Forum Fuoco e Legna

Cerca nel forum:
or and

Pagina:
  • Oggetto: progetto autocad "stube" o foto di Angelo del 06/11/2010, 16:58
    Messaggio: Salve vorrei costruirmi una stube in muatura, ho a disposizione della legna da utilizzare e mi sono autocostruito una stufa ventilata con risultati discreti ma non ottimi di "confort" come spero di ottenere con una stube. Vi chiedo cortesemente se qualcuno mi invia il progetto dandomi alcuni consigli pratici , i materiali da usare ecc. . Ho un camino in acciaio coibentato con diametro di 15 cm. lungo 6 mt. e la superfice da riscaldare di 50 mq. la mia mail è angelonordest@alice.it Ciao e Grazzie da treviso
    • Re: progetto autocad "stube" o foto di roberto giocofuoco del 06/11/2010, 17:45
      ciao,
      se stai per costruirti una stufa ad accumulo
      noi vendiamo i materiali appositi poi ti diamo il progetto e l'assistenza alla posa gratuita.
      www.giocofuoco.it

  • Oggetto: Suggerimenti per taglio alberi di ROBINIA di Andrea del 21/05/2009, 13:23
    Messaggio: salve a tutti,

    io sto comprando un inserto della Jotul, il quale tiene legna di lunghezza fino a 50 cm.

    Ho la possibilità di tagliare legna di ROBINIA (quella con le spine) in gran quantità. So che non è la migliore ma ha una qualità per me eccezionale: E' GRATIS !!!
    Mi hanno detto che, per una questione di circolazione di linfa, gli alberi (io taglierei quelli giovani max. 25 di diametro) vano tagliati a seconda della luna.
    Qualcuno sa dirmi se è vero ed in questo caso si tagliano con luna calante o crescente ???

    Grazie a tutti in anticipo.


    Andrea
    • Re: Suggerimenti per taglio alberi di ROBINIA di paolo del 21/05/2009, 17:19
      la legna va tagliata a luna calante e sarebbe meglio tagliarla e poi sciaparla perche prende fuoco meglio e rende di piu. E anche un'ottima legna io la brucio sempre.
      • Re: Re: Suggerimenti per taglio alberi di ROBINIA di Andrea del 21/05/2009, 19:39
        Intanto grazie della rirposta. Sciaparla cosa vuol dire?
        Altre domande:

        1) Una volta tagliato ed ottenuto un pezzo lungo un paio di metri, lo posso far seccare intero o è meglio tagliarlo a pezzi da 50 cm per farlo seccare meglio?
        2) Se taglio la legna adesso, per dicembre può essere pronta o è meglio aspettare dicembre 2010 ?

        Grazie in anticipo e buona serata.

        Andrea
        • Re: Re: Re: Suggerimenti per taglio alberi di ROBINIA di Gi del 21/05/2009, 21:54
          Mi permetto di dare la mia opinione sul taglio della legna, stoccaggio ecc..
          A parte la luna calante o altre cose particolari che forse non si addicono molto alla legna da ardere, direi che il periodo migliore per il taglio è fine inverno per la minor quantità di liquidi presenti nella fibra, ma anche questo è un buon periodo per tagliare, ma per l'inverno 2010. Lo stoccaggio può essere fatto lasciando il taglio a un metro circa se si prevede di utilizzare la legna dopo circa 16-17 mesi oppure troncarla a seconda delle esigenze se la si vuole utilizzare dopo circa 8 mesi.
          Considerato che la legna stagionata 8 mesi ha una potenza calorica del 30% in meno della legna stagionata 16 mesi, io cercherei sempre di utilizzare quella stagionata almeno due estati, migliore combustione, vetri e canna fumaria più pulita e minor peso nel trasporto. Può essere accumulata anche all'aperto (in mezzo a un campo per esempio) ma va coperta almeno 3-4 mesi prima dell'utilizzo. Del resto non adotterei stratagemmi particolari, meno volte la si maneggia meglio è... il tempo ha più valore...
          Ciao!
          • Re: Re: Re: Re: Suggerimenti per taglio alberi di ROBINIA di Andrea del 30/05/2009, 19:45
            Grazie dei suggerimenti.

            Io ho tagliato la robinia con la luna in fase calante. Mi dicono che va assolutamente spaccata, altrimenti non brucia. Mi piacerebbe sapere se qualcuno ha esperienza diretta con LA ROBINIA sull'argomento, e se sì a partire da quale diametro va assolutamente spaccata per evitare problemi.

