Forum Fuoco e Legna

Cerca nel forum:
or and

Pagina:
  • Oggetto: stufa a legna in un camino di Bacci Simone del 20/05/2014, 16:32
    Messaggio: Salve a tutti.
    Sono andato ad abitare in affitto in una casa con camino, che ha anche il riscaldamento a gas gpl.
    Il camino funziona male; volevo metterci una stufa a legna di dimensioni adatte ad entrare nella bocca del camino (ad es. la Jotul f602, per le dimensioni), costruendo la canna fumaria della stufa in maniera da salire su per un pezzo del camino esistente, senza però rompere niente.
    E' una brutta idea? Dovrei adottare degli accorgimenti particolari per fare tutto ciò?

    Grazie.

    Ciao

    Simone

  • Oggetto: Inserto camino ventilato o no? Resa canalizzazione? di andrea del 19/10/2009, 22:30
    Messaggio: Saluti a tutti, ho trovato diversi form su questo argomento ma vorrei un aiuto sul mio caso specifico.

    Vorrei utilizzare meglio il mio vecchio camino a legna aperto attraverso l'utilizzo di un inserto e qui iniziano i dubbi perchè senza spendere molto l'idea sarebbe di poter riscaldare meglio sia la cucina (stanza del camino) che il corridoio centrale della casa.

    Come fare?

    Al momento ho trovato 2 prodotti che costano poco e visto il prezzo potrebbero fare al caso mio:
    Nordica 70L (9kw-700euro-ventilato non canalizzabile)

    Edilkamin - Ecostar (14kw-860euro naturale)
    Edilkamin - Ecostar (14,5kw-960euro ventilato canalizzabile)

    Per arrivare nel corridoio centrale dovrei fare circa 5metri di tragitto (3curve), ma a questo punto arriva il dubbio:

    Non rischio, mi accontento di una sola stanza e prendo il nordica 9kw;

    Prendo l'eco naturale 14kw e provo a mettere una ventolina silenziosa tipo computer in aspirazione alla fine della canalizzazione (sarebbe fattibile?);

    Prendo l'eco ventilato (rumoroso?) pacchetto canalizzazione optional con tutti i rischi di non ottenere comunque un buon risultato.

    Dimenticavo, casa vecchia e muri in pietra da 60cm, molto difficile fare un buco per presa aria esterna.

    Molte.....molte grazie a tutti
    • Re: Inserto camino ventilato o no? Resa canalizzazione? di andrea del 09/11/2009, 15:59
      Nessuno mi ha risposto, alla fine ho fatto di testa mia ed ho preso l'inserto a convezione naturale.

      Ho messo una silenziosissima ventola di computer da 140mm in aspirazione alla fine della canalizzazione di 9 metri e 3 curve, si ho scritto giusto, 9 metri di canalizzazione da 14cm di diametro tutta coibentata e mi sono stupito dalla resa, l'aria in uscita supera i 41 gradi.

      Avevo messo all'nterno un vecchio termostato meccanico ambiente per far partire la ventola in automatico oltre i 26 gradi (max termostato), si è colata la plastica ed ho dovuto toglierlo.

      saluti
      • Re: Re: Inserto camino ventilato o no? Resa canalizzazione? di Gianni del 09/11/2009, 18:43
        Rischi che coli anche la ventolina! Stai attento.... ci sono ventole apposite per l'estrazione di aria calda dalle tubazioni, anche già dotate di termostato (credo siano in catalogo su Deville).
        L'aria in uscita a 40 gradi comunque mi sembra un triste risultato. Fai vento ma non scaldi..
        Ciao!
        • Re: Inserto camino ventilato o no? Resa canalizzazione? di andrea del 09/11/2009, 21:28
          Triste risultato? Sei sicuro?
          In molti mi avevano detto che superati i 3 metri di canalizzazione sarebbe arrivata aria tiepida!!!!
          Io ho detto più di 41 gradi ma di preciso non lo so, ho provato con un termometro digitale rapido per febbre, subito ha detto 38, poi ha dato Hi (penso oltre 41).

          Comunque molto penso dipenda anche da quanto si carica il camino, e la temperatura io la intendo in mantenimento con un troncone grande, tieni conto che a questa temperatura in 10 ore mi ha consumato 10/15kg di legna.

          Non ne capisco affatto e non so se sia possibile migliorare ma per come mi avevano detto, una bocchetta da 14cm a pieno regime d'aria con aria che esce di continuo sopra i 41 gradi a me non sembrerebbe male, per quanto riguarda la ventola del computer, io non sapevo cosa metterci, costa 10euro è silenziosissima e c'è scritto -10/+65gradi.
          • Re: Re: Inserto camino ventilato o no? Resa canalizzazione? di Giovanni Iemmi del 09/11/2009, 22:48
            sono d'accordo con Gianni, l'aria a quella temperatura non potra' mai scaldare una stanza. Dai miei caminetti, l'aria in uscita dalle canalizzazioni (a 12m di distanza) è mediamente intorno ai 70 gradi
            • Re: Inserto camino ventilato o no? Resa canalizzazione? di andrea del 10/11/2009, 00:35
              Guardi che non è questione di essere d'accordo o meno, questo è ciò che ho fatto io nella mia casa e con un inserto diciamo a basso costo, se è possibile fare di meglio, ben venga.

              Io sono contento, bisognerebbe anche vedere cosa accadrebbe a parità di carico di legna e di potenza dell'inserto (il mio è da 13kw nominali) considerando che non so lei ma io ho coibentato tutto il tubo che è da 14 cm (il suo?), il fatto è che non posso misurarlo perchè non ho il termometro adatto.

              La domanda era, perchè chi li vende dice che oltre i 3 metri di canalizzazione esce aria tiepida? Anche fossero ''solo'' 41 gradi l'aria non è tiepida, scotta.

              Ammesso che i 41 gradi siano il massimo (per me a basso carico e basso consumo sembrano sufficienti) anche se così non è perchè caricando legna ed avendo un termometro molto probabilmente come lei dice saranno molti di più, perchè dice che 41 gradi in uscita sono pochi? Ammesso che la ventola abbia una portata di circa 50-80m3/h cosa accadrebbe in una stanza abbastanza coibentata? Non so la teoria ma la mia stanza si scalda, inoltre ricordo precisamente che le bocchette di un impianto a pompa di calore facevano uscire aria a 34 gradi ed il tecnico era soddisfatto, è stato proprio questo ricordo a farmi gioire quando ho visto la temperatura dell'aria al livello oltre 41°.

