Forum Fuoco e Legna

Cerca nel forum:
or and

Pagina:
  • Oggetto: TERMOCAMINO CARINCI CONSIGLIO di Bruno del 05/03/2011, 13:32
    Messaggio: Buongiorno, ho installato la settimana scorsa il termo camino Carinci, vorrei chiedervi alcune indicazioni.
    La mattina accendo il camino alle ore 6.00, la sera smetto di caricarlo verso le 20.00 il mattino seguente trovo tanta brace residua ancora attiva, forse dovuta a una cattiva combustione troppo lenta? Ovviamente i radiatori sono freddi dato che la temperatura dell’acqua sta sui 35° - 40°.
    I vari venditori consultati di diverse marche sono stati tutti concordi nel dire che il termo camino da solo senza radiatori riscalda molto di più della classica stufa, nel mio caso non è per niente così, il camino da solo non riesce a riscaldare la stanza, dove è posto 20 mq, è lo stesso anche nel vostro caso?
    La prima carica di legna dura molto di più forse dovuto al fatto che brucia al contrario dall’alto verso il basso caricando nuovamente brucia in modo tradizionale dal basso verso l’alto, comunque non posso ricaricare con parecchia legna 20-30 kg come la ditta consiglia per una durata della carica di 6-7 ore perché l’acqua andrebbe in ebollizione, a voi quanto dura una carica?
    La velocità delle pompe, sono stato consigliato di impostarle a una velocità media, non sarebbe meglio tenerle al minimo per un minore consumo?
    Tuttavia riscalda 50 mq al pianterreno e 100 mq al piano di sopra producendo acqua sanitaria al fabbisogno di 3 persone. Il consumo non so ancora quantificare a me non sembra poco, ma forse normale dato la metratura, voi quanti quintali di legna consumate?
    Devo ancora montare il rivestimento ma questo credo non cambi le cose.
    Ciao grazie
    • Re: TERMOCAMINO CARINCI CONSIGLIO di saro del 15/03/2011, 13:13
      potrei sapere ke modello è e quanto ti è venuto a costare io lo vorrei comprare ma nn sò se funziona veramente come dicono. tu ke lo usi come ti trovi?
      • Re: Re: TERMOCAMINO CARINCI CONSIGLIO di Bruno del 15/03/2011, 15:53
        Ciao io ho comprato il carinci system 190 lo uso da 2 settimane mi trovo bene adesso che sono riuscito a regolare nel modo più ottimale l'aria combustione.
        i consumi sono quelli descritti dalla casa per riscaldare la mia metratura, acqua calda tutto il giorno, il costo 5000 € compreso il montaggio (escluso il rivestimento)
    • Re: TERMOCAMINO CARINCI CONSIGLIO di gaetanino del 28/12/2012, 21:00
      ciao, hai installato la migliore macchina che esiste in commercio! ma evidentemente non è il system, ma un carinci normale in cui non è stato installato un kit efficace o è stato montato nel modo sbagliato.
      io ho un system 190 e consumo 40 kg di legna secca al giorno, ho 150 mq di casa calda, non ho bisogno di un operaio che ogni 10-20 minuti mi aggiunge un pò di legna e mi accudisce il fuoco, come avviene con gli altri termocamini; ho abbondante acqua calda 24 ore su 24 e per montarlo al vecchio impianto, l'idraulico ha impiegato meno di 2 ore, in quanto il system ha tutti gli elementi gia assemblati al termocamino.
      • Re: Re: TERMOCAMINO CARINCI CONSIGLIO di Bruno del 02/03/2013, 18:00
        Scusa ma leggo soltanto ora la tua risposta.
        ho un system 190 e credo che sia impossibile montarlo in modo sbagliato, puoi spiegarti meglio?
        del resto la tua descrizione è moltosimile alla mia
        • Re: Re: Re: TERMOCAMINO CARINCI CONSIGLIO di gaetanino del 09/12/2013, 16:22
          Scusa il ritardo, ma non sempre sono collegato.
          Comunque intendevo che se acquisti un carinci system oppure mix, hai la sicurezza che tutti i componenti idraulici sono montati nel modo corretto, mentre se acquisti un carinci normale è probabile che l'installatore lo monti in un modo sbagliato. Ad esempio senza scambiatore, con una sola pompa di circolazione, ecc ecc.
    • Re: TERMOCAMINO CARINCI CONSIGLIO di m tempesta del 08/01/2014, 09:30
      buongiorno ho letto questo messaggio e vorrei un consiglio se è possibile. Ho una casa di 150mq però è una casa antica con le volte a stella, quindi molto alta. Ho già un termocamino di una marca locale "TERMOSETT" In casa c'è tepore anche se i radiatori sono tiepidi , la parte bassa del radiatore rimane quasi sempre fredda e l'acqua non raggiunge più di 40-45° e consumo un'infinità di legna perchè arde come un pazzo. Devo mettere legna al massimo ogni 20-30 minuti. Mi hanno consigliato di installare un "CARINCI".Le 2 persone che conosco che già lo tengono ne dicono meraviglie ma io non ci credo. Che cosa mi potete consigliare?
      • Re: Re: TERMOCAMINO CARINCI CONSIGLIO di gaetanino del 17/01/2014, 06:37
        Ciao, io ho il carinci system e come dicevo mi trovo benissimo. Ti consiglio però di far controllare il tuo impianto, magari con un semplice kit e calcolando bene gli elementi rispetto al termocamino, consumi di meno e ti riscaldi di più.
        Una volta valutato questo, se proprio devi acquistare un termocamino, ti consiglio un carinci system da abbinare alla caldaia a gas.
      • Re: Re: TERMOCAMINO CARINCI CONSIGLIO di Marco del 27/02/2014, 09:48
        Buon giorno, sono Marco resp. commerciale della ditta TERMOSETT,
        Le rispondo in merito al problema da lei riscontrato, se ho capito bene la problematica, è un consumo anomalo di legna, senza avere una temperatura pari al materiale usato.
        le devo fare qualche domanda per capire bene:

        1 In che anno ha acquistato il Nostro prodotto, da quanto lo usa?
        2 Ha effettuato la pulizia annuale?
        3 Quanti anni ha il suo impianto?

        In prima analisi, penso ci sia un vizio di forma sull'impianto, presenza di aria nei termosifoni o inadeguatezza del circolatore, questa spiegazione e determinata dal fatto che, i termosifoni non si scaldano in modo uniforme. Le consiglio di contattare il suo installatore di fiducia.

        Comunque in attesa di maggiori informazioni, rimango in attesa, ricordando che la TERMOSETT. è a sua completa disposizione per qualsiasi chiarimento o supporto.
        colgo l'occasione per porgerLe cordiali saluti


        TERMOSETT
        Zona Industriale (Presicce)LE
        0833726931
      • Re: Re: TERMOCAMINO CARINCI CONSIGLIO di Marco del 27/02/2014, 09:49
        Buon giorno, sono Marco resp. commerciale della ditta TERMOSETT,
        Le rispondo in merito al problema da lei riscontrato, se ho capito bene la problematica, è un consumo anomalo di legna, senza avere una temperatura pari al materiale usato.
        le devo fare qualche domanda per capire bene:

        1 In che anno ha acquistato il Nostro prodotto, da quanto lo usa?
        2 Ha effettuato la pulizia annuale?
        3 Quanti anni ha il suo impianto?

        In prima analisi, penso ci sia un vizio di forma sull'impianto, presenza di aria nei termosifoni o inadeguatezza del circolatore, questa spiegazione e determinata dal fatto che, i termosifoni non si scaldano in modo uniforme. Le consiglio di contattare il suo installatore di fiducia.

        Comunque in attesa di maggiori informazioni, rimango in attesa, ricordando che la TERMOSETT. è a sua completa disposizione per qualsiasi chiarimento o supporto.
        colgo l'occasione per porgerLe cordiali saluti