            Altra cosa: ho notato che quella tagliata la primavera scorsa presenta delle crepe all'interno, dovute probabilmente al fatto che la linfa si è ritirata, e quindi è sicuramente più facile spaccarla. Considerate giusto spaccarla dopo 1 anno che la si è tagliata o pensate sia meglio spaccarla subito?

            Buon fine settimana a tutti.
    • Re: Suggerimenti per taglio alberi di ROBINIA di VINCENZO del 06/11/2010, 14:20
      io da sempre mi scaldo con la legna che taglio personalmente, ho sempre cercato di rispettare la tradizione locale di abbattere gli alberi in luna calante (anche per non dover litigare con chi taglia con me), ma scorrendo sulla rete si trovano pareri molto discordanti.
      Ma dalla mia esperienza ho notato che soprattutto nei carpini che la cacciata di linfa che cola nei giorni successivi al taglio è determinata soprattutto dalle temperature, quindi temperature basse scarsa vitalità vegetativa meglio ancora se in periodi brevidiurni(giornate che si accorciano/autunno).
      Comunque la cosa più determinante è sempre una buona essicazione, nel caso della robinia, del castagno e della quercia preceduta da un periodo di dilavamento sotto la pioggia per eliminare il tannino che inibisce la combustione.

  • Oggetto: realizzazione canna fumaria di Luciano del 01/11/2010, 22:32
    Messaggio: buongiorno.
    vorrei riscaldare con una stufa (preferibilmente a legna) una stanza che sto ristrutturando (40m2). la stanza si trova al pianterreno di una stalla. non esiste canna fumaria.
    ho la possibilita' di realizzarla sia all'esterno che all'interno dello stabile. al piano di sopra c'e' lo spazio usato una volta per il fienile, e che penso di usare come magazzino. l'altezza totale della stalla e' di circa 6-7 metri (di cui circa 2,30 sono al pianterreno).

    non ho cpmpetenza in materia, ma guardando su internet sembrerebbe di capire (?) che una canna fumaria in acciaio inox a doppia parete potrebbe essere adatta (...?..). data la tipologia dell'ambiente sembrerebbe (?) possibilei realizzarla addirittura dritta, forando il soffitto e il tetto.

    c'e' poi il problema del comignolo: deve per forza essere realizzato in muratura o esistono modelli che si montano direttamente sul tubo in acciaio?

    infine, quali permessi devo chiedere? devo anche avere un tecnico per pratiche tipo DEA ecc?

    in definitiva:
    vorrei realizzare una cosa semplice e pratica, possibilmente in economia, senza problemi estetici, ma ovviamente in sicurezza. quanto potrebbe arrivare a costarmi tutta l'operazione?

    grazie anticipatamente per le risposte ed i suggerimenti
    Luciano
    • Re: realizzazione canna fumaria di Marco del 02/11/2010, 18:13
      Ciao sicuramente in acciaio doppia parete va benissimo, per il comignolo ne esistono che si installano direttamente sul tubo, però il lavoro devi farlo fare ad un fumista abilitato che rilascerà la dichiarazione di conformità a fine lavori.... occhio al passaggio tetto se è in legno, fai molta attenzione a come lo fanno e, se hai dei dubbi scrivi pure.... ciao
      • Re: Re: realizzazione canna fumaria di luciano del 02/11/2010, 19:34
        Marco, grazie della risposta. mi daresti anche una idea del costo approssimativo dell'operazione? per intenderci, di che ordine di cifre stiamo parlando?
        Luciano
    • Re: realizzazione canna fumaria di roberto gioco fuoco del 06/11/2010, 11:06
      ti consiglio una canna fumaria in refrattario le trovi da tutti i rivenditori edili.costano poco
      sono sicure e non accellerano la combustione fai il pozzatto per la raccolta incombusti a terra stai attento al legno e lascia le distanze di sicurezza dall'imbocco. ciao

