Home page
Pubblica annunci qui
Archivio articoli
Mappa sito
Cerca nel sito
Ricerca specializzata

Abbandono: un fuoco che si spegne

Le aziende
Link utili
Domande
Interviste

New Forum

Archivio messaggi
Regolamento Forum

Bibliografia

Mercatino New
Fiere e mostre
I restauratori

Chi siamo
Lettere



Scrivi allo Staff di fuocoelegna.it:
Indirizzo email


Staff fuoco e legna

Via Grazioli 10
I - 10076 Nole (To)


Scrivi al Webmaster
Informativa privacy

Aggiornata al
19 December 2006




Forum sul riscaldamento a legna
caminetti stufe e caldaie a legna e a pellets


Cerca nel forum:
or and

Pagina:
  • Oggetto: pulizia canna di Giuseppe Antonio del 19/12/2006, 15:35
    Messaggio: Ho un termocamino edilkamin aquatondo 29, mi trovo discretamente bene, ma vorrei pulire la canna fumaria che è in acciaio inox. E' possibile farlo dal basso, inserendo uno scovolino di quelli che si trovano facilmente in commercio dalla finestra del camino? O questa è una follia? Saluti e grazie a chi potrà rispondermi.



  • Oggetto: Termocamini Carinci di Eugenio del 17/11/2006, 07:31
    Messaggio: Buon giorno,
    ho richiesto per ben due volte all'indirizzo info@termocaminicarinci.it , ( visto che garantiscono assistenza e informazioni pre/post vendita ) se i dati tecnici che dichiarano sulle loro publicità , sono stati certificati da qualche ente ed eventualmente gli estremi della certificazione.
    Be... non mi hanno mai risposto pur avendo letto il messaggio.
    Cosa devo pensare .....?

    Saluti
    • Re: Termocamini Carinci di antonella del 19/11/2006, 09:52
      prova a scrivere anche a qualche altro costruttore e vedi chi ti risponde a questa domanda dandoti le informazioni che chiedi...
      ciao e facci sapere
      • Re: Re: Termocamini Carinci di Eugenio del 22/11/2006, 13:45
        Ho contattato la Jolly mec e la Klover , e mi hanno inviato tutti gli estremi della certificazione e i risultati .
        La CARINCI , sinceramente , spera di illudere quei dati che tanto publicizza....... non di certificarli....
        • Re: Re: Re: Termocamini Carinci di silvius del 22/11/2006, 14:54
          Ok, per i certificati, comunque quelli sono certificati di laboratorio, cioè in condizioni ottimali per il generatore di calore.
          Tieni presente che anche una caldaia a gas, tra laboratorio e in condizioni d'uso si perdono anche il 5%.
          Per un generatore a legna penso proprio che peggiori.
          Comunque è sempre una cosa in più, ma volendo sono attendibili i dati che svolgi per conto tuo, visto che poi non è così complesso farseli, almeno per il rendimento all' acqua.
          Altro non ti so dire visto che non conosco il termocamino in questione.

          Saluto
        • Re: Re: Re: Termocamini Carinci di Marco del 12/12/2006, 12:35
          caro sig. Eugenio,
          io credo che la ditta Carinci non voglia illudere nessuno.
          il fatto è che se non crede a quello che dice la ditta Carinci basta solo verificare non i dati ma bensì il prodotto dal vivo, perchè, come dice il sig. Silvius i dati che vengono forniti da altre aziende sono dati di laboratorio dove tutti i prodotti vengono provati nelle migliori condizioni, quindi io non mi baso mai sui dati certificati o meno, ma prima di fare un acquisto verifico prima con i miei occhi (seguito da un mio installatore di fiducia)e poi dico se è un prodotto valido o meno o se l'azienda è poco seria.
          come le ripeto, la prossima volta che le servono delle garanzie, provi a chiedere di vedere il prodotto in funzione e di verificare di persona il funzionamento, è così si ha la certezza!!!
          • Re: Re: Re: Re: Termocamini Carinci di Eugenio del 20/12/2006, 07:46
            Sig. Marco,
            i dati di laboratorio SERVONO per determinare le caratteristiche conformemente alle normative standardizzate,
            tali, possono servire anche come riferimento per determinare quali prodotti siano meglio di altri , in quanto sono testati nelle medesime condizioni.