        TERMOSETT
        Zona Industriale (Presicce)LE
        0833726931
    • Re: TERMOCAMINO CARINCI CONSIGLIO di Giuseppe del 19/02/2014, 18:49
      Salve, ho U n termocamino carinci 190 montato con il circolatore e con il vaso al terzo piano, posto all'esterno, cappa zincata 200. Per 6 metri lineari, lo accendo facendo il fuoco normale non con il fuoco da sopra , ma ho notato che consuma molta legna e non ho acqua sanitaria se non tiepida??
      Sapreste dirmi come nai?
    • Re: TERMOCAMINO CARINCI CONSIGLIO di Melissa del 07/04/2017, 18:54
      Salve, ho un appartamento anni 20 di 160 mq con lamé alte 3 metri. Sto per acquistare una carinci 240 ma sono indecisa sul tipo autumatic o combinata? Calcolate che userò poco o niente la legna quindi farò tutto con pellet. Me la consigliate?
    • Re: TERMOCAMINO CARINCI CONSIGLIO di Domenico del 20/09/2017, 14:34
      Salve. Ho un termocamino Carinci 190 e volevo chiedere se è possibile pulire la canna fumaria da sotto a sopra. Senza arrivare sul tetto. Grazie.
    • Re: TERMOCAMINO CARINCI CONSIGLIO di Pasquale del 21/10/2017, 19:00
      Io ho un carinci 190 il problema da me riscontrato è che quando apro la porta sia sollevandola che aprendola lateralmente c'è una copiosa fuoriuscita di fumo. Lo fa solo quando apro la porta con la porta chiusa non esce fumo da cosa può dipendere? Premetto che la pulizia della canna fumaria viene fatta regolarmente

  • Oggetto: camino ad accumulo contura i41 di Fabio del 21/10/2017, 15:32
    Messaggio: Ciao a tutti, da poco mi hanno installato un camino ad accumulo termico conturai41 in pietra ollare, secondo i dati riportati dal costruttore per una accensione durata 6 ore ad un raggiungimento di una tempreratura di 90 dopo 6 ore dallo spegnimento la temperatura dovrebbe calare a 70, dopo 12 50 eccetera, sta mattina alle ore 7 e 30 dopo 8 ore neanche dallo spegnimento la temperatura era molto ma molto più bassa di quella dichiarata, qualcuno ha avuto esperienze con i prodotti ad accumulo contura?

  • Oggetto: Libretto impianto - Veneto di Mauro del 21/10/2017, 15:01
    Messaggio: Buongiorno possiedo una casa singola in provincia di Venezia e volevo sapere a chi devo rivolgermi (in provincia di Venezia) per la compilazione del libretto di impianto per due stufe a legna e per un camino in mattoni a legna. Grazie.

  • Oggetto: Camino fa fumo di Miriana del 21/10/2017, 12:04
    Messaggio: Buongiorno , mi sono trasferita in affitto in una graziosa casetta in campagna che ha un bellissimo caminetto a legna, il problema è che provando ad accenderlo fa uscire il fumo nella stanza , il tiraggio dall alto va benissimo non capisco come mai fa uscire fumo, potrebbe essere la presa d aria esterna? Mi sembra un po piccola , i proprietari mi hanno detto che ha sempre fatto cosi e che tanto a loro usavano il riscaldamento (non essendo gas di città però costa) vi allegherei foto ma non so come si fa

  • Oggetto: pulizia stube Keralpen di renato lombardi del 22/10/2014, 09:38
    Messaggio: Buongiorno
    Vi chiedo cortesemente se potete aiutarmi a capire come potrei fare per fare una buona pulizia della mia Stube della ditta Keralpen di Belluno.
    La stube in ceramica ha circa 8 anni e il vecchio proprietario la faceva pulire dallo spazzacamino ma senza fare pulizia di fondo.Ha un basamento rettangolare (dove c'è lo sportellino per la legna) e sopra un'altro rettangolare più piccolo dove si innesta il tubo per il camino)
    Ha un cattivo tiraggio e scalda abbastanza poco nonostante abbia già fatto pulire bene la canna fumaria.
    Quelli della Keralpen sono pieni di lavoro e non hanno tempo per venire a Mestre dove abito per pulirla.
    La stube non ha fori di ingresso alle camere.
    Se serve posso inviarvi delle foto.
    Grazie mille e cordiali saluti.
    Lombardi Renato
    • Re: pulizia stube Keralpen di Giemmegi del 31/03/2015, 10:20
      Salve Renato, in realtà non ho grandi consigli da darti, sono anch'io da poco possessore di una stufa Keralpen e non me ne intendo molto; so solo che bisogna "smontarla" per fare la pulizia interna e solitamente lo fanno loro. Al massimo noi possiamo tentare di pulire quel che possiamo dal buco della canna fumaria...
      Vorrei però approffittare del tuo post per chiederti delle informazioni sulla tua esperiena con la stufa perchè io ho dei problemi e le risposte dell'azienda non mi convincono: volevo sapere se la tua stufa, che ha 8 anni, presenta crepe o addiritura fratture del materiale refrattario, specialmente all'interno della camera di combustione. Sperando nella tua disponibilità, ti ringrazio e ti saluto cordialmente.
    • Re: pulizia stube Keralpen di davide del 21/10/2017, 04:55
      buonasera sig. Renato e Giemmegi

