Forum Fuoco e Legna

Cerca nel forum:
or and

Pagina:
  • Oggetto: stufe blaze king di gib del 17/03/2020, 21:03
    Messaggio: qualcuno conosce queste stufe , aspetto opinioni e consigli.
    • Re: stufe blaze king di gib. del 26/03/2020, 17:39
      Qualcuno risponde ? Mi sembra un forum poco frequentato.......peccato.

  • Oggetto: Realizzazione camino di Giuseppe del 20/03/2020, 10:24
    Messaggio: Buongiorno,
    Sto proggettaando La mia casetta in campagna, dove vorrei realizzare un camino con una bocca molto grande.
    Con larghezza 2metri e altezza 60cm(modificabile in base ai vostri consigli) profondità 50cm.
    Le mie domande sono...
    Avrà problemi di tiraggio?
    La canna sarà di circa 3/4 metri.
    La cappa deve essere quanto la bocca o si può fare più piccola?
    Grazie.

  • Oggetto: Termostufa klover di Marco del 05/03/2020, 08:43
    Messaggio: Buongiorno ho una termostufa klover che praticamente ha una serpentina immersa nell'acqua che porta l'acqua calda direttamente ai termosifoni. Il. Problema è che nella vasca dove la serpentina è immersa si sono create delle piccole crepe perdendo l'acqua. È possibile aggiustare la vasca con qualche tipo di silicone o mastice? Grazie

