Forum

Cerca nel forum:
or and

Vai alla radice del thread

  • Oggetto: "Re: TERMOCAMINO "Vulcano " contro "Clam"" di Gabriele del 18/01/2010, 21:44
    Buona sera sig Alessio, ho montato un termocamino vulcano 30-2 per la mia casa di 150 mq circa un mese fa e mi trovo benissimo. Su consiglio del Dott. Savino ho addirittura deciso di non installare alcuna caldaia a gas, e di questo non mi pento affatto. Certo è, che non si hanno le comodità offerte da uno strumento programmabile come la caldaia, ma le posso garantire che usando il vulcano in meno di 20 minuti (16-17 per la precisione)ho l'impianto a pieno regime, con l'acqua nei termosifoni che viaggia a 55° nei minuti iniziali. Da quel momento l'ambiente inizia a riscaldarsi. Come ogni cosa questo risultato è relativo. . . mi spiego meglio. Per poter ottenere un risultato del genere occorre innescare il fuoco con legna che produce molta fiamma, ed occorre altresì far prendere al fuoco molta più aria di quanta sia necessaria per il mantenimento a regime della temperatura. Per far ciò basta tenere sollevato lo sportello di 1-2 cm. Un altro dato importante è la temperatura dell'acqua interna. Un'ottima coibentazione, infatti, permette all'acqua del termocamino di mantenersi a temperature anche di 30-35 gradi a distanza di 15 ore da quando si è spento il fuoco acceso il giorno prima. Ciò permette di portare a regime l'impianto di riscaldamento in appena 10 minuti da quando si accende di nuovo il fuoco. Diverso è il discorso nel momento in cui si accende il fuoco dopo che non si è fatto funzionare il termocamino per più di 2 giorni. In questo caso, il tempo necessario per il raggingimento della temperatura dell'acqua di 55° (necessaria per avviare il circolatore dell'impianto di riscaldamento)è sicuramente maggiore, stimato in circa 30 minuti. Io lo uso da un mese tutti i giorni e mi trovo benissimo, sia come produzione di acqua sanitaria che come fonte di riscaldamento. Rinunciando a qualche comodità si riescono a risparmiare centinaia di euro che altrimenti, per ottenere gli stessi risultati, verrebbero spesi in bollette del gas. Per concludere, non sono un tecnico, ma credo che il termocamino, qualsiasi esso sia, non è compatibile, in termini di ottimale funzionamento, con l'impianto di riscaldamento a pavimento.

  • Leggi il regolamento del forum. Il tuo indirizzo IP: 107.22.48.243 viene memorizzato, ma non visualizzato.

    Il tuo nome:
    La tua email:
    Verifica. Riscrivi email:
    Oggetto del messaggio:
    Il tuo messaggio:

    La password è 072040. Inserisci la prima e l'ultima cifra della password senza spazi nel codice di controllo!

    Codice di controllo:

    Con l'invio del messaggio dichiari di aver letto:

    Dichiari inoltre di accettare la pubblicazione del tuo messaggio sul sito e di assumerti ogni responsabilità civile e penale in merito al contenuto del messaggio. La tua email serve come verifica utente per poterti contattare in merito ai contenuti del tuo messaggio e non viene pubblicata. Se inserisci un tuo indirizzo email valido, ti viene spedita una email che ti autorizza a pubblicare il messaggio.

    Messaggi di risposta:

    Re: Re: TERMOCAMINO "Vulcano " contro "Clam" di Alessio del 19/01/2010, 13:09
    Grazie mille Gabriele (le dò del tu se posso...)
    Quindi in linea di massima mi conferma che è un buon prodotto cosa che immaginavo....l'unica cosa è che devo scegliere bene se mettere lo stesso il camino anche se non sono a casa durante il giorno (metterei comunque la caldaia per le necessità urgenti ma che utilizzerei solo per emergenze e in estate).
    Volevo avere delle informazioni tecniche per capire che significa visto che non me ne intendo..

    - che significa installazione a vaso aperto o chiuso?Quale delle due è meglio e perchè si sceglie l'una o l'altra?
    - Accendendo il termocamino verso le sei di sera potrei usufruire del calore in un oretta (senza usare legna che fà fiamma o altro..insomma un accensione normale)
    - Gabriele come consumi a quanto siamo?Cariche di legna...

    grazie
    A presto...