      io sono in procinto di acquistare una stufa Keralpen ad acqua e mi stvo giusto domandando per la pulizia, ora leggendo i vostri messaggi inizio veramente a chiedermi come si possa fare la pulizia in tale stufa
      voi alla fine vi siete dovuti rivolgere alla ditta?
      bisogna quindi smontare i vari livelli della stufa per fare la pulizia?
      quant'e' circa il costo di tale operazione e quanto tempo ci impiegano?

      riguardo alle crepe descritte dal sig. Giemmegi vorrei se possibile avere maggiori info, cosa le ha risposto l'azienda? cioe' l'acquisto di tale stufa e' un discreto investimento e se poi si crepa dopo poco tempo non e' una cosa tanto bella

      per finire voi avete per caso il modello che scalda anche l'acqua? come vi siete trovati?

      spero in una vostra gentile risposta cosi' da potermi aiutare a decidere se acquistare o meno

      buona serata a tutti

  • Oggetto: posa stufa a legna di Enrico Bianco del 20/10/2017, 10:37
    Messaggio: Salve, devo posare una stufa a legna nella stessa posizione dove PRIMA c'era un camino che adesso non c'è più;
    posso usare senza problemi la stessa canna fumaria a cui era collegato precedentemente il camino?
    Grazie

  • Oggetto: modificare una stufa a pellet in nocciolino di sansa.....è un gioco da ragazzi.... di Topolone del 09/12/2006, 15:02
    Messaggio: Ciao a tutti.... credo che abbiamo un interesse in comune , riscaldarci con combustibili naturali.....ma non lasciarci soffocare dai continui aumenti del pellet. In due anni ho messo a punto una procedura di taratura dei microprocessori ed una banale modifica da apportare alle caldaie idro che mi ha consentito di utilizzare, sia in una caldaia che in una stufa , il nocciolino di olivo ( quello lavato - bianco ..per intenderci) La modifica consente di utilizzare anche il nocciolino sporco, più economico .....però emana cattivi odori. I vantaggi : Costo del nocciolino lavato bianco 17,5 € al Qle consegnato a domicilio in sacchi da 25 Kg (23/11/2006) , contro i 40 € al Qle del pellet. La misura del rendimento calorico è ancora in fase di sperimentazione......ma vi assicuro ...molto più alto (riferito all'unità di massa combustibile) del costosissimo pellet.... In questi anni il mio interesse all'utilizzo dei combustibili naturali, la mia passione per l'elettronica e la micromeccanica , combinata con la innata mania della sperimentazione.... mi hanno consentito di raggiungere un ottimo risultato alternativo all'utilizzo del pellet. Ad oggi posso fornire la modifica per la caldaia EXTRAFLAME (costruita dal 2005 in poi) e per la stufa SICALOR ( diversi formati con processore 2004/5Mic dp.i ) La modifica potrete farla direttamente voi a casa vostra, senza avere a disposizione un'officina....io vi invierò la descrizione di come modificare i parametri del processore passo-passo.....e vi indicherò l'aggiunta di un semplice pezzo nel braciere che dovrete modellare Voi ........ in soli 6 minuti di lavoro avrete modificato il vostro apparato termico. Mi chiederete il costo della mia consulenza!!!!!!!!!.......il costo di una cena al ristorante con 4 amici )) ……….cifra ridicola in confronto agli enormi vantaggi economici di cui potrete godere........Attendo una vostra e-mail....un saluto a tutti .