  • Oggetto: Monoblocco od inserto a legno? o stufa? di Dona del 14/10/2017, 13:57
    Messaggio: Buongiorno a tutti.
    Dopo un paio di settimane passate a sentire opinioni di tecnici che sono stati qui a fare sopralluoghi e mi hanno fatto anche avere le loro proposte di intervento, non ho ancora le idee chiare.
    Partiamo con ordine: mia moglie ha il sogno del caminetto a legna,e sto cercando di venirle incontro.
    Abitiamo al primo piano di una casa familiare composta da piano terra e, appunto, primo piano.
    In un grande stanzone di circa 25 mq che vorremmo arredare a soggiorno per il ricevimento ospiti e area relax, vorremmo piazzare in un angolo appunto camino per riscaldare la stanza in cui si trova e, tramite canalizzazione, le due stanze adiacenti, se possibile meglio ancora con una terza canalizzazione verso il corridoio.
    Ora, i mq da riscaldare sono approssimativamente 65 per cui mi hanno detto che una potenza di 9/10 Kw dovrebbe essere più che sufficiente, ma le varie proposte mi hanno messo un po' confusione perchè paiono avere delle caratteristiche diverse tra loro.
    Innanzitutto, più o meno tutti (Quasi) mi hanno fatto riferimento al monoblocco (che ha il suo bel costo), ma nessuno mi ha paventato la possibilità dell'inserto intorno al quale costruire una struttura che lo sorregga (magari in pietra refrattaria o altro materiale, se sì quale? per mantenere il calore più a lungo), inserto che costerebbe assai meno.
    E qui il mio dubbio... in cosa sostanzialmente differiscono inserto e monoblocco? Solo nel fatto che una volta spenti il primo si possa raffreddare qualche decina di minuti prima rispetto al secondo?? Sarò inesperto ma non riesco a vedere altro... poi c'è chi mi dice (come ho sempre pensato) che la ventilazione sia obbligatoria per canalizzare, e chi dice che non serve :shock: Chi dice che nella posizione nell'angolo devo mettere un caminetto angolare, e c'è chi dice di no, che non è necessario... anzi che così ci sarebbe dispersione di calore. C'è chi poi dice che i camini ad accumulo lavorano solo per irraggiamento e quindi non sono ideali per la canalizzazione del calore, e quindi me li sconsiglia... e c'è chi dice che la canna fumaria non è consigliabile farla andare dritta sul tetto perchè tra carotaggio del cemento armato (che poi abbiamo appurato non esserci sul mio tetto) e possibilità di beccare le strutture portanti in acciaio, potrebbe essere un problema, e quindi farla uscire lateralmente.
    Tante idee che si sovrappongono... in più la mia finale, a parte il dilemma monoblocco/inserto: e se invece optassi per una stufa? il fascino della fiamma l'avrei comunque, ma che vantaggi/svantaggi avrei rispetto al camino?
    Abito in zona climatica E (Lombardia), avete qualche suggerimento da darvi a fronte di quanto vi ho scritto?
    Ogni idea è ben accetta, grazie a chiunque leggerà
    • Re: Monoblocco od inserto a legno? o stufa? di Piero del 15/10/2017, 09:58
      Penso che per monoblocco si intenda un caminetto/stufa indipendente, mentre per inserto si intenda un monoblocco da inserire in un vano caminetto aperto. Visto che abiti al primo piano ti sconsiglio il riscaldamento a legna. A meno che tu non abbia disposizione di legna in abbondanza, meglio andare sul pellet, non perché i sacchi di pellet siano leggeri o economici, ma perché il pellet è più facile da gestire e un caminetto/stufa in pellet necessita di una canna fumaria più piccola e più corta rispetto a quella di un camino.
      • Re: Re: Monoblocco od inserto a legno? o stufa? di Dona del 16/10/2017, 09:40
        Scusami so cos'è il monoblocco e l'inserto, non chiedevo quello.
        Chiedevo se i rendimenti/prestazioni sono analoghi oppure il monoblocco è da preferire e perchè...
        Sul discorso della legna/pellet non abbiamo dubbi, vogliamo la prima perchè decisamente più economica e perchè il fascino della fiamma ha il suo perchè.... la comodità del pellet per noi passa in secondo piano.
        • Re: Re: Re: Monoblocco od inserto a legno? o stufa? di Alessandro del 23/10/2017, 09:51
          nel mio caso la legna è più comoda del pellet, ho una stufa Canadese a legna ad accensione prolungata che scalda 110mq tranquillamente e rispetto al pellet è ben più comoda perchè ha meno manutenzione, devo solo togliere cenere una volta al mese, quando mi sveglio la casa è calda e la stufa è accesa... al rientro a casa pure... e spendo la metà rispetto a quando usavo il pellet.
    • Roberto Merone di Roberto del 01/01/2018, 17:28
      Scusa Alessandro. ..che stufa canadese hai tu? ...per il prossimo anno vorrei orientarmi o su una Vermont o una blazeking. .. consumi e autonomia??
      • Re: Roberto Merone di Alessandro del 05/01/2018, 15:44
        ho la stufa Canadese catalizzata Regency 24 ore. Io mi trovo benissimo, so che Blaze King è molto simile, la Vermont è un po differente ha il catalizzatore messo in maniera diversa e di forma diversa, non fa autonomie così generose, ha rendimenti un po inferiori e meno pareti convettive ma se hai una casa ben raccolta ed aperta e la metti in centro credo possa darti già buoni risultati.
        • regency F3500 di flavio del 06/01/2018, 19:06
          Salve, io quest'anno ho preso una regency f3500, il modello 24 ore. Mi trovo davvero bene, scaldo perfettamente la mia casa anni 60, mediamente coibentata dal sottoscritto, ho 95mq.
          Vale tutti i soldi spesi , non uso nemmeno la ventilazione tanto scalda con max 25-27 kg di legna quando fa molto freddo , trovo le braci dopo 12 ore mettendo solo 10kg di legna alla mattina, alle 17-18 torno dal lavoro, in casa trovo 22-23 gradi, ricarico con qualche legnetto sulle braci e qualche pezzo grosso, e riparte in 5 minuti....
          Fantastica....
          Prima di andare a letto copro con la cenere le braci che trovo generose al mattina per farla ripartire in 3 minuti, la Diavolina e' un ricordo!!!
          Basta ricaricare con un pezzo grosso in fondo la stufa e davanti pezzi medi, e l'autonomia e' assicurata.Tolgo la cenere ogni 10 giorni circa, ma solo una piccola parte, la consiglio! Ero scettico dopo avere provato un'altra stufa a legna e pellet, Un grazie ad Emiliano che mi ha convinto...
          • Re: regency F3500 di Renato del 31/01/2020, 09:06
            buongiorno .. sono in procinto di scegliere una stufa regency f5100 e chiedevo opinioni ed esperienze di chi già la utilizzava... io ho una bifamiliare di 30 anni 70 mq piano per due piani, e mi chiedevo se riuscivo realmente a riscaldarmi... grazie renato

