Home page
Pubblica annunci qui
Archivio articoli
Mappa sito
Cerca nel sito
Ricerca specializzata

Abbandono: un fuoco che si spegne

Le aziende
Link utili
Domande
Interviste

New Forum

Archivio messaggi
Regolamento Forum

Bibliografia

Mercatino New
Fiere e mostre
I restauratori

Chi siamo
Lettere



Scrivi allo Staff di fuocoelegna.it:
Indirizzo email


Staff fuoco e legna

Via Grazioli 10
I - 10076 Nole (To)


Scrivi al Webmaster
Informativa privacy

Aggiornata al
19 December 2006




Forum sul riscaldamento a legna
caminetti stufe e caldaie a legna e a pellets


Cerca nel forum:
or and

Pagina:
  • Oggetto: Incollare un pesso di maiolica di dariolive del 11/12/2009, 15:03
    Messaggio: Ho rotto un pezzo di maiolica della mia stufa, una Nordica modello Alessia comprata nel 2003; in particolare il pezzetto posto sotto la porticina del cassetto cenere. Spezzato di netto in meta'...
    Con cosa posso incollarlo?

    saluti e grazie in anticipo,

    DARIO



  • Oggetto: macchia su pietra ollare di marco del 29/09/2009, 08:20
    Messaggio: Ho da 6 anni una stufa da 1800 kg in pietra ollare Nunnauunni. Mi trovo benissimo, ma, nel punto dove abitualmente in famiglia ci si appoggia con le mani per riscaldarsi, si è formata una macchia scura che non riesco ad eliminare e che onestamente è antiestetica. Cosa posso fare?
    • Re: macchia su pietra ollare di Giovanni Iemmi del 29/09/2009, 20:53
      premetto che non l'ho mai fatto sulla nunnaauni, ma su altre stufe in pietra, quella macchia superficiale lasciata dal grasso delle mani (lo dovevo fare alla fine di ogni fiera per la gente che la toccava) la toglievo facilmente semplicemente con il lato ruvido di una spugnetta lavapiatti (rigorosamente a secco) o con una carta-vetro molto molto fine
    • Re: macchia su pietra ollare di Paolo Boaglio del 10/12/2009, 17:25
      ciao Giovanni...saluti Marco.
      Da buon amante di NunnaUuni vi dico la mia...(meglio tardi che mai)
      Giovanni ha risposto in modo corretto, ma sulle nostre stufe in pietra dopo le fiere garantisco che è sufficiente passare anche o qualche spruzzata di "vetril" con un po' di leggero olio di gomito, oppure anche una spugnetta abrasiva, ma quello per è utile per macchie che penetrano più in profondità, così come la cartavetro finissima, che, percontro, rischia di lasciare evidenti le "righe di passaggio".
      Per macchie ancora più profonde (soprattutto macchie di fuliggine, qual'ora ce ne fossero...cosa rarissima) ho di recente sperimentato il prodotto della Pyro Feu importata da l' Artistico che è lo smacchiatore per pietre porose e mattoni, però occorre seguire alla lettera le istruzioni indicate!

      Altri mille escamotage esistono con la pietra ollare qual'ora ce ne fosse bisogno per diversi scopi...

      a presto

  • Oggetto: Consiglio per acquisto inserto di Germano del 23/11/2009, 11:25
    Messaggio: Ciao a tutti, vi chiedo una cortesia se potete darmi un consiglio dovrei acquitare un inserto per camino e sono indeciso ho visto Kingfire 65 new (potenza termica 7KW resa 73%), MCZ smartbox 70 (potenza termica 7,9 KW resa 65%) e palazzatti H66 (potenza termica 8,2 KW e resa 76%). Io non ci capisco niente tutti mi dicono che il loro è il migliore ed io per quel poco che capisco ho verificato solo la potenza termica ed il rendimento voi cosa mi potete suggerire??