              Come potrei fare per misurare la temperatura più precisamente? Ho provato a metterci vicino un termometro ambiente ma è troppo lento e debbo togliere la mano per non scottarmi.

              Altra cosa, i 41 gradi e oltre li avevo misurati dopo la ventola e con ventola accesa, penso che se mettessi un termometro all'interno del tubo ma anche subito in uscita senza azionare la ventola il valore sarebbe più alto.

              In altre parole ci hanno fatto spendere fior di soldoni con metano, caldaie ecc...ecc..... alla prova dei fatti se dovessi rifare casa penso proprio che farei una canalizzazione ben fatta in tutte le stanze riscaldando con un caminetto, il problema potrebbe essere solo trovare un ripartitore che da un ingresso 14cm vada ad uscire diciamo con 6-8 tubi da 8cm e che abbia una sua ventola predisposta per questo scopo.

              saluti
              • Re: Re: Inserto camino ventilato o no? Resa canalizzazione? di tommaso del 10/11/2009, 14:15
                io ti credo! e ti faccio puri i complimenti per esserci riuscito!
                io utilizzo un camino a ventilazione naturale e la gente non crede e mi prende per matto quando dico che riesco a scaldare sala e cucina senza l'ausilio di ventole varie.
                tu con una semplice ventola da computer hai brillantemente spostato parte del calore in un altra stanza dove altrimenti non ti era possibile farlo arrivare.
                e senza i vari costosi sistemi coperti dai piu molteplici brevetti proposti delle case costruttrici di camini....
                infine, non credo che la ventola del pc non sopporti le temperature cui la fai lavorare (sulla cpu si raggiungono alte temperature) e poi come giustamente dici con 10 euro la puoi sostituire anche ogni inverno.
                saluti.
          • Re: Re: Inserto camino ventilato o no? Resa canalizzazione? di luciani michele del 22/10/2011, 19:59
            vorrei chiudere un caminetto con un inserto focolare chiedo: questo sistema mi può procurare del fumo in casa? è MEGLIO FORSE ACQUISTARE UN INSERTO VENTILATO. GRAZIE PER IL CONSIGLIO
          • Re: Re: Inserto camino ventilato o no? Resa canalizzazione? di montagnana giammaria del 05/02/2012, 18:53
            ho acquistato dal sig. Vezzani Ruggero di Guastalla ,un inserto epr camino della ditta Nordica.
            Venite a casa mia per vedere come ha lavorato questo
            signore!!!!!!!!!!
            se qualcuno di Voi ha avuto la mia stessa "fortuna"
            mi contatti pure per eventuali azioni collettive.
    • Re: Inserto camino ventilato o no? Resa canalizzazione? di andrea del 11/11/2009, 15:43
      Oggi sono riuscito a farmi prestare un termometro professionale a sonda e vi porto a conoscenza del risultato.

      Temperature dopo 4 ore dall'accensione con due ceppi grandi in mantenimento e aria tutta chiusa:

      Subito dietro la ventola con ventola spenta 91gradi;

      A ventola accesa quadrante sopra/sotto, 88/83gradi.

      Considerando che in molti mi avevano detto che superando i 3 metri di canalizzazione il risultato sarebbe stato modesto, io direi NON MALE.
      • Re: Re: Inserto camino ventilato o no? Resa canalizzazione? di Gianni del 11/11/2009, 19:06
        Beh, 80 gradi non sono 40!! Ottimo!
        Però mi raccomando.. utilizza ventole apposta per bocchette del camino. Se una volta gli dai una "tirata" fai colare tutto!!
        In effetti molti dicono che dopo tre metri il risultato è scarso.. forse per pararsi le spalle e non assumere responsabilità..
        Credo che con un buon caminetto si possano fare canalizzazioni lunghe e articolate, ben studiate e coibentate, per scaldare anche tutta la casa! Anche con stufe a pellet e con caminetti non ventilati.
        E in giro ne ho viste di ben fatte... e di fatte male!
        Io ho 5 bocchette in 5 stanze per un totale di 10 metri di tubo. Ventilatore (620mc) a velocità media e camino vivace, l'aria dalla bocchetta più lontana supera tranquillamente i 130 gradi (sonda temperatura fissa montata da me in uscita)..
        Ciao!
    • Re: Inserto camino ventilato o no? Resa canalizzazione? di Germano del 23/09/2010, 09:27
      Ciao Andrea, anch'io sto per fare la stessa cosa. Ho un caminetto a ventilazione naturale che mi scalda sopratutto il reparto giorno. Per il reparto notte ho già canalizzato con un tubo coibentato di circa 3,5 metri al quale volevo applicare alla fine una ventolina. Visto che ormai è passato un pò di tempo dalla tua installazione mi puoi dire com'è andata e darmi qualche aiuto sulla scelta della ventola?
      Grazie
      Germano
    • Re: Inserto camino ventilato o no? Resa canalizzazione? di antonella del 23/09/2012, 18:37
      ciao a tutti.
      Sono alla mia prima esperienza con l'installazione di un camino. vorrei metterne uno, tutto in ghisa, marca cheminee philippe, il venditore mi ha presentato il prodotto come leader in europa ma in giro nei forum su internet non ne ho mai sentito parlare.
      è un camino a convezione naturale canalizzabile, mi hanno anche detto che eventualmente si può mettere in una griglia una ventolina per migliorare la resa della canalizzazione. il camino ha una potenza nominale (se non ricordo male....) di 21 kw. Mi hanno detto che i camini francesi sono più potenti rispetto a quelli italiani perchè più in ghisa e meno in acciaio. Qualcuno di voi mi saprebbe dire qualcosa in merito??
    • camino ventilato: Resa canalizzazione? di gaia del 14/10/2012, 16:28
      Sto ristrutturando casa, circa 170mq, e vorrei integrare il riscaldamento (termosifoni con caldaia a metano) istallanda un caminetto a legna nel soggiorno con un paio di bocchettoni per l'aria calda verso la cucina e la zona notte; mi chiedo quali siano le marche migliori, quali accorgimento adottare e quali siano gli errori da evitare. Qualcuno ha suggerimenti in merito? grazie!
    • Re: Inserto camino ventilato o no? Resa canalizzazione? di pomito del 12/05/2014, 09:41
      Prendi un ecoventilato; la ventolina da computer non va bene, ci vuole un ventilatore tangenziale che non è rumoroso come dicono in tanti.Se poi ci associ una centralina di controllo,costo 60 € hai la possibilità di ridurre la velocità e di conseguenza il rumore.
      Circa gli inserti ventilati quelli che hai in mente vanno bene.Ne sistono anche a prezzi più economici: personalmente ho fatto questo errore avendo comprato un inserto dalla Shopstove che mi ha creato un problema dopo l'altro.
      • Re: Re: Inserto camino ventilato o no? Resa canalizzazione? di Shopstove del 15/05/2014, 13:21
        Buongiorno,non abbiamo creato nessun problema,anzi abbiamo consegnato il camino come ordinato da lei.
        E ho rivisto tutto la documentazione e secondo me sarebbe discutibile.
        Noi siamo sempre disponibili,se lei vuole contattarci,per capire che problemi ha avuto siamo a sua disposizione.
        Saluti.
        Shopstove