            Rispettando la sua scelta SUICIDA di trascurare i dati certificati e di affidarsi ai suoi occhi TERMICI seguito dal suo SUPER INSTALLATORE per determinare se una macchina termica è più efficiente o meno rispetto ad un’altra LE FACCIO I MIEI PERSONALI COMPLIMENTI.


            EUGENIO
          • Re: Re: Re: Re: Termocamini Carinci di edella del 20/12/2006, 12:49
            ciao marco. concordo anche io con chi ti ha già risposto. se è vero che i test pe le certificazioni vengono svolti in condizioni ottimali (e ci mancherebbe altro) questo garantisce appunto che di versi oggetti possano essere paragonati nelle loro prestazioni. e questo è indispensabile per la trasparenza verso clienti e tecnici. anche vedere il prodotto in funzione (penso intenda dal negoziante) non garantisce molto perché i venditori sanno bene come presentare i pregi e le condizioni non sono mai quelle reali. quindi, a mio avviso, esperienza si ma con il sostegno di basi solide e oggettive. e poi se dovesse esserci un problema, quali consumatori ci si può sempre appoggiare a quanto il venditore o il produttore dichiara nero su bianco e non su quello che abbiamo visto...

            www.mypage.bluewin.ch/edella/

  • Oggetto: PULIZZIA VETRO STUFA di ANNA del 20/12/2006, 09:34
    Messaggio: Salve a tutti, vorrei dei consigli per pulire il vetro della stufa a legna .Mi si sporca, forse speciamente nell'accensione, poi continuando a bruciarci legna ho paura che seccandosi sul vetro non riesca piu' a pulirla, difatti le prime volte si e' pulito abbastanza facilmente, invece ora quasi non si pulisce piu'.
    Grazie di possibile aiuto.
    • Re: PULIZZIA VETRO STUFA di davide del 20/12/2006, 12:22
      ciao, se non hai provato con un prodotto specifico puoi sempre provare con il vecchio sistema della nonna che consiste in uno straccio bagnato con acqua ed un pò di cenere, SEMPRE A VETRO FREDDO.
    • Re: PULIZZIA VETRO STUFA di edella del 20/12/2006, 12:39
      ciao anna. esistono in commercio dei prodotti liquidi specifici. prova però prima con un buon sgrassatore domestico tipo chanteclair. bada di non usarne in eccesso e non farlo colare. lascia agire e usa la carta anche di giornale per pulire. anche le incrostazioni dovrebbero andarsene.

      www.mypage.bluewin.ch/edella/

  • Oggetto: Temperatura ghisa di davide del 20/12/2006, 12:32
    Messaggio: Ciao, premetto che sto iniziando adesso la mia esperienza con le stufe a legna e quindi ho bisogno un vs. consiglio: Ho una Jotul f3 a doppia combustione e e mi capita, malgrado la stufa sia ben avviata, che le pareti in ghisa della stufa non raggiungano sempre un calore forte, esempio : ogni tanto la maniglia di apertura non si riesce nemmeno a toccare, altre volte, malgrado dopo 4-5 ore è ancora tiepida, Può dipendere dalla legna ? Uso carpino e gaggia, a volte faggio. Grazie

  • Oggetto: termocamino vaso espansione di giancarlo del 20/12/2006, 12:14
    Messaggio: salve a tutti, ho installato un termocamino a vaso aperto, tutto funziona ma ho un problema: ogni qualvolta si ferma la pompa di circolo, nel vaso di espansione mi viene immesso circa due bicchieri di acqua "calda". l'idraulico mi ha detto che è una cosa normale. chiedo se è possible evitare questo spreco di acqua calda.
    il cassonetto è oltre 3 metri sopra il radiatore più alto. la pompa di circolo è impostata alla velocità più alta.
    se qualcuno mi può aiutare sarei grato.
    grazie e buone feste a tutti
    giancarlo

