Forum

Cerca nel forum:
or and

Vai alla radice del thread

Vai al messaggio precedente

  • Oggetto: "Re: Re: Re: Re: Re: TERMOCAMINO "Vulcano " contro "Clam"" di anto del 23/11/2007, 17:49
    cosa si deve leggere...
    "Posso confermare che il rendimento è mediamente superiore al 70%-75%, confermando quello scritto sui cataloghi. Il tutto l' ho misurato con un contacalore e Kg legna immessa."
    e come hai fatto? hai messo 8 kg di legna li hai fatti consumare in un ora, letto i valori di portata e moltiplicato per il salto termico tra mandata e ritorno, verificando nel frattempo la temperatura dei fumi e le temperature superficiali? (se non fai così non vale, lo sai vero?)
    "Il vulcano dopo 2-2,5 ore produce tutta brace (siamo a 90-95°, (sempre se l'impianto è regolato bene ) e con quella fà le altre ore rimanenti."
    guarda che per legge quando la centralina rileva 90° gradi deve emettere un segnale sonoro persitente (e fastidioso)che non si interrompe finchè la temperatura non scende al di sotto dei 90° (tra l'altro già verso gli 85° si comincia a sentire bollire...). Tornando al punto sopra: mandate sopra gli 85° non valgono...

    "Le certificazioni sono importati, sopratutto per gli utenti, ma queste sono fatte in laboratorio e qui sono settate per raggiungere quell' obbiettivo"
    bhè più che importanti direi proprio obbligatorie... e poi la tiritera è sempre la stessa:
    SE SI FANNO LE PROVE PER TUTTI I TERMOCAMINI ALLO STESSO MODO (LABORATORIO AUTORIZZATO) ALLORA E SOLO ALLORA SI POSSONO FARE I PARAGONI TRA GLI UNI E GLI ALTRI

    p.i. Antonello Masci

  • Leggi il regolamento del forum. Il tuo indirizzo IP: 54.167.196.208 viene memorizzato, ma non visualizzato.

    Il tuo nome:
    La tua email:
    Verifica. Riscrivi email:
    Oggetto del messaggio:
    Il tuo messaggio:

    La password è 414948. Inserisci la prima e l'ultima cifra della password senza spazi nel codice di controllo!

    Codice di controllo:

    Con l'invio del messaggio dichiari di aver letto:

    Dichiari inoltre di accettare la pubblicazione del tuo messaggio sul sito e di assumerti ogni responsabilità civile e penale in merito al contenuto del messaggio. La tua email serve come verifica utente per poterti contattare in merito ai contenuti del tuo messaggio e non viene pubblicata. Se inserisci un tuo indirizzo email valido, ti viene spedita una email che ti autorizza a pubblicare il messaggio.

    Messaggi di risposta:

    Re: Re: Re: Re: Re: Re: TERMOCAMINO "Vulcano " contro "Clam" di silvius del 23/11/2007, 18:42
    "e come hai fatto? hai messo 8 kg di legna li hai fatti consumare in un ora, letto i valori di portata e moltiplicato per il salto termico tra mandata e ritorno, verificando nel frattempo la temperatura dei fumi e le temperature superficiali? (se non fai così non vale, lo sai vero?)"

    Ho pesato la legna, ho aspettato che si spegnesse e ho letto le calorie sul contacalore ( sai come funziona ???) .....mi spieghi perchè tecnicamente non va bene ?

    "guarda che per legge quando la centralina rileva 90° gradi deve emettere un segnale sonoro persitente (e fastidioso)che non si interrompe finchè la temperatura non scende al di sotto dei 90° (tra l'altro già verso gli 85° si comincia a sentire bollire...). Tornando al punto sopra: mandate sopra gli 85° non valgono..."

    Mi dai un link alla norma ? ( non conosco questo dettaglio )...inoltre sei sicuro che valga anche per termocamini a circuito aperto ?
    Comunque penso che non sia un problema regolare il tutto per gli 85°c..

    "bhè più che importanti direi proprio obbligatorie... e poi la tiritera è sempre la stessa:
    SE SI FANNO LE PROVE PER TUTTI I TERMOCAMINI ALLO STESSO MODO (LABORATORIO AUTORIZZATO) ALLORA E SOLO ALLORA SI POSSONO FARE I PARAGONI TRA GLI UNI E GLI ALTRI"


    dico questo perchè una caldaia a condensazione tra la certificazione in laboratorio e la prova in opera perde dai 3-6% in rendimento......In un termocamino ci sono decine di variabili in più,... quindi che ci fai dei risultati di laboratorio ?
    Questo non significa che non siano importanti, anzi è una base di partenza per tutti, sia per chi produce e per chi compra, però non fasciamoci la testa.