  • Oggetto: Montegrappa-Piazzetta oppure Jotul ??? di Andrea del 09/05/2009, 14:29
    Messaggio: Salve a tutti. Devo mettere un inserto nel camino per mia mamma e per me riscaldare due ambienti comunicanti di circa 30 mq cadauno.

    Soluzione 1)
    Per il caminetto mi consiglia Montegrappa serie Compact. Potere circa 10Kw. Ci vanno le ventole che si accendono automaticamente quando raggiunge i 50 gradi. Bisogna sempre aggiungere legna, al max il fuoco dura 2-3 ore.
    COSTO CIRCA 3.800-4.000 montato etc.

    Per casa mia mi consiglia una stufa Piazzetta mod E 922 o E 923 con ventilazione forzata in modo che un locale si scalda con la stufa e l'altro con le 2 bocchette che si mettono facendo il buco nel muro. Anche qui stufa a combustione continua e durata carica 3 ore max
    COSTO MONTATA CON CANNA E TUTTO circa Euro 3.800-4.000
    Per entrambe consumo orario 2-2,5 Kg.


    Soluzione 2): JOTUL

    Per il camino di mia mamma un mod. C31 e per casa mia un inserto mod. C21, facendo un rivestimento di cartongesso molto semplice per contenerlo, ovviamente poggiandolo su una base.
    Costo: circa 2.500 per me e 2.500 per il camino.

    Ma la cosa interessante è che questo mi dice che con Jotul non c'è bisogno della ventola, e che la carica dura tranquillamente fino a 8 ore, alle volte fino a 10. Consumo orario 1,2-1,5.


    MA COME E' POSSIBILE ??? COSTA MENO, consuma meno, non ha bisogno di ventola E LA CARICA DURA 8 ORE??? Il venditore è molto molto convinto e mi sembra una persona che sa il fatto suo, e così pure il montatore (sono stati ieri da me).
    Io ho fatto il conto che se così fosse lo caricherei 3 volte al giorno e per 4-5 mesie lo farei andare 24 ore al giorno....

    QUELLO CHE MI DICE SU JOTUL E' VERO ???
    • Re: Montegrappa-Piazzetta oppure Jotul ??? di EBK del 09/05/2009, 16:22
      ..non so se sono venuto io, dato che in questi giorni ho effettuato 4 o 5 sopralluoghi per proporre Jotul... ;-)
      Comunque, sì! Una carica di legna, con aria regolata al minimo, riesce a produrre calore fino ad 8 ore ed in alcuni casi, anche di più.
      Questo, grazie all'immissione di aria comburente controllata ed alla struttura massiccia cha accumula una grande quantità di energia.
      • Re: Re: Montegrappa-Piazzetta oppure Jotul ??? di Andrea del 09/05/2009, 17:11
        Buongiorno. Lei di che zona è ?

        Visto che ci siamo ho anche una proposta di EdilKamin , molto molto competitiva come prezzo, e mi sembra una brava persona. Tra l'altro mi pare che abbia molto bisogno di vendere...
        Anche qui il solito discorso: la carica dura al massimo 3-4 ore.
        E anche qui mi dicono che serve la ventola. Sicurissimo che con Jotul non serve?

        Altra domanda: io la legna la devo comperare. Cosa mi consiglia ? Costo ?

        Grazie in anticipo per le risposte
        • Re: Re: Re: Montegrappa-Piazzetta oppure Jotul ??? di Giovanni Iemmi del 10/05/2009, 18:08
          di quelli esaminati, sicuramente il Jotul è quello con le prestazioni migliori. Fai solo attenzione alla competenza dell'installatore che è fondamentale per ottenere buoni risultati
        • Re: Re: Re: Montegrappa-Piazzetta oppure Jotul ??? di EBK del 11/05/2009, 11:05
          Buongiorno. Sono della zona di Lucca...

          Edilkamin, è vero, ha delle proposte molto competitive. E' anche vero che oggigiorno, più nessuno regala nulla. Quindi non ci sono miracoli. Se un prodotto è più costoso, c'è un valido motivo.

          Sono sicuro della circolazione naturale. Ovviamente, ci sono delle distanze da rispettare. Ad oggni modo, si può accelerare la convezione installando una ventola di estrazione per la bocchetta che, eventualmente, non riceve aria a sufficienza. Anche in un secondo tempo.

          Jotul produce da più di 150 anni... in NORVEGIA!!!

          Saluti.
    • Re: Montegrappa-Piazzetta oppure Jotul ??? di luca del 11/05/2009, 14:53
      Io ti condiglio un monoblocco PALAZZETTI.

