Forum Fuoco e Legna

Cerca nel forum:
or and

Pagina:
  • Oggetto: canna fumaria interna in muratura danneggiata, che fare? di Alberto del 14/02/2006, 22:27
    Messaggio: la canna fumaria in muratura della mia abitazione(diametro 200mm), che serviva un caminetto a legna, a seguito di una cattiva manutenzione, si è lesionata longitudinalmente per quasi tutta la sua lunghezza (6mt.) Ho fatto ripristinare le crepe ma non sò più che fare. Ho il terrore che esca del fumo. Alcuni mi hanno consigliato di intubarla con elementi in acciaio inox (diametro 180) e di riempire lo spazio tra la vecchia canna e quella nuova con materiale coibentante. Mi chiedo se con la posa in opera della canna fumaria inox di diametro inferiore potrò avere problemi di tiraggio.
    • Re: canna fumaria interna in muratura danneggiata, che fare? di Iorio del 15/02/2006, 00:50
      Ciao,non sono un tecnico ma provo a stimolare gli esperti.Probabilmente il tiraggio sarà migliore e più sicuro.Puoi usare anche una canna già coibentata,bisogna valutare i costi,chiedi e verifica che siano di qualità.

  • Oggetto: Vietato usare stufe e camini in Lombardia?? di cinzia del 14/02/2006, 20:50
    Messaggio: Ho letto su un quotidiano che in Lombardia è (o sarà tra breve) vietato utilizzare stufe e camini senza appositi filtri per l'abbattimento delle polvei fini prodotte dalla combustine della legna. E' una bufala? Qualcuno ha notizie in merito?

  • Oggetto: sto facendo bene di evandro del 11/01/2006, 15:51
    Messaggio: Ho chiesto un preventivo per montarmi gli allacci di un pannello solare(produzione acqua calda), un termocamino ad acqua (con produzione di acqua sanitaria + riscaldamento)ed una caldaia a condensazione.
    Premetto che lo sviluppo della casa è circa 55 mq piano inferiore (dove è situato il termocamino) e 55 mq piano primo, sopra è stipato il tetto dove dovrebbero essere installati i pannelli solari.
    Tutto questo al posto di un camino normale, una caldaia normale e senza pannelli solari.
    Costruzione (porzione di bi famigliare) vicino al litorale romano.
    Vorrei sia rispettare l'ambiente che risparmiare sui costi d'esercizio.
    Sapreste anche dirmi il costo per l'installazione nell'uno e dell'altro caso?
    GRAZIE
    • Re: sto facendo bene di Piero del 14/02/2006, 18:33
      Non ti so dire sui costi, perché non sono un installatore. Tuttavia io ti consiglierei di abbinare un boiler da accumulo al termocamino, ai pannelli solari e alla caldaia a condensazione, da dimensionare opportunamente. Quindi prima di chiedere i prezzi, fatti fare un progettino da un termotecnico e con quello in mano chiedi dei preventivi a degli installatori.

  • Oggetto: sto facendo bene di evandro del 14/02/2006, 17:16
    Messaggio: vorrei sollecitare la mia domanda fatta l'11/01/06 ore 15.51, avrei voglia di capire se sto sbagliando qualcosa, qualcuno mi risponda: grazie
    • Re: sto facendo bene di Piero del 14/02/2006, 18:24
      A che pagina è? Dovresti postare sotto al messaggio che ti interessa sollecitare, così lo porti sù.

  • Oggetto: si può cucinare nei termocamini? di Sonia del 25/01/2006, 17:38
    Messaggio: Ciao a tutti.
    Sto per acquisatre un caminetto a vetro, ventilato della montegrappa.
    Lo preferisco a quelli tradizionali sia per la SICUREZZA che per la potenzialità di RISCALDAMENTO che ha.