  • Oggetto: ECCESSIVO CONSUMO di giacomo del 08/03/2006, 18:30
    Messaggio: possiedo una stufa a legna e pellet della jolly-mec caldea soltanto che per scaldare 240mt su due piani di casa e in più l'acqua dei sanitari mi consuma 3/4 sacchi di pellets al giorno .
    volevo sapere gentilmente se (visto che non sono mai andato a metano) 10euro al giorno di sacchi vale la pena. spero in una vostra risposta grazie.
    • Re: ECCESSIVO CONSUMO di Luca del 09/03/2006, 08:05
      Io il GPL lo pago 2,7 Euro al mc, e tieni conto che nella mia zona godo di una agevolazione (?!)perchè è montagna. Il riscaldamento a GPL è economicamente improponibile, anche se mooolto comodo. Da quello che sento dire dai miei vicini 3 sacchi di pellet al giorno, per riscaldamento e acqua calda, sono normali, anche qualcosa in più se la casa è grande.
      Piuttosto, se puoi, parlaci della Caldea, di cui tutti favoleggiano ma che nessuno possiede, visto il costo non proprio leggero.
      Ciao.
    • Re: ECCESSIVO CONSUMO di GIACOMO del 09/03/2006, 17:15
      be... la caldea è una delle stufe più costose io l'ho pagata 11mila + 1.8 di allacciamento è una stufa incredibilmente GROSSA per portarla in casa mi ci sono voluti 4 uomini! è una stufa potente capace di scaldare acqua sanitaria,caloriferi,ha il forno fino ha 360°,ha la piastra in ghisa per cucinare(anche se non scalda come un fornello).
      queste sono le cose positive.
      la cosa negativea è la jolly-mec di telgate(sede centrale) perchè sono scarsissimi per un consiglio ti fanno aspettare anni.
      un altro piccolo neo èche è una stufa abbastanza tecnologica (sembra il pannello comandi di un aereo) mi ci è voluto 1 mese per adeguarmi.
      tutto sommato sono contento di questo acquisto perchè non consumo gas ed è una stufa solida fatta per durare.
      consiglierei vivamente di comprarla.
      • Re: Re: ECCESSIVO CONSUMO di Ivan del 20/12/2006, 11:24
        mi puoi spiegare in cosa è meglio la Caldea?
        io ho la Caldea Caldaia (solo caldaia niente forno)
        ma sono molto lontano dall'esserne soddisfatto purtroppo.
        Ho un impianto monotubo che non è il massimo dell'efficenza però con una normale caldaia avio dell'immergas a gpl riesco a scaldare dignitosamente una casa di circa 120mq alcuni termo sono più caldi altri meno ma però si riscaldano, con la caldaia a legna no! riesco a scaldare a malapena metà casa con un consumo di legna di 100 e passa kg!!! (e legna di buona qualità intendiamoci) inoltre la durata della carica è ben lontana da quella dichiratami sia dal venditore che dalla casa (24h) a malapena caricandola ben bene, chiudendo al massimo la presa d'aria nel cassetto ceneri e parzializzando la valvola sulla canna fumaria e legna di qualità se ne fanno 6 di ore!
        inoltre lamiere e verniciature non sono di ottima qualità per una caldaia che costa molto più di altre...
        ma questo sarebbe il male minore.
        In attesa di avere consigli o spiegazioni sul suo funzionamento (cosa di cui l'installatore sembra abbastanza a digiuno)cordiali saluti.
        Ivan

  • Oggetto: stufe caldea di claudio bianchi del 23/10/2006, 21:20
    Messaggio: c'è qualcuno che ha montato una termostufa caldea della jolly mec e mi può dare un consiglio se è pratica o no ? Qualcuno conosce altro tipo di termo stufe-camino alimentate sia a pellet che a legna ?
    • Re: stufe caldea di ivan del 20/12/2006, 09:53
      Io l'ho da un paio di mesi e te la sconsiglio vivamente...
      ho speso un fottio di soldi e sto rimpiangendo la vecchia stufa economica che mi scaldava con poco 1/3 della casa...