      Sono economici
      Sono silenziosi
      Scaldano tanto
      Non Sporcano.
      Consumano poca legna
      Sono un portento.
      • Re: Re: Montegrappa-Piazzetta oppure Jotul ??? di EBK del 11/05/2009, 15:31
        Una carica di legna riesce a scaldare fino a 8 ore??
        • Re: Re: Re: Montegrappa-Piazzetta oppure Jotul ??? di Gianni del 11/05/2009, 19:50
          Forse è meglio se pensi al modo in cui verrà utilizzato il camino..
          Mi spiego meglio:
          non esistono camini che (a parità di resa e di kw) scaldano più o meno degli altri, cambia solo il modo di scaldare.
          Quindi un inserto totalmente in acciaio (spesso sono più potenti) produrrà moltissimo calore nell'immediato senza però avere inerzia termica, mentre un inserto pesante in refrattario o ghisa produrrà meno calore ma per un più lungo periodo di tempo (dovuto all'accumulo). Ma alla fine i kw emanati da 20 kg di legna saranno sempre quelli.
          Per chi ha la possibilità di effettuare cariche regolari di legna è consigliabile sfruttare l'accumulo per avere calore gradevole e ceduto costantemente nel tempo, chi invece rientra tardi dal lavoro (per esempio) e ha bisogno di scaldare velocemente l'abitazione dovrà affidarsi ad un generatore più veloce e con una altrettanto più veloce distribuzione dell'aria (ventole).
          Fra ventilato e naturale in fatto di kw non cambia nulla, il primo è più veloce ma anche meno salutare per via dell'aria che smuove, l'altro è più costante e dolce ma lento.
          Nei camini o stufe ad accumulo si raggiungono temperature più elevate poichè l'aria non raffredda velocemente la struttura e si ottengono spesso delle bassissime emissioni e una combustione completa.
          A casa ho due camini, uno in acciaio ventlato e uno in refrattario pesante a convezione naturale.
          Se voglio scaldarmi bene la sera quando rientro utilizzo il primo che consuma molto ma scalda anche molto velocemente ed è molto potente. Nei week preferisco il secondo che mantiene le braci anche per 8 ore continuando a scaldare anche a distanza di un giorno per le altissime temperature accumulate dai 300 kg di refrattario, consuma molto poco una volta caldo anche se nelle giornate più fredde l'accumulo non basta, c'è bisogno di più potenza.
          Secondo me non c'è un meglio o un peggio, dipende da come devi usarlo, dalla potenza che ti occorre e quale è il tuo stile di vita.

          Ciao!
          • Re: Re: Re: Re: Montegrappa-Piazzetta oppure Jotul ??? di Andrea del 22/08/2013, 14:54
            Non ne so molto, ma ho un osservazione: nei camini ad accumulo la temperatura dei fumi in uscita dalla canna hanno una temperatura più bassa degli altri modelli, percui immagino che a parità di kw vengano sfruttati di più nel camino ad accumulo. Che ne dite?+
    • Re: Montegrappa-Piazzetta oppure Jotul ??? di Alessandro del 15/05/2014, 00:02
      Mio fratello ha una stufa in ghisa della Jotul e lui per una casa di 150 mq ben coibentata, la scalda completamente .... ovviamente a porte aperte .... in pieno inverno la carica abbastanza prima di andare a letto e al mattino (circa dopo 6.30) butta su altra legna che si accende con le poche braci rimaste dalla sera precedente poi a pranzo la ricarica ..... sta accesa 24 ore su 24..... io ho intenzione di acquistare l'inserto gran panorama Jotul tutto in ghisa con apertura a sportello non saliscendi ... il mio rivenditore di zona dice che è sicuramente la n.uno e il segreto è semplice il corpo massiccio in ghisa e la chiusura a sportello in modo che bruci solo con l'aria della regolazione gli sportelli saliscendi sono più belli ma fanno passare un po di aria.
      Ciao
      Ale

  • Oggetto: Forni a legna a 2 bocche di Barbara del 14/05/2014, 20:26
    Messaggio: Salve, volevo sapere se esiste un forno a legna che abbia un'apertura sul davanti e una sul retro (quest'ultima può essere anche una porticina). Sto progettando un forno a cavallo tra la cucina e il punto di servizio, mi interessa inserire il cibo dalla bocca posteriore (in cucina)e farlo uscire da quella anteriore. Spero di essermi spiegata adeguatamente. Grazie in anticipo.

  • Oggetto: Chiudere bocca camino con vetro di Egiziano del 11/05/2014, 22:26
    Messaggio: Salve, vorrei esporvi il mio problema e chiudere consigli..
    Rimodernizzati gli infissi il mio camino spesso fa il fumo. Ho pensato ad acquistare un inserto a legna ma entra solamente il più piccolo cancellando la bellezza di cuocere qualcosa alla brace.
    Pensavo se era fattibile una soluzione di chiusura della bocca del fuoco con sportelli in ferro e vetro alle alte temperature, lasciando una ghigliottina di regolazione aria sugli sportelli, un'altra ghigliottina di regolazione dell'aria esterna entrante sotto il braciere ed un sistema per regolare la valvola fumo sopra la cappa. Potrei provare questa soluzione "fai da me" o rischio qualcosa? Grazie