  • Oggetto: Forno modello mamy nordica di Francesco del 17/10/2017, 20:43
    Messaggio: Buonasera ho comprato il modello termostufa a legna modello mamy non riesco a far alzare la temperatura del forno oltre i 100 gradi.. la griglia del focolare è tutta abbassata le manopole sono in posizione temperatura acqua 60 gradi come si fa? Grazie

  • Oggetto: Monoblocco od inserto a legno? o stufa? di Dona del 14/10/2017, 13:57
    Messaggio: Buongiorno a tutti.
    Dopo un paio di settimane passate a sentire opinioni di tecnici che sono stati qui a fare sopralluoghi e mi hanno fatto anche avere le loro proposte di intervento, non ho ancora le idee chiare.
    Partiamo con ordine: mia moglie ha il sogno del caminetto a legna,e sto cercando di venirle incontro.
    Abitiamo al primo piano di una casa familiare composta da piano terra e, appunto, primo piano.
    In un grande stanzone di circa 25 mq che vorremmo arredare a soggiorno per il ricevimento ospiti e area relax, vorremmo piazzare in un angolo appunto camino per riscaldare la stanza in cui si trova e, tramite canalizzazione, le due stanze adiacenti, se possibile meglio ancora con una terza canalizzazione verso il corridoio.
    Ora, i mq da riscaldare sono approssimativamente 65 per cui mi hanno detto che una potenza di 9/10 Kw dovrebbe essere più che sufficiente, ma le varie proposte mi hanno messo un po' confusione perchè paiono avere delle caratteristiche diverse tra loro.
    Innanzitutto, più o meno tutti (Quasi) mi hanno fatto riferimento al monoblocco (che ha il suo bel costo), ma nessuno mi ha paventato la possibilità dell'inserto intorno al quale costruire una struttura che lo sorregga (magari in pietra refrattaria o altro materiale, se sì quale? per mantenere il calore più a lungo), inserto che costerebbe assai meno.
    E qui il mio dubbio... in cosa sostanzialmente differiscono inserto e monoblocco? Solo nel fatto che una volta spenti il primo si possa raffreddare qualche decina di minuti prima rispetto al secondo?? Sarò inesperto ma non riesco a vedere altro... poi c'è chi mi dice (come ho sempre pensato) che la ventilazione sia obbligatoria per canalizzare, e chi dice che non serve :shock: Chi dice che nella posizione nell'angolo devo mettere un caminetto angolare, e c'è chi dice di no, che non è necessario... anzi che così ci sarebbe dispersione di calore. C'è chi poi dice che i camini ad accumulo lavorano solo per irraggiamento e quindi non sono ideali per la canalizzazione del calore, e quindi me li sconsiglia... e c'è chi dice che la canna fumaria non è consigliabile farla andare dritta sul tetto perchè tra carotaggio del cemento armato (che poi abbiamo appurato non esserci sul mio tetto) e possibilità di beccare le strutture portanti in acciaio, potrebbe essere un problema, e quindi farla uscire lateralmente.
    Tante idee che si sovrappongono... in più la mia finale, a parte il dilemma monoblocco/inserto: e se invece optassi per una stufa? il fascino della fiamma l'avrei comunque, ma che vantaggi/svantaggi avrei rispetto al camino?
    Abito in zona climatica E (Lombardia), avete qualche suggerimento da darvi a fronte di quanto vi ho scritto?
    Ogni idea è ben accetta, grazie a chiunque leggerà
    • Re: Monoblocco od inserto a legno? o stufa? di Piero del 15/10/2017, 09:58
      Penso che per monoblocco si intenda un caminetto/stufa indipendente, mentre per inserto si intenda un monoblocco da inserire in un vano caminetto aperto. Visto che abiti al primo piano ti sconsiglio il riscaldamento a legna. A meno che tu non abbia disposizione di legna in abbondanza, meglio andare sul pellet, non perché i sacchi di pellet siano leggeri o economici, ma perché il pellet è più facile da gestire e un caminetto/stufa in pellet necessita di una canna fumaria più piccola e più corta rispetto a quella di un camino.
      • Re: Re: Monoblocco od inserto a legno? o stufa? di Dona del 16/10/2017, 09:40
        Scusami so cos'è il monoblocco e l'inserto, non chiedevo quello.
        Chiedevo se i rendimenti/prestazioni sono analoghi oppure il monoblocco è da preferire e perchè...
        Sul discorso della legna/pellet non abbiamo dubbi, vogliamo la prima perchè decisamente più economica e perchè il fascino della fiamma ha il suo perchè.... la comodità del pellet per noi passa in secondo piano.