    Grazie
    • Re: Consiglio per acquisto inserto di Gianni del 23/11/2009, 18:59
      Non c'è un meglio o un peggio... dipende solo come pensi di usarlo o le tue abitudini giornaliere.. prova a immaginare come lo useresti e quanto devi scaldare, poi un consiglio te lo diamo volentieri!
      Ciao!
      • Re: Re: Consiglio per acquisto inserto di Germano del 23/11/2009, 22:38
        E' una casa di montagna che viene usata quasi esclusivamente nei week end o durante dei ponti, quindi non ho necessità particolari, la dimensione è di circa 60 mq. e non ho intenzione di canalizzare l'inserto; gli inserti che ho menzionato sono tutti a legna (anche se questo credo già lo sapessi). Se questo può bastare o se hai altre richieste fammi sapere. Per il momento grazie.
        • Re: Re: Re: Consiglio per acquisto inserto di Germano del 24/11/2009, 21:31
          Scusate se insisto riuscite a darmi un consiglio?
        • Re: Re: Re: Consiglio per acquisto inserto di Germano del 25/11/2009, 14:48
          Non deve essere usato come riscaldamento esclusivo in quanto ho anche i termosifoni ma vorrei mettere un inserto anche per risparmiare.
          • Re: Consiglio per acquisto inserto di andrea del 25/11/2009, 17:57
            Consigliare non è mai semplice, anche per via di eventuali interessi commerciali, se cerchi e guardi un pochino indietro (un mesetto) troverai il mio post sull'inserto che ho acquistato e che rapportando l'esigenza al prezzo mi sta dando grandi soddisfazioni, tenendo sempre presente anche la sua semplicità costruttiva.

            Naturalmente io non sono del settore e non conosco il funzionamento/rendimento di altri inserti più o meno tecnologici, più o meno curati esteticamente, più o meno costosi, ti posso solo dire che al momento sono soddisfatto del mio acquisto.

            saluti
            • Re: Re: Consiglio per acquisto inserto di Germano del 26/11/2009, 15:04
              Grazie ho letto il tuo messaggio.

              Nessun altro sa darmi altre soluzioni??

              Gianni riesci a rispondermi??
              • Re: Re: Re: Consiglio per acquisto inserto di Gianni del 26/11/2009, 19:14
                Io ti consiglio qualcosa di più potente, ma dipende anche il vano del camino dove andrai ad installare l'inserto. E preferibilmente uno in acciaio.. se ci vai saltuariamente avrai preferenza per un modello che si scalda velocemente, molto e che renda subito! Prova a guardare i Jollymec. Se no all'incirca si equivalgono tutti.. tutti scaldano.
                Se fossi in te penserei anche ad una stufa a legna.. potresti risparmiare qualcosa, scaldare bene e avere più autonomia. Inoltre manterresti il camino libero per cuocerci tre bistecche e due salsiccie!
                Ciao!
              • Re: Re: Re: Consiglio per acquisto inserto di badinistore.com del 27/11/2009, 19:16
                Essendo un rivenditore fissato con Piazzetta ti consiglierei questa azienda per affidabilità e ZERO problemi.
                Pultroppo hanno dovuto abbassare i rendimenti per adeguarsi alle normative CEE e quindi non sono concorrenziali in fatto di resa termica.
                Sono dei modelli usciti ancora anni fà e fermi lì, senza nessun accorgimento, però vanno un gran bene.
                Se mi dai le misure del tuo camino posso darti un suggerimento o farti un preventivo.
                Ciao.
              • Re: Re: Re: Consiglio per acquisto inserto di Luigi Savino del 03/12/2009, 16:04
                Signor Germano, da quello che mi è sembrato di capire, lei ha un'abitazione di 60 mq già fornito di impianto sia di riscaldamento che di acqua calda sanitaria che alimenta con una caldaia. Se lei dovesse decidere di installare un termocamino ad acqua con un rendimento superiore all'80% e con produzione diretta di acqua calda, potrebbe collegarlo all'impianto esistente e fare tutto con il termocamino senza alcuna necessità di mettere in funzione la cldaia. Con l'inserto, io credo che spenderà comunque parecchio ed avrà una utilità molto limitata. Questo è il mio parere. Luigi Savino
            • Re: Re: richiesta spasmodica manuale di centro studi diomede del 02/12/2009, 19:13
              Chiedo a qualcuno di buon cuore se è possibile avere il manuale della stufa a pellett Marca PIAZZETTA Mod. P940,
              in quanto impossibilitati a ripararla. Ringraziamo di vero cuore
              • Re: Re: Re: richiesta spasmodica manuale di badinistore del 03/12/2009, 15:03
                Credo che posso fare qualcosa...
                Dammi la tua e-mail che, se la Piazzetta mi autorizza, te la mando.Ciao.
                info@badinistore.com
    • Re: Consiglio per acquisto inserto di Germano del 10/12/2009, 13:43
      Innanzi tutto scusate se non vi ho ringraziato ma sono stato via per lavoro e non mi sono connesso.
      Grazie a tutti per i consigli che mi avete dato, per il momento ho deciso di aspettare ancora per l'installazione perchè vorrei fare una cosa ben fatta e sto valutando se far rompere la cappa per inserire le uscite per aumentare il volume d'aria immesso.
      Ho visto gli inserti jollymec e mi piaceva che avessero anche l'umidificatore in quanto credo che sia importante per evitare problemi di aria troppo secca.
      Comunque se altri hanno da darmi ulteriori consigli sono bene accetti, e quando farò l'acquisto vi farò sapere la mia esperienza.