  • Oggetto: stufa ghisa lapillo ,montana di chris del 26/01/2013, 17:14
    Messaggio: ho da poco acquistato una stufa a legna chiamata Lapillo montana. Per me era sconosciuta ma devo dire che non è niente male come resa calorica. non sarà ai livelli di una jotul ma con una spesa di 300 euro mi considero molto soddisfatto. qualcun'altro ha questa marca di stufe?
    • Re: stufa ghisa lapillo ,montana di daniele del 26/01/2013, 21:16
      trattasi di stufa made in Cina con scarsa affidabilità
      • Re: Re: stufa ghisa lapillo ,montana di chris del 26/01/2013, 22:06
        sicuramente si tratterà di una stufa cinese ma posso tranquillamente dire che il suo lavoro lo svolge egregiamente. Si arriva senza problemi a 21/22 gradi quando fuori si è a -6. per il suo costo va più che bene
        • Re: Re: Re: stufa ghisa lapillo ,montana di chris del 26/01/2013, 22:31
          100% ghisa e interno in refrattario. riesce a reggere anche il potere calorico delle mattonelle di carbone. l'autonomia da quando la fiamma si spegne è di circa 4/5 ore (stufa ancora bollente). Sinceramente non capisco in cosa sta l'effettiva differenza di costo quando vedo stufe in ghisa apparentemente analoghe alla mia ma che superano i 1000 euro..capisco la doppia combustione, capisco pure la ghisa qualitativamente superiore, ma alla fine tanta differenza di costo credo sia spesso legata al prestigio del marchio.
          • Re: Re: Re: Re: stufa ghisa lapillo ,montana di Giovanni Iemmi del 27/01/2013, 12:08
            ne riparliamo tra un anno, quando la stufa sarà deformata e voi magari intossicati da chissà quali sostanze presenti in una ghisa non sottoposta a nessun tipo di controllo, o magari nella verniciatura...
          • Re: Re: Re: Re: stufa ghisa lapillo ,montana di matteo boifava del 28/01/2013, 23:13
            Il prezzo di vendita di quella roba lì non è certo 300 euro e tu mi sembri piuttosto un venditore. Ma lascia perdere! Piuttosto è meglio comprare una stufa usata di qualità e cercando su internet se ne trovano.
            • Re: Re: Re: Re: Re: stufa ghisa lapillo ,montana di Andrea del 04/01/2014, 09:34
              Buongiorno, leggendo i vari forum sono incappato in questo e mi devo dire meravigliato su cosa leggo. Qui si parla di una stufa presumibilmente cinese con le opinioni del caso. Dunque, da importante venditore di tutte le marche di stufe (da 200 euro a 4000 euro), in oltre 30 anni di lavoro posso dire di avermi fatto una buona cultura generale di stufe a legna e non ho mai sentito o per sentito dire di stufe che si aprono a metà! Nell'arco di questi anni, senza esagerare, a conti fatti avrò venduto più di 3000 stufe economiche, più di metà di origine cinese. Gli acquirenti andavano avanti con queste macchine da guerra almeno 12/15 anni e poi quando si ripresentavano al negozio per cambiarle cosa volevano? La stessa marca CINESE per la convenienza e la soddisfazione avuta negli anni. Ovviamente marchi tipo jotul o altri conosciuti di fascia alta dico anch'io che siano migliori sfruttando appieno le proprietà della legna (doppia combustione, giro dei fumi, ecc) ma posso dire da esperto che le persone che disprezzano le stufe economiche parlano senza sapere ciò che dicono oppure danno per buono fonti di informazione non attendibili. Per quel che mi riguarda la marca in questione, Lapillo, posso dire che rispetto altre marche economiche è tra le migliori e chi l'acquista per oltre 10 anni avrà l'abitazione calda senza alcun problema.
              Se avete domande in merito sono a disposizione.
              • Re: Re: Re: Re: Re: Re: stufa ghisa lapillo ,montana di Giuseppe del 04/01/2014, 15:09
                Salve Andrea, sono anch'io rivenditore di stufe e concordo su ciò che ha scritto. Purtroppo per noi europei anche i cinesi si sono messi a lavorare con criterio a prezzi stracciati e le stufe considerate spazzatura sono quasi alla pari di altre di marca che costano il doppio. I pochi problemi riscontrati negli anni li ho avuti sia con stufe economiche che con quelle al top da migliaia di euro. Parlando contro il mio interesse per quanto riguarda il guadagno, se dovessi acquistare una stufa non andrei su una di marca se con una sottomarca ho un prodotto quasi analogo con un costo dimezzato.
                Ad oggi Lapillo è il miglior compromesso di stufa economica. A detta dei miei clienti ha una resa eccezionale per ciò che costa e finora nessuno si è lamentato neanche a distanza di almeno 8 anni dall'acquisto.
                Giuseppe
              • Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: stufa ghisa lapillo ,montana di Pietro Marostica del 05/01/2014, 15:06
              • Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: stufa ghisa lapillo ,montana di Massimo del 05/01/2014, 23:39
    • Re: stufa ghisa lapillo ,montana di Nicoletta del 07/01/2014, 07:42
      Buongiorno a tutti. Io e mio marito 4 anni fa decidemmo di acquistare una stufetta in ghisa a legna senza spendere un'esagerazione per il nostro budget limitato. Vedemmo su internet la marca lapillo e ci attirava questa stufa soprattutto per il costo ma non sapevamo affatto di cosa si trattasse. Abbiamo fatto il passo acquistandola in un negozio specializzato (così in caso di problemi avevavo dove appoggiarsi). Appena portata a casa ci sembrava troppo piccola per l'ambiente in cui doveva essere posizinata e iniziavamo ad avere molti dubbi sia per la marca che per le dimensioni ed eravamo convinti di aver fatto un buco nell'acqua. Beh, in 4 lunghi anni avremmo acceso il riscaldamento di casa forse 5 volte quando fuori c'era un ghiaccio esagerato (-10!!). Questa stufetta dalle contenute dimensioni fa un caldo terribile e a parte il fatto di esersi leggermente opacizzata in alcuni punti va benissimo. Nessuna deformazione, nessun odore e all'apertura dello sportello non esce un filo di fumo. Il nostro è stato un ottimo acquisto e di certo ritorneremo su questa marca.....chissà fra quanti anni
    • Re: stufa ghisa lapillo ,montana di Albert del 11/01/2014, 20:53
      Buonasera, sono anch'io possessore di una Lapillo Montana acquistata su internet. Premetto che la mia residenza è all'alpe di Siusi quindi l'inverno è piuttosto rigido. Avevo scelto questa stufetta per riscaldare solo la cucina che è grande, mentre le altre stanze si pensava con i radiatori. Credendola sottodimensionata per la stanza sono rimasto stupito per il calore che emana e sono stato costretto tenete aperta la porta comunicante col soggiorno di quasi 50 metri quadri. Così facendo ho la cucina con 23 gradi e il soggiorno con 20,5. Ho un notevole risparmio di bolletta riuscendo a scaldare anche la più grande stanza della casa e questa è stat una grande sorpresa per me. Sono molto soddisfatto anche per le ore che emana calore da quando si carica. Rimangono un sacco di braci roventi per ore e ore e questa stufetta che non fa una piega, regge incredibilmente l'enorme calore che sprigiona.
      La consiglio ad occhi chiusi
    • Re: stufa ghisa lapillo ,montana di lara del 28/01/2014, 08:06
      Anche noi abbiamo ormai da 5 anni la stufa lapillo e ne siamo entusiasti. Oltre a scaldare molto non fa nessun odore di fumo, neanche all'apertura dello sportello esce fumo. Ha un tiraggio molto valido. Concordo con le persone che scrivono di riscaldarsi solo con questa stufa perché effettivamente anche noi da quando l'abbiamo acquistata la casa rimane sempre calda accendendo i termosifoni solo un paio di volte all'anno. Consigliatissima.
      Lara
    • Re: stufa ghisa lapillo ,montana di Gianluca del 24/02/2014, 04:25
      Ho provato per diversi anni la Lapillo e ne sono sempre stato entusiasta. Ho voluto provare a cambiare con una di marca conosciuta, per la precisione con jotul. Avendo provato di persona il confronto tra le 2 marche sinceramente una grande differenza tra le 2 stufe non l'ho proprio trovata. Scaldano entrambe tanto e le uniche relative differenze riscontrate è che la ghisa Lapillo scalda più velocemente rispetto Jotul ma ha un'autonomia leggermente inferiore. Per autonomia intendo la durata della stufa calda con un carico di legna. Entrambe durano un sacco di ore. Quindi ho avuto una spesa d'acquisto raddoppiata ma che proprio non ne capisco l'effettivo motivo se sono molto simili tra di loro.
      Gianluca
    • Re: stufa ghisa lapillo ,montana di Giorgio del 01/05/2014, 17:48
      Ho messo in vendita la mia vecchia lapillo per prendermi il prossimo autunno qualcosa di nuovo. Il motivo della vendita è solo dovuto al fatto di essere stufo di vedermi in casa questa stufa. A distanza di anni sembra quasi come il primo giorno che l'ho acquistata. Certamente la cambierò con un'altra lapillo dalla linea più attuale.
      Giorgio