  • Oggetto: Saliscendi camino legna duro di Maurizio del 25/01/2020, 19:43
    Messaggio: Ciao a tutti,
    sono un felice possessore da 11 anni di un bellissimo Piazzetta ME 90/70 che scalfa il mio grande salone con poca legna. Ma ultimamente lo sportello saliscendi va duro. Ho contattato il CAT di Pescara...ma mi ha detto che è troppo lontano e non vengono. Non ci sono CAT qui in provincia FR...Io ho grande manualità (sono un tecnico industriale) e sarei in grado di fare qualsiasi cosa... Se avete dei consigli da darmi ve ne sarei grato...Altrimenti aspetto l?Estate e smonto tutto e lo apro per vedere come sta e se c?è bisogno di cambiare qualche pezzo.

    Grazie,
    Mauri.

  • Oggetto: collegamento camino e forno a legna di Michele. del 18/01/2020, 21:14
    Messaggio: Un saluto al gruppo, sono in cerca di consigli. Per la mia tavernetta ho deciso di acquistare in materiale prefabbricato refrattario sia il forno a legna che un camino, entrambi hanno l'imbocco con diametro da 250mm. Ho realizzato una nuova canna fumaria ( costretto ) con lunghezza di circa 18 metri con diametro da 180mm. anche se la normativa non lo prevede, vorrei sapere se conviene unire forno e camino con canna in acciaio inox da 250 e imboccarmi con un riduttore a 180 alla salita o viceversa. grazie in anticipo
    • Re: collegamento camino e forno a legna di Piero del 20/01/2020, 21:33
      Il caminetto e il forno a legna sono oggetti diversi con esigenze diverse, hanno bisogno possibilmente di canne fumarie separate. Piuttosto prenditi una stufa a legna con sportello in vetro termico e con forno incorporato, così puoi sfruttare il calore della stufa per cuocere cibi al forno.

  • Oggetto: Caminetto edilkamin di Paolo del 03/01/2020, 19:01
    Messaggio: Buonasera gruppo
    Ho un problema con il mio caminetto edilkamin status.
    Sono circa 10 anni che ho installato questo caminetto, dallo scorso anno mi sono accorto che dalle bocchette dalle quali esce aria calda, esce anche un po? di fumo, non si sente odore ma si vede il muro molto ingiallito nonostante lo abbia imbiancato lo scorso anno.
    Sapete darmi qualche consiglio o spiegarmi le probabili cause?
    Considerate che la canna fumaria è in acciaio inox e la pulisco ogni anno ( ma non credo che la canna fumaria possa essere una causa).
    La ventilazione non è forzata perché l ambiente non è grandissimo.
    Grazie in anticipo.
    • Re: Caminetto edilkamin di fuocoelegna del 04/01/2020, 09:55
      Se esce fumo dalle bocchette dell'aria calda, a meno che non sia condensa interna che evapora, vuol dire che il focolare del camino non è più ermetico e si è creata qualche fessurazione al suo interno per via delle dilatazioni e stress termici che subisce. Fallo vedere da un tecnico e nel caso ti consiglio di sostituirlo.