  • Oggetto: aiuto rumori+canalizzazione aria di Federico del 09/12/2009, 22:13
    Messaggio: salve, avrei bisogno di alcuni consigli tecnici.
    Ho acquistato un termocamino cpc campione ad aria. Ho un appartamento di 67 Mq (altezza soffitti 2,70 m)che secondo me può scaldare interamente.
    Primo problema - rumore in aspirazione. Il camino quando aspira aria dall'esterno, produce un rumore molto forte. Come posso fare per attenuarlo?: devo cambiare il tubo flessibile corrugato con uno liscio, oppure devo insonorizzare quello che c'è?
    secondo problema - canalizzazione. Quella che c'è attualmente è praticamente insufficente poichè oltre al soggiorno raggiounge solo il disimpegno nella zona notte. (mi avevano consigliato così! altrimenti, dicevano, rischiavo di soffocare dal caldo. purtroppo invece, scaldo solo mezza casa e le camere rimangono freddine.) Vado al dunque... Vorrei portare la canalizzazione su tutte le stanze (altre 2, lunghezza tubo circa 9 metri lineari in totale): per ottenere le migliori performances devo isolare i tubi con lana di vetro?, inoltre per la canalizzazione devo utilizzare tubi di diamtro ridotto?
    Se posiziono le bocchette di uscita sopra le porte (si accettano soluzioni diverse) e quindi a 50 cm dal soffitto, non richio di scaldare il soffitto e avere le stanze tiepide? (l'aria fredda presente nella stanza rallenterebbe la "discesa" dell'aria calda che già di suo va in alto) Accetto qualsiasi consiglio.

    Ringrazio anticipatamente per i consigli, e la pazienza

    Saluti

  • Oggetto: STUFA ITALCAMINI di nicola del 16/11/2006, 00:30
    Messaggio: MI HANNO REGALATO UNA STUFA A PELLETS DELLA ITALCAMINI MA NON FUNZIONA MOLTO BENE!! C'E' QUALCUNO CHE CONOSCE QUESTA MARCA PERCHE' IN INTERNET NON RIESCO A TROVARLA DA NESSUNA PARTE E VOLEVO CHIEDERE DELLE SPIGAZIONI AL PRODUTTORE??
    CIAO A TUTTI E GRAZIE
    • Re: STUFA ITALCAMINI di zangi del 16/11/2006, 07:24
      Che problema ti da? E che modello è?
      Ciao
      • Re: Re: STUFA ITALCAMINI di zangi del 16/11/2006, 07:27
        Dimenticavo......SE è Italiana Camini CAT e produttore sono Edilkamin, rivolgiti tranquillamente a loro.
        Ciao
    • Camino a legna aperto di RENATO del 09/12/2009, 18:50
      Devo collocare un camino a legna aperto.La canna fumaria non può essere collocata totalmente in verticale. Dal camino parte verticalmente per circa mt,1,50 per poi inclinarsi per circa mt. 2,00 quindi, risalire verticalmente. mi dicono che l'inclinazione non pregiudica il tiraggio se essa non supera i 45°. Qualcuno ha e perienza in merito? Potrò collocare la canna fumaria con tale o diversa inclinazione? Grazie.