  • Oggetto: gruppo acquisto pellet di Franco del 31/03/2006, 18:20
    Messaggio: Ciao Paolo io sono di Brescia (Provincia), secondo me la tua è una buona idea del gruppo d'acquisto, però i prezzi mi sembrano ancora un pò alti nonostante le quantità, comunque non lasciar perdere l'idea, teniamoci aggiornati sui prezzi, ciao.
    • Re: gruppo acquisto pellet di paolo del 31/03/2006, 21:06
      ciao Franco,
      anche a me sembramo un pò alti, ma purtroppo non ho trovato di meglio.
      Non vorrei trovarmi con i prezzi di un mese fà, dove qui a Torino erano di 5,00 € a sacco di buona qualità (ammesso di trovarlo)
      Fammi sapere se hai qualche notizia
      • Re: Re: gruppo acquisto pellet di Franco del 01/04/2006, 08:24
        OK Paolo,
        sto vedendo qui in giro cosa posso fare, c'è un produttore nuovo a 6 Km da dove abito io, ti farò sapere,ciao. (ma se dovesse passare un pò di tempo, come faccio a rintracciarti?)
    • Re: gruppo acquisto pellet di Svjetlana del 30/05/2006, 09:47
      Buongiorno, sto installando un impianto per i pellet in Bosnia, entro un paio di mesi dovrei riuscire ad iniziare la produzione. Abbiamo la materia prima di ottima qualità, faggio, rovere, abete,...la segattura secca a volontà. Se vi può interessare, avremmo i prezzi buoni...12 euro al quintale (escluso trasporto)e 16 euro compreso trasporto in Nord Italia.
      Adesso abbiamo i bricchetti di faggio a questi prezzi... Per informazioni info@bricchetti.it
      • Re: Re: gruppo acquisto pellet di william del 30/05/2006, 12:05
        bungiorno a tutti il prezzo offerto da Svjetlana, sembra molto interessante cosa ne dite avete sentito offerte migliori, la situazione per ilprossimo inverno sembra essere peggiore che quella dell'inverno scorso.
        • Re: Re: Re: gruppo acquisto pellet di Fabio del 30/05/2006, 13:10
          Si', trovo interessante l'offerta di Svjetlana, aderirei volentieri a un gruppo di acquisto per l'equivalente di 150 sacchetti. Come sono imballati (sacchetti, big bags, sfusi...) ? Mia posta elettronica: su bigfoot punto com, io sono fabioman (ricomponete l'indirizzo, scusate ma gli spammers incombono)
          • Re: Re: Re: Re: gruppo acquisto pellet di Marco M del 18/09/2006, 20:24
            Siamo nr. 2 famiglie di Brescia interessate all'adesione al gruppo d'acquisto; vorrei avere qualche informazione in più.
            Potremmo acquistare una media di 400 sacchi di pellet chiaro da 15Kg all'anno.
            Grazie
      • Re: Re: gruppo acquisto pellet di pietro del 31/08/2006, 11:44
        ciao a tutti, mi piacerebbe fare parte del gruppo di acquisto pellet, non so come fare. Mi interessa il prezzo offerto da Svjetlana. aspetto riscontri al seguente indirizzo: pieroegiuliana@tiscali.it
      • Re: Re: gruppo acquisto pellet di Cudicio Severino del 09/09/2006, 08:53
        Salve,abito in Friuli siamo in tanti da questa parti ad utillizare stufe a pellet per riscaldare.Noi quest anno abbiamo combinato con un produttore Svizzero di pellet di ottima qualita.,i pellet sono di abete diametro 6mm garantito dalla sigla DIN+. Noi siamo interessati ad acqistare il vostro pellet se e di buona qualità, abbiamo un bisogno annualle di circa 45 ton. Sarei grato per avere altre informazioni per quello che riguarda la vostra produzione sui tempi di consegna e sui costi.Ringraziando anticipatamente saluto.
      • Re: Re: gruppo acquisto pellet di bioterm.it del 09/10/2006, 09:27
        Il prezzo sembra troppo interessante direi...
        quando sarà pronto l'impianto si può visitare, personalmente acquisto in Francia e prezzi così bassi sono un sogno...
        Ma come sempre le parole sono tante, passiamo ai fatti vediamo questo pellet
        grazie, ovviamente sono opinioni personali
      • Re: Re: gruppo acquisto pellet di dorde-stefano del 09/10/2006, 18:35
        avrei piacere di essere da Voi contattato, anche noi lavoriamo in bosnia produciamo legna da ardere e si potrebbe fare qualcosa assieme. fammi avere un tuo numero di telefono che ci mettiamo in contatto, per la ligua non ci sono problemi, parliamo serbo, italiano .
        attendo Vs. contatto a breve. e abbiamo gia una vasta rete di clienti i n ITALIA e paghiamo alla consegna.
        mandami un e-mail.
      • Re: Re: gruppo acquisto pellet di dorde-stefano del 09/10/2006, 18:44
        ovviamente il messaggio precedente erea per Svjetlana.
    • Re: gruppo acquisto pellet di DONA del 11/06/2006, 06:54
      Cio a tutti,
      anche io sono intresssato all'acquisto di pelet sono del centro italia zona senigallia ed ho un consumo di circa 20ql.nella mia zona il costo è da €6 a 4.30 ogni sacco da 15kg.
      Fatemi sapere se conoscete rivenditori più economici,
      ciao
      Dona
    • Re: gruppo acquisto pellet di aky del 12/06/2006, 16:48
      qualcuo mi sa dire il nome e l'indirizzo di qualche ditta che produce mais o pellet per il mio termocamio?vorrei risparmiare...sapete dirmi più o meno quali sono i prezzi?
    • Re: gruppo acquisto pellet di marco del 20/06/2006, 16:48
      Io ci stola mia mail è dollamoni@yahoo.com, se qualcuno organizza il gruppo di acquisto a me ne serve un bancale o due (sacchetti da 15Kg, circa 70 sacchetti al bancale)