  • Oggetto: Incendio canna fumaria di Roberto del 01/01/2020, 04:50
    Messaggio: Buon giorno (e buon anno a tutti),
    è la mia prima volta in un forum, ho letto bene le politiche/regole del sito e non mi sembra di infrangerne nessuna (in caso avvisatemi).
    Vi espongo in mio problema, nell'agosto del 2018 ho fatto installare una stufa a legna Nordica a fiamma inversa collegata all'impianto di riscaldamento della casa, i tecnici della ditta da cui ho comprato questa stufa mi hanno garantito che era possibile utilizzare la canna fumaria (a norma) della precedente semplice stufa a legna.
    Nei primi mesi di utilizzo non c'è stato alcun problema, fino al 26/12/2018, il primo incendio della canna.
    Stupito, dal momento che la canna fumaria è stata pulita e ricontrollata durante l'estate, chiamo sia la ditta (che mi dice che la stufa è perfetta e senza problemi e forse è un problema della legna troppo umida) e l'installatore (che mi garantisce la conformità della canna fumaria).
    Successivamente la canna ha continuato a prendere fuoco con impeccabile periodicità di una volta al mese circa.
    Quest'anno appena passato (2019) ho fatto la solita pulizia e non ho avuto incendi durante l'inverno fino ad oggi che, durante la notte del 1/1/2020, ha ricominciato ad incendiarsi per augurare il nuovo anno.
    Dal momento che ditta e installatore (che si occupa anche della pulizia della canna) non sono in grado di darmi risposte,volevo sapere se è possibile avere una qualche idea sulle cause di questo fenomeno.
    Faccio notare la costante pulizia della stufa come da manuale e, per la precisione, vorrei portare in evidenza che il tubo inox in uscita dalla stufa passa attraverso il muro dell'abitazione e rimane all'esterno (senza coibentazione) per una misura di circa 25 cm prima di congiungersi con la canna fumaria verticale esterna.
    Vi ringrazio in anticipo per la cortesia e vi auguro un buon anno nuovo.
    • Re: Incendio canna fumaria di fuocoelegna del 04/01/2020, 09:40
      Non è facile dare una risposta al tuo problema. Il creosoto di solito è il principale responsabile degli incendi della canna fumaria. Questo si forma perche la legna è umida, la canna fumaria non è calda abbastanza o non è coibentata bene, quindi si forma condensa e catrame, il tiraggio è basso e i fumi sono lenti a salire.
      Dovresti fare vedere il tutto ad un tecnico fumista. Soprattutto valuterei la pendenza e le dimensioni di quei 25 cm di tubo esterni.

  • Oggetto: Caminetto Firetronix di Tony del 15/01/2017, 07:03
    Messaggio: Il camino ultimamente brucia troppa legna rispetto agli anni precedenti, mi sapete indicare se entrando nel menu della console si può in qualche modo cambiare i parametri per chiudere legermente la seranda.
    Grazie
    • Re: Caminetto Firetronix di Il tugianpaoloo nome ... del 26/12/2019, 09:28
      buongiorno, ho una stufa legna edilkamin firetronix arc. la stufa é molto performante per la sua componente elettronica e per quel che riguarda il funzionamento non mi posso lamentare. purtroppo con il tempo ho cambiato i parametri per migliorarne l efficacia.Penso però che i parametri siano errati perche la stufa brucia parecchia legna e non rende come prima. sono entrato piu volte con -13 nel settaggio modificandone le varie impostazioni. qualcuno di voi conosce i parametri con cui generalmente la stufa viene tarata? se qualcuno del gruppo conosce quanto sopra mi farebbe una grossissima cortesia a rispondere. Grazie e buone feste a tutti

  • Oggetto: Termocamino palazzetti di Salvatore del 21/12/2019, 17:44
    Messaggio: Buongiorno, possiedo un termocamino palazzetti 66,78 con elettroventilatore e centralina esterna. Non mi è chiaro se il camino deve necessariamente funzionare con il ventilatore acceso o può essere utilizzato anche senza, come fosse un camino tradizionale, ovviamente, in questo caso, non riscaldando tutti gli ambienti collegati.
    Grazie per i suggerimenti...
    • Re: Termocamino palazzetti di fuocoelegna del 22/12/2019, 09:18
      Ciao Salvatore. Di solito quei termo-camini hanno un termostato interno che raggiunta un certa temperatura del focolare, automaticamente, mette in moto il ventilatore d'aria interno per il ricircolo dell'aria calda e il miglioramento del rendimento termico. Come optional possono avere anche una centralina esterna per regolare la velocità del ventilatore. Possono funzionare anche a ventilatore fermo, ma in tal caso il rendimento termico diminuisce, con il rischio di surriscaldare il focolare e ridurre la vita utile del termo-caminetto.