  • Oggetto: gravissimo problema termocamino. aiutatemi di giovanni del 30/10/2009, 15:26
    Messaggio: saluto tutti quelli del forum che trovo utilissimo. mi auguro possiate aiutarmi.
    ho da poco installato un termicamino artigianale perchè la ditta che hop chiamato mi ha detto che avevano quelli di marca ma possedevano un loro brevetto e costruivano dei termocamini.
    ho optato per quello costruito da loro.
    ho questi problemi: il primo si verifica quando apro lo sportello per mettere altra legna tutto il fumo presente nella camera esce fuori è normale?
    le prese d'aria interne sono rivolte verso il vetro per non farlo diventare nero: lo diventa lo stesso e in più quando apro si creano delle turbolenze che spingono il fumo fuori.
    ma il problema gravissimo è questo: se faccio un bel carico di legna, arrivato verso gli 85° incomincia ad uscire del fumo, che non è quello della legna, dalla cappa volutamente lasciata aperta in cima che rende l'aria irrespirabile
    la ditta mi ha detto che era la vernice nuova ma a due mesi di distanza e con un'accensione quotidiana lo fa ancora. aiutatemi, grazie
    • Re: gravissimo problema termocamino. aiutatemi di Luigi Savino del 30/10/2009, 16:18
      Il termocamino è un vero e proprio generatore di calore al pari delle caldaie a gas o a gasolio ed ha le stesse necessità di funzionalità e sicurezza. Pertanto non può essere costruito da chi non ha le conoscenze per farlo. A mio avviso tu sei stato sfortunato e fortunato contemporanemente. Sfortunato in quanto non credo che riuscirai mai a risolvere i problemi evidenziati. Fortunato in quanto quel termocamino è sicuramente privo di certificazione CE. Pertanto, se lo desideri puoi denunciare chi lo ha costruito, chi lo ha venduto o entrambi e farti rimborsare sia le spese sostenute che i disagi subiti. Poi se lo ritieni opportuno ti fai installare un vero termocamino. Questo credo sia l'unico modo per risolvere la situazione
      • Re: Re: gravissimo problema termocamino. aiutatemi di giovanni del 30/10/2009, 17:09
        grazie dell'aiuto.
        ma dimmi una cosa, perchè ho fissato un incontro con il responsabile della ditta.
        è normale che quandi apri le porte per mettere la legna esce il fumo fuori?? a te succede?
        grazie
        • Re: Re: Re: gravissimo problema termocamino. aiutatemi di badinistore.com del 31/10/2009, 10:03
          Mi stropiccio gli occhi a leggere quel che ti è successo...
          I casi possono essere molteplici e ti auguro di risolvere il problema.
          Consiglio che ti posso dare è quello di farti sostituire il tutto con una cosa che funzioni e che sia certificata.
          Assumi tutta la responsabilità al rivenditore e a colui che te lo ha installato.
          Se gli allacciamenti e i condotti per l'evacuazione dei fumi sono fatti in modo corretto è fisicamente impossibile che ti esca il fumo dalla camera di combustione, anzi, la fiamma dovrebbe rinvigorirsi di più.
          Se ti fà fumo dopo due mesi di utilizzo secondo il mio misero punto di vista hai già qualche problema di perdita dello scambiatore termico.
          Fai esaminare quello che ti è stato venduto o fatto da una terza persona esperta per avere delle contro prove.
          Consiglio che ti posso dare è anche quello di non utilizzarlo più, in attesa della risoluzione.
          Buona fortuna.
    • Re: gravissimo problema termocamino. aiutatemi di bruno del 09/12/2009, 18:44
      salve.
      ho recentemente fatto installare un termocamino di marca Nordica.Durante le giornate ventilate ho riscontrato la presenza di fumo che fuoriesce dal termocamino.
      Mi hanno consigliato di installare un comignolo a botte oppure una "palla" girevole da installare sul comignolo.
      gradirei avere un vostro pareree vi ringrazio in anticipo.