  • Oggetto: Canna fumaria forno a legna di Carmine del 01/11/2010, 12:15
    Messaggio: Buon giorno a tutti,
    Avrei bisogno di un grande aiuto.
    Nella mia tavernetta era stato costruito un forno a legna di forma cm 90x110, con una cappa autocostruita, con una prima canna fumaria di diametro cm 15 inclinata di circa 45°, che andava a "scaricare" i funi in una seconda canna, in elementi prefabbricati, con una dimensione interna di cm 25x25, lunga circa ml. 10.
    Poichè il tiraggio non era buono (anzi era stata costruita una ulteriore cappa più grande come due imbuti concentrici) e parte dei laterizi della canna avevano fatto infiltrare la condensa nelle stanze dell'appartamento, abbiamo deciso di fare alcune modifiche.
    Per prima cosa abbiamo inserito una canna fumaria in tubi di acciaio diametro mm 150 nella canna di laterizi, facendola fuoriuscire dal tetto ed applicato un terminale "rotante". Poi abbiamo abbattuto la doppia cappa e la canna inclinata, le abbiamo sostituite con una cappa in acciaio (poi rivestita) con base cm 40x30, sulla quale una curva a 45° e un altro tratto di canna diam. mm 150 a ricongiungersi con la prima tramite un raccordo a T 45°.
    Alla stessa canna è stata collegata una cucina a legna della Nordica ad una altezza diversa di quella del forno.
    Problema fumo non risolto, anzi peggiorato, abbiamo rischiato "tamponamenti" a catena (nonchè una bella intossicazione da fumo!!!!) in tavernetta perchè nessuno di noi aveva i fendinebbia .
    C'è un modo per risolvere questa situazione o possiamo abbattere il forno senza farlo soffrire troppo?

    Grazie mille intanto perchè ci siete, poi per la cura e la qualità del servizio.
    Carmine & soci

    P.S.: Se la situazione sarà risolta, ci sarà un altra situazione da sistemare. La "listatura" del piano di cottura è, in parte, "saltata" c'è un modo per sistemarla (entrare nel forno non è possibile, la bocca è di cm 50x30 circa.

    P.P.S.: Ci rendiamo conto che se questa consulenza fosse a pagamento (perchè voi non vi pagate vero?) ci vorrebbero fior di quattrini, vorrà dire che vi ospiteremo nelle nostre serate a pane, pizza, carne alla brace, vino & birra.

    Sempre Carmine & soci
    • Re: Canna fumaria forno a legna di Giovanni Iemmi del 01/11/2010, 12:59
      se la canna era 25x25, bastava rifare il primo raccordo invece che da 150 portarlo a 200 (o anche 220), e intubare con quel diametro invece di ridurlo così tanto senza motivo. E siccome probabilmente nella tavernetta non c'è, provvedere a creare un'idonea presa d'aria esterna. Inoltre verificare la posizione e altezza del comignolo (che è importantissimo) e togliere il terminale rotante (che nel 90% dei casi è piu' un ostacolo che un vantaggio). Per la listatura del piano magari risponderà qualcuno piu' ferrato di me sui forni, ma io comincerei col riempire crepe e buchi con semplicissima sabbia
      • Re: Re: Canna fumaria forno a legna di Carmine del 05/11/2010, 19:52
        Sig. Giovanni, grazie per l'aiuto.
        OK per la canna "troppo ridotta", ci toccherà sfilare da dentro la canna in cemento, quella in acciaio e sostituirla con una più larga.
        Stessa cosa per il terminale rotante ... si accettano consigli per il sostituto.
        Il comignolo è posto vicino alla linea di colmo del tetto e sporge per circa 90 cm (basterà?).
        Domanda (che da conferma della più nera ignoranza in materia!): come si crea una presa d'aria esterna?
        L'idea di installare una cappa aspirante è pura blasfemia o può risolvere la situazione?

        Humm!!! Qui i debiti crescono, una cena non basta più!!!

        Grazie ancora
        Carmine & soci

  • Oggetto: VENDITA PELLET CERTIFICATO DIN PLUS di lorenz del 05/11/2010, 07:51
    Messaggio: Presso albainternational a Scandiano di reggio emilia,potete trovare tutto l anno pellet CERTIFICATO DIN E DIN PLUS,si effetua anche consegna a domicilio.
    www.albainternationalsro.eu

  • Oggetto: termostufa IRIC di giuseppe ghibaudo del 04/11/2010, 18:16
    Messaggio: buongiorno
    per cortesia qualcuno sa dirmi dove posso trovare i riferimenti della ditta IRIC ? n° di telefono ?...