      marco
    • Re: gruppo acquisto pellet di LUCIA del 04/10/2006, 10:39
      Io sono interessata ad acquistare pellet di abete di qualità. Abito in zona Treviso, il mio consumo è circa 70 sacchi da 15 kg. Mi sapete dire se è ancora possibilire unirmi a voi e quanto è il costo?
      Ciao Lucia
    • Re: gruppo acquisto pellet di Anonio del 06/10/2006, 20:08
      io sono della valle vigezzo,
      qui il pellet di faggio costa dai 5.50 ai 6,00 euro 15 Kg se lo si trova a meno sarei interessato
    • Cerco pellet di roberto del 17/10/2006, 14:19
      Salve c'è in giro per il forum qualcuno che abbia del prodotto disponibile a prezzi decenti?
      Sono interessato all'acquisto di discrete quantità.
      Saluto e ringrazio
    • Re: gruppo acquisto pellet di mattia del 12/05/2007, 17:51
      acquisto pettet sfusi con cisterna
    • Re: gruppo acquisto pellet di gigi del 06/11/2007, 21:52
      avrei piacere di far parte della vostra comunity
      ringrazio anticipatamente.
    • Re: gruppo acquisto pellet di Sergio del 20/12/2007, 13:19
      Dear Sirs,
      Our slovenian company is engaged in pellets manufacture also as trading, and we are pleased to make an offer for you. All pellets are made of pine, without any admixtures and cortex, only high quality.
      DIAMETER : 6 mm
      LENGTH : Less than 50 mm
      DENSITY : 1,1 kg/dm³
      HUMIDITY : 10 %
      BULK WEIGHT : 600 kg/m³
      BRIQUETTE DUST : 2 %
      ASH CONTENT : 0,45 %
      COMBUSTION HEAT : 18 Megajoule/kg
      SULPHUR CONTENT : 0,06 %
      CHLORINITY : 0,02 %
      NITROGEN CONTENT : 0,02 %
      Currently we supply pellets to our customers only in big-bags(bulks)FCA(Ukraine) 85 EUR/ton
      Starting from the middle of next month we would be able to supply our customers with pellets packed in 15 kg bags.
      The manufacture locates in Ukraine. FCA prcie - 95 EUR/ton
      We're looking forward to establishing a long-term, mutual with trustworthy business relationships with you.

      Best regards,
      Sergio
    • Re: gruppo acquisto pellet di Alex del 28/03/2008, 21:10
      Sono di Romania,a una fabrica di pellet e cerca clienti per 120 t a meze.Sono fati di rovere,frasino e un peau abete,imbalati in sachi da 15 kg,prezo 2,68 euro saco in nord Italia.Sono interesato anque si existe bruciatore a pelet per caldaie a legnio dentro 20-100 kw.shuis28@yahoo.com
    • Re: gruppo acquisto pellet di CAPITANO del 04/12/2008, 21:59
      riesco a trovare pellet di categoria A ecologico certificato per gruppo di acquisto al prezzo di 3€ (iva 10% compresa) per sacco da 15 kg posto in italia (escluso isole)- Chi fosse interessato scriva alla mia mail che gli invio la scheda tecnica del prodotto. E' necessario organizzare l'acquisto di un camion per volta per ottenere questo prezzo.
      • Re: Re: gruppo acquisto pellet di nino del 18/01/2010, 01:48
        Ho letto il suo messaggio,e vorrei avere informazioni sul prodotto ( SCHEDA TECNICA E TIPO DI PELLET).


        GRAZIE A PRESTO!!!! NINO.
    • Re: gruppo acquisto pellet di ginluca del 27/09/2009, 15:03
      salve a tutti vorrei acqustare pellets per quest'inverno mi interessavano anche una decina di bancali se sapete qualcuno a prezzo e qualita fatemi sapere grazie gianluca
    • gruppo d'acuisto zona roma nord,capena,fiano,monterorotondo di ciro del 15/10/2009, 09:51
      salve a tutti.
      ho comprato da poco una stufa a pellet, e sto cercando amici per formare un gruppo d'acquisto in zona,oppure se già esiste per unirmi a loro.
      abito a Capena,zona roma nord, tra fiano e monterotondo
    • Re: gruppo acquisto pellet di roberto bellini del 11/12/2010, 21:40
      sono ineressato all'acquisto di una stufa a pellets per la mia taverna di 7 10 kg max sono della provincia di Bg
    • Re: gruppo acquisto pellet di domenico del 14/12/2010, 21:38
      richiesta di pellet
    • Re: gruppo acquisto pellet di popescu iulian nicolae del 20/09/2012, 14:38
      sono uno rapresentante di una fabrica de pellet rumena.abimo dei prezzi molto interesanti tipo 3.30al saco da 15kg
    • Re: gruppo acquisto pellet di Ecofuoco Oltrepo srl del 30/04/2014, 17:27
      Caro gruppo di acquisto,
      io sono un grosso importatore di pellet.Abbiamo un pellet di abete bianco senza corteccia certificato EnPlus A1 (cenere 0,3%-potere calorico 5,2KW/Kg) e un pellet di abete con una percentuale di corteccia con una percentuale di cenere del 0,6% circa e un potere calorico di 5,2 KW/Kg.Possiamo provvedere alla consegna diretta del carico,l'importante e' che ci sia a disposizione un muletto per scaricarlo e un'area adeguata per ospitare il bilico.Se volete contattarmi potete farlo via e-mail a foschelli@libero.it o via telefono al 348/7315161....Stefano Foschelli

