno di voi ha espereinze con questi due termocamini e può consigliarci?
      Grazie per l'aiuto, Fabrizio
      • Re: Re: richiesta consiglio per istallazione termocamino acqua di tekneri del 11/04/2007, 08:08
        ciao Fabrizio,
        non avresti la possibilità di montatre una canna fumaria esterna doppia parate (magari acciaio-rame)?
        Altrimenti ci sono sistemi di risanamento canne fumarie come questi: www.becaitalia.it , che ho visto in fiera a Padova. Con questo metodo penso che risolveresti la questione...
        Il sistema forever-pipe ovvero tubo-continuo l'avevo già visto, ma nel settore fognario: è davvero impressionante, per praticità e risultato! (tubi anche di 100 cm di diametro).

        Io valuterei anche altre marche: Kalorino Tatano, Mercury di Cinalli, Multifire di Lamberto Vescovi, Frascel di Pasqualicchio, Termomeccanica D'Alessandro, Ecosystemsrl... e tanti altri costruttori con i quali mi scuso in anticipo se non li ho nominati, ma ho poca memoria.

        Io penso che investire su un termocamino a sola legna sia un pò limitativo, vuoi per praticità, vuoi per maggior risparmio economico.
        Per non essere ripetitivo:
        http://www.fuocoelegna.it/forum/write_topic.php?topic_id=13702

        Se la casa è nuova, e l'impianto è ancora da fare, io ti consiglio di montare solo il termocamino automatico, meglio se a vaso aperto (http://www.fuocoelegna.it/editoriali/000060.php),
        poi per la caldaia istantanea lasci due attacchi a "tee" per un eventuale montaggio in parallelo (e due valvole di non ritorno sulle rispettive mandate).

        Se quando metterai in funzione il TC, per qualunque motivo avrai nostalgia della caldaietta a gas, allora chiami l'installatore ed in mezza giornata te la monta.
        Con un termocamino a caricamento automatico, difficilmente rimpiangerai la caldaietta a gas: perchè funziona in modo identico, si può comandare col termostato ambiente.
        Così spenderai dei soldi in più solo se ne avrai bisogno. E su un impianto a vaso aperto, ci puoi montare una Cosmogas od una MCN, caldaie col cuore in rame che funzionano anche con pressioni di 0,02 atmosfere.

        ciao
        massimo

  • Oggetto: Pellet svizzero di qualità. di igino del 10/04/2007, 20:56
    Messaggio: Sono da poco rappresentante di un produttore svizzero di pellet di qualità, 100% naturale (abete), ricavato dagli scarti vergini di lavorazione del legno.
    Massima resa calorica, facilità di utilizzo e combustione, prodotto e studiato appositamente per l’utilizzo di stufe a pellet.
    Confezionato in sacchetti da 15 kg.
    CARATTERISTICHE
    Diametro: 6 mm
    Lunghezza: 1 - 3 cm
    Peso: 0,35 - 0,98 g
    Potenza termica: 5,00 kwh/kg
    Densità: 1,14 kg/dm3
    Residui in cenere: < 0,5%
    Umidità: < 10%
    Peso del materiale: > 650 kg/m3
    PREZZI
    € 204,00/ton + IVA, franco fabbrica.
    Minimo acquisto 24 bancali (bancale da 66 sacchetti).
    Per richieste di offerta e contatti scrivere a:
    igino44@alice.it

  • Oggetto: scelta stufa pellet di antonio bartoli del 09/04/2007, 20:09
    Messaggio: vorrei acquistare una stufa a pellet ma ho poche informazioni e i rivenditori dalle mie parti ne sanno poco. Ho ristretto la scelta a due modelli anche perchè mi occorrono dimensioni contenute:la csthermos karina che mi sembra la più bella e la thermorossi ecotherm 3000 che mi sembra però tecnicamente più affidabile con più assistenza ed è anche più potente a parità di ingombro. qualcuno con più esperienza mi sa consigliare? Grazie Antonio
    • Re: scelta stufa pellet di Guido del 10/04/2007, 10:50
      Ho una thermorossi 3000 da 4 anni. Va veramente bene, mai avuto un problema, brucia ogni tipo di pellet e scalda tutta il piano terra (cucina, sala, bagno - circa 75 mq)
      ciao
      g.

  • Oggetto: SIGNOR FELICE di RITA del 05/04/2007, 21:53
    Messaggio: Apprendo solo in questo momento la notizia della morte del Signor Felice, mancherà tanto anche a me!!!
    • Re: SIGNOR FELICE di Corrado del 09/04/2007, 10:20
      Sono un frequentatore di questo forum, ho saputo la triste notizia ed anche non conoscendo di persona il Sig. Felice sono rimasto molto scosso, mi ero affezionato (un paio di volte gli avevo chiesto dei consigli ai quali molto gentilmente mi aveva risposto).
      Ora manca qualcosa senza le Sue risposte.
      Molte condoglianze ai Suoi familiari.
      Corrado

  • Oggetto: Auguri di Marco del 08/04/2007, 20:45
    Messaggio: I miei più cari Auguri a tutte le persone che con passione stanno scrivendo su questo utile forum; é per me un prezioso aiuto per risolvere i problemi tecnici che continuamente si presentano per la mia attività.

    Marco
    ...specializzati nella compravendita in Toscana di dimore tipiche come rustici, case di campagna, immobili d’epoca, ville, casali, aziende agricole...
    email: markalise@inwind.it
    • Re: Auguri di tekneri del 09/04/2007, 10:02
      auguri anche a te Marco, ed a tutti i partecipanti del forum

      massimo

  • Oggetto: cerco pellet e nocciolino di ROBERTO del 08/04/2007, 23:00
    Messaggio: Salve
    Valuto offerte di pellet e nocciolino per scorta prossimo inverno.

    Quantitativo circa 60 ql. pellet e 40 ql. nocciolino salvo decidere per quantitativi maggiori se prezzo buono

    consegna zona Pavia o eventuale mio ritiro

    inviare offerte a robjorsi(@)yahoo.it togliere le ()