      Ciao Ivan

  • Oggetto: info costi macchinario pellets di federico del 19/12/2006, 16:51
    Messaggio: ciao, vorrei sapere, se qualcuno di voi mi puo' aiutare a conoscere un po' di prezzi per quanto riguarda l'acquisto di un macchinario per la produzione di pellets granulare.
    MI SERVIREBBE SAPERE IL COSTO DI UN MACCHINARIO NON TANTO GROSSO grazie
    • Re: info costi macchinario pellets di Felice del 20/12/2006, 07:51
      Buongiorno se lei dispone già di un capannone per collocare le svariate macchine che occorrono per produre pellets,e per stivare il prodotto grezzo e quello finito,deve pensare poi alla reperibilita del materiale,dei silos dei camion movimentatori,ebbene se lei ha tutto questo per incomiciare l'avventura,forse con 150.000 200.000 euro se la cava se non dispone di tutto ciò dia retta a mè lasci perdere.Auguri,saluti,Felice.
      info@casafelice.com

  • Oggetto: canna fumaria per stufa a pellet... di Archimede del 15/12/2006, 19:18
    Messaggio: Salve.
    A casa di miei amici hanno appena installato una stufa a pellet della Piazzetta, ma IMHO con la canna fumaria hanno fatto una porcheria...

    In pratica: la canna parte in verticale fino al soffitto (3 metri scarsi), poi curva in orizzontale con un totale di 4 curve a 90 gradi, per uno sviluppo di circa 5 metri lineari... ed infine entra nella canna fumaria (8 metri di canna verticale).

    Secondo me, dicevo, il lavoro è una porcheria... troppe curve e troppo lungo il tratto orizzontale... ma volevo la conferma da parte vostra.
    • Re: canna fumaria per stufa a pellet... di Felice del 19/12/2006, 22:38
      Buongiorno, non è solo una grande porcheria ma è un CONTROSENSO chi ha fatto un lavoro del genere se lo avesse eseguito in Arabia a quest'ora le avrebbero gia tagliato le mani,auguri,saluti Felice.
      info@casafelice.it

  • Oggetto: Progettista presse Pellet di Luigi del 15/12/2006, 23:32
    Messaggio: Salve a tutti.... vedo con piacere che l'argomento Pellet interessa a molti....

    Come esperto di Pellet legno (lavoro per una azienda leader internazionale di queste macchine)
    posso dirvi che sarà disponibile a breve una pressa per Pellet legno MOLTO economica.
    Sarà inoltre disponibile una linea necessaria alla produzione di Pellet il quale , anche a livello casalingo,
    ha bisogno di una sezione a monte della macchina (cippatore, raffinatore, miscelatore, ecc) e una a valle
    come raffreddatore (il processo di Pellettizzazione riscalda molto il prodotto) bilancia inscacco e
    eventuale chiusura sacchi .

    Per qualsiasi chiarimento o richieste di preventivi potete contattarmi a :
    prograf2@aliceposta.it

    Ciao a tutti e a risentirvi !!!
    • Re: Progettista presse Pellet di Felice del 19/12/2006, 17:10
      Buongiorno, vorrei fare un pò di conti con lei sig. Luigi (esperto di pellets)per quanto riguarda la pellettatrice economica definita da famiglia,il costo della macchina,poi ci sono i costi delle macchine a monte e a valle, come le definisce lei, poi queste macchine sono "ghiotte" di elettricità ma non è finita lì tutte queste macchine vanno poste in un luogo abbastanza ampio ne garage o sottoscale o scantinati ma un capannoncino il quale bisogna farlo costruire o affittarlo, tutto ciò io ho la percezione dei costi e lei? io andrei molto cauto ad illudere il popolo dei fai da tè,auguri,saluti,Felice.
      info@casafelice.it

<< Pagina precedente | Pagina successiva >>