    grazie

    giuseppe ghibaudo

  • Oggetto: Aiuto scelta e installazione di Luca del 02/11/2010, 18:22
    Messaggio: Ciao a tutti, chiedo aiuto e consiglio.
    Ho letto e riletto vari post su questo sito perché è ormai due anni che voglio un termocamino a legna ad acqua da mettere in parallelo alla caldaia a gas e sono ormai esasperato dal fatto di non riuscire ad averlo.
    Dopo aver richiesto vari preventivi online e da rivenditori ho notato che i prezzi online sono molto più bassi e che i rivenditori della mia zona non sono di mio gradimento). Il problema è che non so a chi fare installare il termocamino, ho contattato alcuni idraulici ma alcuni non hanno le competenze, altri vogliono soldi solo per fare il preventivo (mi sembra assurdo!).
    Ora mi sembra stia diventando un impresa titanica comprarlo e farlo installare e quindi chiedo a voi (popolo del forum) se potete consigliarmi marche e modelli o qualcuno disposto a farmi prezzo chiavi in mano, fornitura ed installazione termocamino prezzo massimo che sarei disposto a spendere 3200 Euro (abito a Villa Guardia in provincia di Como). Ovvio, per fare il preventivo fornirò tutte le informazioni necessarie!
    La scelta del termocamino è l'altro aspetto dolente, varie marche, varie funzioni, sono orientato ad un termocamino frontale con porta saliscendi apribile anche a portello per la pulizia, deve essere rialzato da terra perché lo devo installare in un locale ove c'è la possibilità di allagamento (quanto meno avere tutta l'elettronica in alto) e sotto di questo è presente un pozzetto per posa pompa sollevamento acqua (quindi mi servirebbero almeno 30 cm netti sotto il termocamino). Lo voglio con il cassetto cenere estraibile frontalmente per questioni di comodità (il rivestimento lo farò io successivamente)
    Il locale di installazione è alto 2,4m e la distanza tra l'asse della canna fumaria e l'asse dell'uscita fumi avrà un distanza circa di 1,1m e angolo di inclinazione della canna molto elevato (penso che dovrò realizzare il collegamento con tubazione rigida sperando di mantenere un tiraggio ottimale).
    La parte elettrica posso farla fare ad un mio amico elettricista però mi servirà tutto l'occorrente (es. centralina,...).
    La caldaia a gas è distante circa 2,5m dal camino e sulla stessa parete c'è anche la tubazione di scarico.
    Il termocamino dovrà avere dimensione frontale di circa 700mm (dimenticavo, a vaso chiuso).

    Grazie
    Mi metto nelle vostre mani.
    Ciao
    Luca
    • Re: Aiuto scelta e installazione di davide del 04/11/2010, 12:22
      Se vuoi fare un impianto del genere devi spendere almeno il doppio e in più con tutte quelle caratteristiche che dovrebbe avere il termocamino..... per forza nessuno ti ascolta.

      Ciao

  • Oggetto: Odore di gas di Egidio del 04/11/2010, 00:07
    Messaggio: Salve a tutti.
    Vi scrivo per chiedere un vostro parere.
    Ho da pochi giorni riacceso il camino, utilizzando legna nuova e legna vecchia dell'anno scorso.
    Fin quasi dai primi giorni ho notato un fatto particolare, salendo al piano terra, ho il camino nella taverna, e al piano primo, sento un odore di gas abbastanza forte, e questo succede quando il camino è acceso e brucio legna.
    ho interpellato uno spazzacamino e il suo parere è che tale odore dipende dalla legna vecchia.
    Vi risulta? vi è mai successo? grazie a tutti per la risposta

  • Oggetto: ...novità di tasso del 03/11/2010, 23:55
    Messaggio: ...in merito al mio mess. precedente devo, per correttezza di informazione, aggiungere alcune novità:
    sono stato contattato dal titolare dell'azienda, che riconoscendo le proprie mancanze, si è offreto di spedirmi nel giro di poco tempo (diciamo 15/16 di ottobre 2010) di provvedere alla spedizione di una nuova stufa e di restituirmi la metà di ciò che ho sborsato come risarcimento materiale.

    Mi è sembrata una soluzione accettabile e quindi attendo fiducioso nuovi sviluppi... non mancherò di rendere noto tutto ciò che avverrà in seguito.

  • Oggetto: condensa tubi della stufa di Esia Colonna del 03/11/2010, 23:16
    Messaggio: Buongiorno, oggi ho installato la stufa a legna in una vecchia casa campagna,in cui era gia' presente la canna fumaria, diametro 11,5 l'uscita per i tubi della mia stufa é 15, ho messo una riduzione vicino al muro, la lunghezza del tubo è di circa 2,5 m ,si é verificata una perdita di liquido dai tubi, mi sa dire se dipende dalla pendenza del tubo, che forse non é sufficente (ho letto che per ogni metro orizzontale ci deve essere una pendenza di 3 cm) o dipende dalla differenza di diametro tra tubi e canna fumaria, c'é un altro particolare non trascurabile, la canna fumaria non sono sicura che sia fatta con un materiale adatto, a me sembra fatto con una grondaia, potrebbe essere la differenza di temperatura tra "canna fumaria" ed esterno a creare la condensa?
    Attendo sue notizie, a presto e grazie Esian Colonna