      Distinti saluti
      Stefano Foschelli

  • Oggetto: Termocamini SiciKalor di Sandro del 27/09/2012, 18:27
    Messaggio: Salve, se avete intenzione di acquistare un termocamino idro, Vi consiglio SICIKALOR. Sono di Firenze, l' ho trovato su internet per caso, ho chiesto informazioni e l'ho acquistato direttamente dalla fabbrica (visto che nella mia zona l' azienda non ha ancora rivenditori). Oltre al rendimento, la bellezza e la rifinitura del camino sono davvero notevoli, poi il formato panoramico 16:9' è una vera meraviglia solo a guardarlo. Ho acquistato anche la cornice di rivestimento in colore acciaio satinato, e devo dire che con una spesa abbordabile, mi ritrovo un prodotto nuovo, di ottimo livello. Lo consiglio vivamente a tutti, a volte fermarsi solo ai marchi pubblicizzati e conosciuti è davvero un errore!
    • Re: Termocamini SiciKalor di pota del 02/10/2012, 19:06
      La manutenzione e facile tipo: pulire giro fumi, accedere alla zona Idro tipo scambiatori, valvole, ecc..., ecc... , e invasivo sia come dimensione e come installazione tipo: finte pareti in carton gesso, ecc...Segnala il lvello dell'acqua della stufa e si puo caricare con antigelo e dotata di vaso espansione chiuso con manometro pressione impianto con annesso valvola di sicurezza???????? Anticipatamente grazie Sandro
      • Re: Re: SiciKalor aggiunta x Sandro da Pota di pota del 02/10/2012, 19:55
        •PREDISPOSIZIONE DI SERIE PER BRUCIATORE MULTICOMBUSTIBILE SiciKalor tu hai anche questa opzione se si come il funzionamento e il costo del termocamino e del bruciatore, grazie
    • Re: Termocamini SiciKalor di riccardo del 25/10/2012, 17:28
      salve, sono interessato anche io all acquisto del termocamino volevo chiederle delle informazioni, posso contattarla, se non la disturbo troppo.
      Puo inviarmi il suo numero di telefono la richiamo il mio numero di cell è 3937622293
      Grazie Riccardo
    • Re: Termocamini SiciKalor di fabio del 20/01/2013, 19:59
      Salve volevo acquistare anche io un termocamino sicikalor 30 16:9 e nella mia zona nn ci sono rivenditori..ho sentirò la fabbrica e mi hanno risposto che nn vendono al pubblico..come avete fatto voi? Il prezzo più o meno?
    • Re: Termocamini SiciKalor di Antonio del 08/02/2013, 15:15
      Ciao Sandro, piacere mi chiamo Antonio.
      Ho intenzione di acquistare il modello SiciKalor SuperFire30 16:9 Bifacciale,vorrei sapere se per te non è un problema, quanto hai speso per il tuo compreso di cornice e come funziona l'acquisto direttamente dalla fabbrica
      Grazie
      Saluti Antonio I.
    • Re: Termocamini SiciKalor di pierfrancesco del 26/09/2013, 12:59
      Ciao. Anch'io sono interessato all'acquisto di questo prodotto. Ho solo dei dubbi circa la quantita' d'acqua calda prodotta, sai, in casa abbiamo 2 bagni e 2 cucine e siamo in 6. Mi diresti qual'e' la tua esperienza diretta? Grazie.
    • Re: Termocamini SiciKalor di Matteo del 08/03/2014, 17:41
      anch'io sono interessato, mi piace molto e ho letto molto bene di questo prodotto.
      quanto lo hai pagato se posso chiedere?
    • Re: Termocamini SiciKalor di corrado chatillard del 23/03/2014, 19:41
      Buongiorno.Vi scrivo dalla valle d'aosta ,nella mia zona e neanche vicino non ci sono rivenditori.Come faccio per acquistarne uno?Se dovessi un giorno aver bisogno di qualche pezzo di ricambio come posso fare ad avere l'assistenza e i pezzi in un tempo ragionevole?Grazie
    • Re: Termocamini SiciKalor di Tommaso del 28/04/2014, 12:48
      Salve, vorrei acquistare anche io un termocamino a legna sicikalor. Vorrei sapere sen non ti disturbo, a distanza di 2 anni dall'acquisto come ti trovi, e quanta legna ti consuma al giorno tenendolo acceso tutto il giorno e i mq che riscaldi. Ti ringrazio, cordiali saluti Tommaso.

  • Oggetto: Auto a carbone e legna da ardere economica di fabio del 04/10/2010, 12:43
    Messaggio: Salve, sono di Pisa.
    Da tempo sono un appassionato di forme d'energia alternatvive, per questo sto iniziando a costruirmi in casa un gasogeno, quel sistema che serve per alimentare un motore con legna ecc....
    Se vi interessa qui cè un riassunto di come funziona:
    http://www.maxicross.it/nuovo-sito/motore-a-gasogeno.html

    Insomma volevo ringraziere la ditta :
    VENDITA LEGNA DA ARDERE E PELLETS PROVINCIA DI PISA
    sito web: http://www.venditalegnapisa.it/ per la gentilezza con cui mi ha aiutato a scegliere i legnami, i test che mi permesso di fare e altre mille piccole attenzioni.

    Insomma il mio vuole essere un tributo ad una persona che mi molto aiutato in mio piccolo progetto, che ha visto la luce anche grazie alla loro disponibilità e costi bassi
    • Re: Auto a carbone e legna da ardere economica di Marco del 28/04/2014, 12:18
      Salve a tutti. Sarei interessato a un piccolo gasogeno funzionante a pellet da poter installare su un Piaggio porter 1.3. A me serve solo produrre il syngas e poi mandarlo al collettore di aspirazione. Qaulcuno è in grado di aiutarmi? Grazie

  • Oggetto: canna fumaria di claudio del 19/04/2014, 21:17
    Messaggio: Salve, devo mettere un camino contro una parete nella parte centrale della casa. Dovrei far fare alla canna fumaria un angolo retto per uscire dalla casa ed arrivare al comignolo. Pensa si possa fare?
    saluti Claudio.
    • Re: canna fumaria di Luigi Biagini del 22/04/2014, 10:20
      Solo se e solo quando...
      Partiamo dal presupposto che non ho ancora trovato un libretto istruzioni uso e manutenzione che me lo consente (inclinazione max 45°), pensiamo anche al povero spazzacamino che non trovando sportelli di ispezione non riesce a portare a termine il suo lavoro.
      Anche montando questi sistemi di ispezione dobbiamo tenere conto delle perdite di carico ergo, un calcolo di tiraggio...