  • Oggetto: Eccessivo tiraggio stufa a legna - che faccio?? di Roberto del 28/11/2009, 19:26
    Messaggio: Ciao a tutti e complimenti per il forum.....

    Ho comprato ed installato questa stufa a legna Sideros
    http://sideros.it/prd_644.html

    Il mi problema è che tira troppo e che la fiamma strappa.... pure ad aria primaria chiusa..... ha un'ingresso di aria secondaria (non regolabile) proprio dietro al vetro (nella parte alta del telaio del vetro) da cui entra sempre aria e di conseguenza vedo la fiamma che strappa... se provo a chiudere l'aria secondaria con un panno "accartocciato" (e la primaria è aperta metà o anche un quarto) la fiamma è "tranquilla", bella, silenziosa....

    Ho installato la stufa all'interno di una nicchia che era già nel muro nella casa (comprata ed ora in ristrutturazione) sfruttando un "passaggio" che era già presente nel muro.

    Questa foto è stata fatta durante i lavori.
    http://www.postimage.org/image.php?v=aV1fVdrA
    La canna in acciaio inox da 100 è quella per i fumi della stufa che attraversa il solaio ed esce dal tetto il tutto direttamente ed esattamente in verticale. Il flessibile che si vede di fianco alla canna inox (flessibile da 80) l'ho messo perchè ci attaccherò, sotto al tavellone più alto dei due, un aspiratore da usare se e quando, sulla stufa (classica con i cerchi in ghisa sopra), vorrò cucinare qualcosa..... (ad oggi è tutto chiuso e murato e non si vede nulla e lo stesso aspiratore rimarrà nascosto alla vista).

    Come vedete la canna inox per i fumi della stufa è "dentro al muro" ed esce fuori direttamente dal tetto (casa indipendente).

    Questa è invece la parte esterna.
    http://img121.imageshack.us/img121/6596/pic0022.jpg
    Purtroppo non è stato possibile montare (per ora) gli shunt in quanto avrei dovuto tagliare parte del supporto in legno del tetto (tetto vecchio che rifarò più avanti quando avrò finito i lavori attuali ed avrò qualche euro da spendere) e non mi sembrava il caso. Monterò gli shunt quando rifarò il tetto.

    Tornando alla stufa.... ho notato come detto che tira troppo... quando l'accendo (carta di giornale e pezzetti di legno di cassette di frutta come "innesco", ci vogliono pochissimi secondi per scaldare la canna fumaria e poi tira che è una bellezza... pure troppo!

    La stufa non ha regolazioni se non l'aria primaria sullo sportellino in basso da cui si accede al cassetto della cenere.....

    I lavori sono ancora in corso a casa ma l'ho installata qualche giorno fa e la sto "rodando" piano piano......

    Ho cercato aiuto e risposte sul forum ma un vostro parere specifico per la mia situazione sarebbe perfetto!!!

    GRAZIE MILLE!

    Roberto
    • Re: Eccessivo tiraggio stufa a legna - che faccio?? di Giovanni Iemmi del 28/11/2009, 19:40
      la 644, oltre alla primaria, ha anche una farfalla che parzializza l'uscita fumi. La cosa piu' semplice con quel tipo di stufa è mettere un'ulteriore valvola a farfalla sul tubo in modo da poter avere un'ulteriore regolazione di tiraggio.
      • Re: Re: Eccessivo tiraggio stufa a legna - che faccio?? di Roberto del 28/11/2009, 20:09
        Ciao e grazie per la risposta.....

        Ma questa valvola a farfalla sulla 644 dove sta???????

        Per il resto avevo pensato a mettere una valvola a farfalla sul tubo... tu intendi una come questa?

        http://www.ferroefuoco.it/product.php~idx~~~5~~datasetpointer~~~1~~05.+L+300+V~.html

        Praticamente la dovrei mettere tra la stufa e l'innesto con la canna inox giusto????