  • Oggetto: montato vetro non esce piu aria calda di davide del 12/10/2017, 17:01
    Messaggio: ciao a tutti,
    ho bisogno di un consiglio, avevo un camino classico con due bocche laterali dove l'aria esterna passava per l'intercapedine di ghisa e sul lato del camino usciva l'aria calda.il problema che il camino faceva fumo dal davanti e inoltre c'era sempre il rischio che schizzasse sul divano.
    Ho installato un telaio con vetro e adesso il camino funziona bene brucia tutta la legna e non fa piu fumo.
    Il problema è che con il vetro chiuso dalle bocchette laterali invece di uscire aria calda viene aspirata l'aria della stanza.
    Ho controllato la presa esterna e funziona correttamente.
    togliendo la protezione sulle bocchette laterali durante la fase di funzioanemento del camino mi sono accorto che l'aria che entra va verso il basso sotto la piastra dove c'è il fuoco.
    se apro lo speotello di vetro l'aria esce dalle bocchette come prima.
    inoltre si surriscalda molto la cappa sopra il camino mettendoci la mano è bollente ho controllato con la pistola per le temperature e segna 80°c.
    sapete dirmi come mai non esce piu aria calda dalle bocchette con il vetro chiuso?
    avete una soluzione e modifica che posso fare senza dover spaccare nulla?
    posso metetre una ventolina a 200volt tipo quelle dei computer dopo la griglia esterna dove esce l'aria fredda per aumentare l'aria e verificare se riotorna alle bocchette oppure rischio di portare piu aria per nulla?
    se volte vi posso inviare anche delle foto
    • Re: montato vetro non esce piu aria calda di Piero del 12/10/2017, 19:12
      Probabilmente la camera di combustione del caminetto non è chiusa ermeticamente rispetto all'ambiente, per cui quando chiudi il caminetto sul davanti si crea un forte tiraggio che aspira l'aria anche dall'ambiente della stanza dove è posto il caminetto. La soluzione è inserire un inserto chiuso appositamente progettato e già ventilato. Lascerei perdere le ventole per computer che funzionano a 12 volt e non a 220 volt e mi concentrerei su un inserto chiuso.
      • Re: Re: montato vetro non esce piu aria calda di davide del 13/10/2017, 09:37
        ciao Piero,
        potrei provare a stuccare bene tutte le parti di contatto della ghisa?
        non volevo rimodificare il camino mettendo un inserto.
        prima di mettere il vetro funzionava bene e usciva calore dal lato però mi faceva fumo.
        ieri serera mediante una telecamera flessibile ho controllato il passaggio dell'aria riscontrando che tra l'intecapedine dietro la ghisa e sotto il basamento ci passa aria ma è tutto comunicante se vuoi ti mando un disegno
        • Re: Re: Re: montato vetro non esce piu aria calda di davide del 13/10/2017, 10:00
          ciao Piero,
          scusa ancora ma ho una domanda da farti,
          il camino dove è montata la ghisa e deitro c'è l'intercapedine in lato dove finisce la gisa c'era uno stacco dal trave di cemento di 2 cm io pensavo fosse sbagliato e l'ho siglillato però vedendo su internet forse quel ditacco serviva per dare aria secondaria verso la cappa.
          sarà il caso che lo levi lo stucco che ho messo? perchè se da li passa aria allora dovrebbe lavorami anche le bocchette laterali
          • Re: Re: Re: Re: montato vetro non esce piu aria calda di Piero del 13/10/2017, 21:00
            Ci sono due cose che devi tener presente: la camera di combustione del caminetto deve essere separata dallo scambiatore di calore di solito posto all'interno della camera di combustione. Lo scambiatore di calore serve a sottrarre calore dalla camera di combustione per scaldare l'ambiente dove uno vive, di solito si tratta di una serpentina o un insieme di tubi alettati all'interno dei quali passa aria o acqua.

            La camera di combustione invece serve a bruciare il combustibile nel rispetto del rapporto stechiometrico aria-combustibile e ha bisogno di aria che va prelevata preferibilmente dall'esterno. Nei caminetti tradizionali aperti non è possibile separare lo scambiatore di calore dalla camera di combustione perché sono una cosa sola. Ragione per cui i caminetti aperti sono poco efficienti perché non è possibile regolare il giusto rapporto stechiometrico aria- combustibile. Negli inserti chiusi invece la camera di combustione è separata e isolata dallo scambiatore di calore. Ragion per cui è possibile bruciare tutto il combustibile con il giusto rapporto stechiometrico, massimizzando il rendimento.