    Saluto
    • Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: TERMOCAMINO "Vulcano " contro "Clam" di antonio del 24/11/2007, 15:29
      Ma che c....te sono queste.
      la certificazione secondo la En13229 stabilisce le prestazioni e le emissioni di ogni singolo prodotto. Che cosa vuol dire "vale di più che funzioni?" ma cosa prendi ?
      E' chiaro che poi le prestazioni ottimali potranno essere peggiorate da un combustibile non identico a quello dei test, ma questo poco importa.
      Il consumatore può riconoscre il valore di un prodotto solo da una regolare certificazione dello stesso.
      E' come dire che e meglio non sapere se questa o quella automobile consuma più o meno, va più o meno veloce , inquina tanto o poco. Meglio fare le prove in casa, vale di più e poi magari raccontarle agli amici che ci credono. Ma va a fan ..
      • Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: TERMOCAMINO "Vulcano " contro "Clam" di anto del 24/11/2007, 19:40
        Antonio ha ragione ma non ti inc...zare, non serve.
        Qui cè tanta gente che fa pubblicità "nascosta".

        x silvius le norme di riferimento:
        DM 1/12/1975 per vaso aperto, centralina che deve suonare a 90°C ecc ecc
        UNI 9841 (ritirata il 01/07/07) per le prove di rendimento e le prestazioni dei termocaminetti ad aria e ad acqua (quindi fino al primo luglio un costruttore serio aveva fatto le prove secondo questa e teneva i risultati disponibili se qualcuno li chiedeva...)
        uni en 13229 (sostituisce la 9841): contiene requisiti minimi, metodi di prova, specifiche di costruzione (materiali, spessori ecc), istruzioni per la marcatura CE.

        Lasciate perdere i venditori, i costruttori e gli agenti cercate di documentarvi presso le fonti (libri, norme, leggi) e di ragionare il più possibile sulle infomazioni che si hanno.

        p.i. Antonello Masci
        • Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: TERMOCAMINO "Vulcano " contro "Clam" di silvius del 24/11/2007, 23:03
          "Qui cè tanta gente che fa pubblicità "nascosta"."

          Cosa vuoi dire con questo ?


          Allora come ho già fatto presente le certificazioni sono importanti, o perlomeno sono una base di partenza per tutti, però mi sembra che questo post abbia preso un taglio troppo puntualizzato sulle certificazioni.
          Nel senso: quando andate a comprare una scopa elettrica chiedete dei certificati di prestazioni ?

          In questo post ho riferito le mie impressioni e prove, All' inizio ero perplesso perchè trovavo poco materiale ed esperienze, ma poi parlando con un loro tecnico mi ha convinto......convinto tecnicamente !!! su questi aspetti sono molto preparati sia sui materiali utilizzati ( tipologia, spessori ecc... ) che sulla termodinamica dell' ogetto.
          Cosa che non sono riuscito a trovare in altri costruttori...molti non sanno la differenza tra rendimento globale, rendimenti netti, non sanno di che materiali sono fatti i loro prodotti ecc.....
          Quindi mi sono fidato ( forse a naso ed anche sbagliando ) di colui che si presentava meglio tecnicamente in caso avessi avuto problemi in futuro .... almeno non mi sento rispondere " è colpa della canna fumaria ".
          Comunque essendo un acquisto fatto on-line potevo renderlo facendomi restituire la somma versata.

          Comunque ognuno è libero di fare le sue scelte...io ho scelto così.....


          "DM 1/12/1975 per vaso aperto, centralina che deve suonare a 90°C ecc ecc"

          Grazie, cercherò di trovarla almeno posso documentarmi.