        La mia unica paura è di regolare male la farfalla rischiando grosso in casa!
        • Re: Re: Re: Eccessivo tiraggio stufa a legna - che faccio?? di Giovanni Iemmi del 28/11/2009, 23:22
          allora: nella parte porteriore del collare della stufa dove si collega il tubo dovrebbe esserci un forellino da cui esce un levetta di metallo e dentro il collare c'è una valvolina in ghisa che chiude parzilmente il tubo. Sottolineo "parzialmente", perchè non lo chiude mai completamente.
          Quando la stufa arriva imballata pero' la valvolina è dentro, da montare.

          Per quanto riguarda la valvola che dicevo io, ci sono delle valvoline che puoi piazzare su qualsiasi tubo semplicemente facendogli un buco col trapano.
          Guarda al fondo di questa pagina:
          http://spazioinwind.libero.it/fercasapd/08/Tubi stufa.htm
    • Re: Eccessivo tiraggio stufa a legna - che faccio?? di Roberto del 29/11/2009, 08:06
      Giuro che quando l'ho aperta la valvolina non c'era.... ricontrollo all'interno della documentazione ma non mi pare di averla vista....

      Per quanto riguarda la farfalla che mi hai segnalato invece... interessante! E non c'è rischio che si chiuda troppo e quindi "fumo in tutta casa"?

      Grazie ancora... sei gentilissimo!
      • Re: Re: Eccessivo tiraggio stufa a legna - che faccio?? di Giovanni Iemmi del 29/11/2009, 11:16
        puo' darsi che la sideros allora l'abbia eliminata, ma mi stupisce. Per la valvolina, starà a te gestirtela in base al tiraggio della tua canna. Un consiglio (per esperienza diretta :-P): non prenderla di un diametro inferiore pensando "così non chiude completamente", perchè se no non quadra la lunghezza e non riesci a montarla ;-)
    • Re: Eccessivo tiraggio stufa a legna - che faccio?? di Roberto del 29/11/2009, 15:01
      Ho controllato ma non c'è nè quel forellino con levetta nè altro nelle istruzioni..... comunque tra poco vado dove l'ho comprata e ne controllo una in esposizione.....

      L'unica cosa che si muove, nella parte alta della stufa (sotto ai cerchi in ghisa), è una superficie metallica che sta praticamente tra la fiamma ed il tubo.... e si muove un po'....

      Comunque sulla testata, a destra e sinistra del collare, ci sono una A (aperto?) ed una C (chiuso?).... ma non c'è nessuna valvola!

      :-(
      • Re: Re: Eccessivo tiraggio stufa a legna - che faccio?? di Giovanni Iemmi del 29/11/2009, 21:54
        eh si, le lettere indicano quello, ma la mancanza del foro potrebbe significare una modifica della ditta. In ogni caso la cosa piu' semplice ed economica è metterla sul tubo come già ti ho suggerito
    • Re: Eccessivo tiraggio stufa a legna - che faccio?? di Roberto del 30/11/2009, 05:29
      grazie mille giovanni... oggi giro alla ricerca di quella valvola che mi hai indicato.... ma una telefonata all'azienda per capire la "questione forellino" la voglio fare.....

      Grazie ancora!
    • Re: Eccessivo tiraggio stufa a legna - che faccio?? di Roberto del 03/12/2009, 17:43
      Ciao Giovanni.... sono andato a vedere la stufa in negozio (Leroy Merlin) ed effettivamente sul collare c'è un forellino sulla parte porteriore... il forellino anteriore rimane invece "sotto" ai cerchi in ghisa della testata....

      Probabilmente nella mia non c'ho fatto caso (ma devo togliermi lo sfizio di ricontrollare una cosa in negozio) perchè sul collare c'ho innestato il tubo togliendo la "lana" che c'era ed usando silicone rosso per alte temperature (con la lana che c'era il tubo non si innestava).

      Comunque ho trovato un negozio qui in zona che, al telefono, mi ha detto di avere quella valvola... o la metto sul collare o su un innesto più alto....