    Però molte persone mi dicono che nei caminetti a vetro non è possibile cucinare! E' vero?
    E per quale motivo? La causa è che il monoblocco p troppo piccolo o che questi termocamini avrebbero problemi di tiraggio con il vetro alzato? (la canna di uscita del termocamino che comprerò è di d=180, mentre la canna fumaria del camino è di d=200 e alta 6 metri )

    Insomma,
    che tristezza avere un camino e non poterci nemmeno cucinare una fettina!!!
    • Re: si può cucinare nei termocamini? di Michele del 27/01/2006, 22:11
      Avevo un Edilkamin e come impianto di riscaldamento andava bene, però quando si tiene il vetro aperto si apre la valvola che consente il "giro fumi", cioè si perde calore per il riscaldamento. Poi i T. camini in genere non hanno una bocca tanto grande quanto un caminetto tradizionale, che puo fare grande come vuoi; non mi sembrano proprio macchine progettate per cucinarci. Insomma é possibile, ma scomodo.
      • Re: Re: si può cucinare nei termocamini? di Sonia del 29/01/2006, 14:37
        quindi il problema x cucinare in un termocamino è semplicemente la grandezza del piano.

        Io pensavo fosse dovuto all'uscita fumi o a problemi di tiraggio (con il vetro aperto).

        Insomma, basta trovare una grioglia adeguata e ci si può cucinare?
        • Re: Re: Re: si può cucinare nei termocamini? di Michele del 30/01/2006, 21:55
          il t.camino che avevo io, credo valga per tutti o quasi, con il vetro aperto tira meglio, infatti si apre la valvola che impone ai fumi di passare per tutti gli scambiatori di calore verso l'acqua dell'impianto, e mette la camera di combustione "in presa diretta" con la canna fumaria. In questo modo si facilita l'accensione. Così ovviamente, la maggior parte del calore, anzichè scaldarti casa va via per il camino, cioè mentre cucini difficilmente potrai tenere in circolazione l'acqua nell'impianto dei termosifoni. Inoltre essendo tutto in acciaio, mentre cucini l'agognata fettina ti fai una bella sauna. Ripeto, non mi sembrano proprio apparecchi progettati per cucinarci... magari goni tanto. Io con due camini di cui uno tradizionale, per cucinare avevo rinunciato ad usare il t.c.
    • saune di francesca fichi del 14/02/2006, 18:08
      intendo installare una sauna in casa ma mi spaventa il consumo energetico, esistono in commercio saune riscaldate a legna, se si è possibile sapere a chi rivolgersi? grazie fin d'ora a chi mi darà informazioni

  • Oggetto: potere calorifico pellet di Giuseppe del 14/02/2006, 11:40
    Messaggio: Buongiorno,
    avendo una stufa a pellet ho consultato le schede tecniche di molte marche e tipi di pellet per spere meglio quale utilizzare e ho trovato alcune differenze che non capisco; alla voce potere calorifico alcuni scrivono 4,9kWh/kg altri 5,180 o 4,900 kcal. che differenza c'è fra le due unità? quale è migliore?!? in quella espressa in kW/kg c'è anche la dicitura valore calorifico "....kW/Kg inferiore"
    Grazie anticipatamente
    • Re: potere calorifico pellet di alessandro del 14/02/2006, 13:12
      per giuseppe e per gli altri lettori :
      al sito www.compagniadelleforeste.it / sherwood / aulamagna si può leggere il numero 3 dove si parla del pellet : dalla varie normative, alle caratteristiche, potere calorifico, stoccaggio, sistemi di lavorazione. molto interessante.

  • Oggetto: CAMINETTI ALIMENTATI A PELLETS E LEGNA di FEDERICO del 13/02/2006, 21:49
    Messaggio: Abito nella provincia di Vicenza e vorrei avere delle informazioni sulle stufe o caminetti alimentati a pellets e a legna.
    Ogni anno ho a disposizione nella legnaia 100 ql di legna da consumare, attualmente ho una termocucina della ditta BERTON da ormai 15 anni.
    Riesco a riscaldare un appartamento di 150 mq ma sono convinto che oggigiorno ci sono sul mercato termocucine che hanno un rendimento migliore e magari versatili con l'ausilio di mais o del pellets.
    Ho gia' avuto modo di vedere in fiera un caminetto della Foghet alimentato a legna e a pellets che riscalda l'acqua.

    Conoscete qualche altro produttore di questi tipi di stufe o caminetti?
    C'e' qualcuno che gia' sta utilizzando queste stufe della Foghet e come si stanno trovando?
    Ci sono problemi nella doppia alimentazione per quanto riguarda la combustione?
    Ci sono problemi di rumorosita'?