          Saluto
          • Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: TERMOCAMINO "Vulcano " contro "Clam" di Luigi Savino del 26/11/2007, 15:52
            Gentili signori, cercherò di fare chiarezza per qiuanto mi e possibile. Il primo Luglio è entrata in vigore come termine ultimo la norma Europea EN 13229, che ha sostituito la norma nazionale UNI 9841. Tra le due norme ci sono grandi differenze. La norma nazionale era facoltativa e si interessava quasi esclusivamente del rendimento termico dei termocamini, la nuova norma Europea invece è obbligatoria e riguarda il termocamino sotto molteplici aspetti: i materiali con cui è costruito, gli spessori minimi, i passaggi dei fumi, le intercapedini d'acqua, il collaudo in azienda, il rendimento energetico, le emissioni ecc. Anche il metodo di prova è differente. Essendo la norma obbligatoria, tutto questo deve essere accertato da un "ente notificato". Solo dopo aver eseguito tutte le prove ed essere state tutte conformi a quanto stabilito dalla norma il costruttore può apporre il marchio CE e commercializzare il prodotto. In caso contrario non può commercializzarlo. Per quanto riguarda la Vulcano, fino alla fine di Giugno ha venduto termocamini costruiti secondo la norma nazionale ed ha usufruito della possibilità di poterli autocertificare. Il primo Luglio ha presentato al mercato un nuovo termocamino costruito secondo la nuova norma Europea. Questo nuovo termocamino è stato sottoposto a prova e certificato dall'ente notificato IMQ primacontrol e già da tempo sono marcati CE. Sui nostri cataloghi e sul nostro sito internet sono presenti i relativi risultati di laboratorio.

            La norma Europea EN 13229 riguarda la costruzione del termocamino. Per quanto riguarda la sua installazione vi sono due norme nazionali: la UNI 10683 che si occupa del'installazione strutturale e cioè per quanto riguarda la canna fumaria, la tenuta di un eventuale solaio, eventuali prese d'aria ecc. mentre la UNI 10412:2 si occupa dell'aspetto idrotermico. Queste due norme sono aggiornate e contengono anche quanto previsto da leggi e norme precedenti. In definitiva, applicare queste norme significa rispettare lo stato dell'arte attuale. Come Vulcano, stiamo preparando un libretto di istruzioni che uscirà a breve e conterrà il sunto di quanto previsto oggi da tutte le leggi e le norme in vigore. Appena pronto sarà reso pubblico su internet.

            A conclusione, ribadisco che a mio parere le norme sono importanti e vanno rispettate ma va tenuto in considerazione anche il fatto che la legna non è come il gas o il gasolio dove i risultati di laboratorio sono poco differenti da quelli pratici che si realizzano a casa delle persone. Nel caso della legna questi risultati si differenziano di moltissimo. Per questo motivo la Vulcano riporta nella sua informazione sia i risultati di laboratorio che quelli pratici e li garantisce in modo totale e inequivocabile. Vulcano ha questo modo di fare e rispetta le aziende che si muovono in maniera differente. Rispetta anche le persone che ritengono sbagliato il nostro sistema. Ognuno è libero di esprimere le sue opinioni anche sul nostro prodotto e sulla nostra azienda, purchè li riporti come propri pensieri e non come fatti certi quando certi non sono. Vi saluto cordialmente. Luigi Savino
            • Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: TERMOCAMINO "Vulcano " contro "Clam" di silvius del 26/11/2007, 17:13
              Grazie per i suoi chiarimenti,

              Io ho acquistato il suddetto termocamino circa 2 anni fà, cosa cambia dal mio termocamino a quelli attualmente in vendita ?

              Come avete realizzato la protezione catodica delle lamiere ? posso installarlo anch' io ?



              Saluto
              • Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: TERMOCAMINO "Vulcano " contro "Clam" di Paolo del 04/01/2008, 16:14
                Ho acquistato un vulcano 30 da quest'estate e devo dire di essere molto soddisfatto... Poichè questo è il mio primo camino non posso fare paragoni, però tutti i miei amici, quando vengono a casa mia e vedono come brucia, come scalda e quanta legna metto in una serata mi confermano che è un ottimo prodotto!!

                Io lo utilizzo come un normale termocamino, senza cioè fare il carico di legna iniziale da 30 kg. ma comincio con un carico di legna tipo pallet tagliato, per portarlo velocemente in temperatura, dopo circa 20 minuti comincio a inserire i ciocchi di legna!!

                Cos'è questa storia della garanzia da rispedire??? io non ho spedito nulla... sono ancora in tempo???
      • Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: TERMOCAMINO "Vulcano " contro "Clam" di carlo-cp19 del 27/11/2008, 16:25
        Ho installato un termocamino a legna inserendo i tubi di mandata "calda " e fredda nel collettore della caldaia a gasolio,preciso che i due non andranno mai assieme se uno è in funzione l'altro è spento( con le dovute valvole e accessori )Vorrei sapere questo: visto che i due sistemi hanno incorporato la serpentina interna per l'acqua sanitaria posso procedere senza installare nessun scambiatore di calore tra i due? e la cosa è regolare ? grazie Carlo-cp19