      Comunque grazie e, appena possibile, ti aggiorno!
      • Re: Re: Eccessivo tiraggio stufa a legna - che faccio?? di Gianni del 03/12/2009, 19:12
        Attento, il silicone rosso non tiene le temperature di un raccordo di uscita fumi. Prima o poi ti si cuoce, si secca e si sbriciola. Meglio le sue guarnizioni in fibra..
        Ho avuto esperienze dirette...
        ciao!
    • Re: Eccessivo tiraggio stufa a legna - che faccio?? di Roberto del 07/12/2009, 18:40
      Trovata la valvola a farfalla! Appena possibile la monto... ma come "capisco" quando è aperta il giusto???

      Grazie per tutti i tuoi consigli giovanni!
      • Re: Re: Eccessivo tiraggio stufa a legna - che faccio?? di Giovanni Iemmi del 07/12/2009, 18:51
        prima di tutto ricorda di montarla con la valvola allineata alla maniglia in modo da sapere sempre la sua posizione. Poi durante il funzionamento penso che lo vedrai dall'andamento della stufa come regolarla
    • Re: Eccessivo tiraggio stufa a legna - che faccio?? di Roberto del 08/12/2009, 10:03
      Quindi maniglia orizzontale con valvola orizzonate... se sposto la maniglia in verticale si sposta nello stesso verso anche le valvola....

      Grazie ancora giovanni!!!

  • Oggetto: Ti di vratojr del 03/12/2009, 20:06
    Messaggio: Ciao a tutti. Dopo aver sentito opinioni discordanti dai rivenditori, vengo da voi con una domanda che mi angustia molto. Sto ristrutturando casa e vorrei mettere un bel caminetto, al centro di una parete. Il problema e' che l'uscita della canna fumaria (gia' esistente) non e' sopra al punto in cui voglio mettere il camino ma rimane piuttosto sfalsata. Quindi il tratto iniziale della canna che raccorda il camino al tratto gia' esistente deve essere obliquo. I dati sono i seguenti:

    Lunghezza del tratto obliquo: 210 cm
    Inclinazione: 60° rispetto alla verticale
    Lunghezza della canna nel tratto verticale: 5m
    Diametro canna: 25 cm

    La parte esterna della canna verra' rifatta nuova con tutti i crismi.
    Il camino non e' ancora ben definito ma sara' sicuramente uno di quelli con antina in vetro saliscendi, con un'uscita fumi da 20cm di diamtro (tipo http://www.piazzetta.it/index.php?page=shop.product_details&flypage=shop.garden_flypage&product_id=66&category_id=8&option=com_phpshop&Itemid=13&lang=it)

    C'e' chi si dice arcisicuro che tirera' e c'e' chi dice che non garantisce niente. Io non so dove piacchiare la testa perche' la canna non la posso spostare ma il camino lo voglio al centro della casa!:)

    Qualcuno di voi puoi darmi un parere?

    Grazie in anticipo,

    Simone.
    • Re: Ti di paolo del 04/12/2009, 08:31
      Una canna del genere (anche con pendenza al di fuori delle regole)non può che tirare bene. Poi molto dipende dal prodotto (camino) che si utilizza, non conosco le caratteristiche del modello indicato. Altro fattore importante è il volume dell'ambiente dove va collocato, ma questo è sempre in funzione del caminetto che si sceglie. Stesso discorso per la presa d'aria esterna.
      Saluti.
      • Re: Re: Ti di vratojr del 06/12/2009, 16:31
        Intanto grazie per la risposta, pero' perche' dici che non puo' che tirare bene?
        • Re: Re: Re: Ti di paolo del 07/12/2009, 10:07
          La lunghezza totale della canna fumaria dovrebbe essere 5+2 = 7 metri giusto? Il diametro Ø 250, ok?
          Beh! Con questi valori e con una presa d'aria adeguata il tiraggio dovrebbe essere buono, superando anche la difficoltà d'evacuazione dovuta alla pendenza di 60°.