    Grazie per l'attenzione.
    • Re: CAMINETTI ALIMENTATI A PELLETS E LEGNA di Geppino del 14/02/2006, 12:51
      Anche io sto pensando ad una termostufa a pellet o a legna o combinata pellet-legna ma dalle informazioni che ho avuto quelle a pellet-legna sono da escludere perchè:
      1)scaldano bene con la legna ma richiedono tronchetti piccoli ed un continuo rifornimento;
      2)scaldano male con il pellet e consumano molto perchè la combustione avviene lontano dai tubi.
      saluti a tutti
    • Re: CAMINETTI ALIMENTATI A PELLETS E LEGNA di pasquale del 14/02/2006, 14:41
      Anch'io ho una termocucina e penso che a breve la sostituirò con una caldaia a fiamma rovesciata. Le termocucine i termocamini e via dicendo vanno bene se uno è sempre in casa e li alimenta ogni ora.

  • Oggetto: richiesta informazioni di roberto del 14/02/2006, 14:30
    Messaggio: Devo acquistare una termostufa idro e' sono orientato su una Stufa Vulcania 29kw pellet, c'e' qualcuno che puo' darmi eventuali informazioni rassicuranti in merito al prodotto scelto e/o chi gia' la usa puo' dirmi come va e quanto consuma - la mia abitazione e disposta su tre livelli e misura circa 180 m2

  • Oggetto: caminetto bifacciale di Silvio del 14/02/2006, 06:54
    Messaggio: Sto ristrutturando un'abitazione, siccome intendo installare un caminetto bifacciale chiuso, vorrei un consiglio se installare le bocchette di ventilazione (che a detta di molti sporcano le pareti), oppure è sufficiente il calore irradiato dai cristalli per ottenere una buona temperatura ?

    Ringrazio chiunque sia in grado di darmi informazioni.

    Grazie
    • Re: caminetto bifacciale di Piero del 14/02/2006, 10:33
      Penso che le bocchette di ventilazione migliorino il rendimento del caminetto, perché indirettamente contribuiscono a sottrarre calore ai fumi e a immetterlo nell'ambiente. La contropartita è che possono lasciare i baffi alle pareti per via del movimento d'aria che provocano.

  • Oggetto: un consiglio: di marco del 13/02/2006, 21:19
    Messaggio: ciao a tutti, probabilmente comprerò una casa di circa 120 m2 che tra i vari lavori da fare avrà bisogno del riscaldamento di cui è totalmente sprovvista.
    non arrivano le condutture del gas ma c'è il bombolone in giardino, però pensavamo ad una soluzione diversa,tipo una caldaia a legna, a pallet o a mais/pallet.la casa è disposta tutta su un piano, tranne una stanza che si trova un mezzo piano più alta,quali possono essere le soluzioni? aiuto!
    grazie,Marco
    • Re: un consiglio: di iorio del 14/02/2006, 01:02
      Con il gpl il risparmio è molto limitato,bisogna vedere nel tuo caso se c'è sempre una persona in casa può andare bene una moderna termocucina a legna che se hai a disposizione è molto conveniente se la devi comperare un pò meno.Se non hai tempo ti conviene il pellet sia per un'eventuale stufa o per una caldaia di ultima generazione con la quale risolvi il problema senza bisogno di altri generatori.La caldaia se a pellet dovrebbe portarti via poco tempo se a legna ti porta via un tempo contenuto ma questo dipende dai punti di vista .Il mais,io lo uso da 4 anni ma me lo produco nella azienda agricola e mi conviene alla grande, se lo devi comperare... è megli pensarci bene ed informarsi bene sul suo costo.Se non hai mai avuto a che fare con la legna e derivati fai molta attenzione e contatta magari amici e parenti per raccogliere consigli e pareri prima di prendere una decisione, non dopo.Personalmente,ho sostituito la termocucina con una caldaia a fiamma inversa e sono molto contento dell'investimento fatto,uso la legna ed il mais ed ho i classici radiatori ad acqua.Non sono un tecnico,quindi confronta ciò con altre opinioni !Io ho scartato camini e termocamini ad acqua o ad aria e non voglio più pensare a centrali termiche in casa !