  • Oggetto: CERCO CORSO PER MONTAGGIO E RESTAURO STUFE IN MAIOLICA TERRA COTTA di MARCELLO MORETTI del 06/12/2009, 18:38
    Messaggio: ABITO A TRIESTE, HO UN'OTTIMA MANUALITA IN DI LAVORI IN MURATURA E PIASTRELLATURA PICCOLA FALEGNAMERIA
    SONO UN APPASSIONATO DUI CAMINI E STUFE , CERCO IN ITALIA O ALL'ESTERO CORSI PER RESTAURO STUFE A IN MAIOLICA E TERRACOTTA .
    MARCELLO MORETTI info@aimoretti.it

  • Oggetto: stufa a pellet o termocamino combinato? di lucia del 04/03/2009, 18:55
    Messaggio: io e il mio fidanzato stiamo per costruire casa e vorremmo realizzare un impianto radiante a pavimento. siamo molto indecisi se collegare questo impianto a un termocamino combinato legna/pellet oppure ad una stufa a pellet e poi eventualmente realizzare un camino semplice. ma è vero che i termocamini combinati quando funzionano a pellet consumo molto di più delle stufe????
    • Re: stufa a pellet o termocamino combinato? di leo2008 del 04/03/2009, 22:28
      ti posso dire che in parte quello che hai sentito a riguardo dei termocamini combinati è vero, perchè
      la maggior parte di termocamini legna/pellet hanno una camera di combustione enorme e quindi il calore si disperde per poi andarsene con i fumi , cosi come i gas altamente infiammabili sprigionati dalla legna o dal pellet se ne vanno per la canna fumaria incombusti .
      tra i produttori di camini combinati l'unico con i rendimenti più alti è la jollymec con il foghet 93,7%di rendimento a pellets (di più di tutte le stufe solo pellet in commercio ) a discapito un po della capienza di legna .
      un altro piccolo inconveniente è quello di non poterci cucinare ,
      per il resto va alla grande, anche nal prezzo .
      comunque devi decidere se avere un camino per cucinare o no .
    • Re: stufa a pellet o termocamino combinato? di gianca51 del 05/03/2009, 07:46
      Un generatore di calore ibrido legna/pellets non può avere lo stesso rendimemto di un generatore progettato per la combustione di un determinato tipo di biomassa, anche se dispone di camera di combustione separata.
      A babbo Natale ci credono solo i bambini piccoli e chi crede ai dati manipolati delle case costruttrici.
      Ricordati che se usi un sistema di emissione a pannelli radianti che lavorano a bassa temperatura 35/40°C, devi mettere un elemento di scambio termico, scambiatore a piastre o boiler con serpentino, perchè il generatore a biomassa non può lavorare con temperature di ritorno >45°C.
      I miscelatori per una regolazione termostatica che taluni idraulici propongono, non rappresenta una soluzione tecnicamente e economicamente corretta:
      produci acqua a 55/60°C per poi raffreddarla a 35/40°C con una parte di questa a 55/60°C che devi far gestire ad una valvola anticondensa.
    • Re: stufa a pellet o termocamino combinato? di antonio del 10/03/2009, 16:02
      sicuramente un termocamino pellet/legna ti levi tutti i problemi è vero che se lavori solo a pellet consumi di piu ma lo scopo di questi caminetti è di lavorare a legna il pellet si usa la notte-se sei via oppure per accendere la legna con un impianto a pavimento (ottima scelta!!)e un bollitore adeguato sei a posto puoi vedere qualcosa su www.intermek.it
    • Re: regolazione termocamino Foghet acqua di Domenico del 06/12/2009, 16:46
      Ciao a tutti, ho un problema con la regolazione del termocamino Foghet ad acqua della Jolly-Mec.Ho comprato un pellet diverso da quello che fino ad ora ho9 usato pellet misto della Edilkamin prodotto in Bulgaria.Il pellet che sto attualmente usando è Mister Focus 5180 della Sitta di Udine, premetto che è faggio al 100%.Non ho più la temperatura che avevo prima, è molto più bassa.Spero che qualcuno mi possa aiutare.

<< Pagina precedente | Pagina successiva >>