Home page
Pubblica annunci qui
Archivio articoli
Mappa sito
Cerca nel sito
Ricerca specializzata

Abbandono: un fuoco che si spegne

Le aziende
Link utili
Domande
Interviste

New Forum

Archivio messaggi
Regolamento Forum

Bibliografia

Mercatino New
Fiere e mostre
I restauratori

Chi siamo
Lettere



Scrivi allo Staff di fuocoelegna.it:
Indirizzo email


Staff fuoco e legna

Via Grazioli 10
I - 10076 Nole (To)


Scrivi al Webmaster
Informativa privacy

Aggiornata al
19 December 2006




Forum sul riscaldamento a legna
caminetti stufe e caldaie a legna e a pellets


Cerca nel forum:
or and

Pagina:
  • Oggetto: Canna fumaria di Domenico del 23/04/2013, 16:03
    Messaggio: Salve a tutti, ho un quesito da porvi, al piano primo dell'abitazione ho un "normale" camino con regolare cappa che arriva al tetto.
    In taverna vorrei posizionare un termocamino per riscaldamento e acqua sanitaria (andrebbe li per una questione di spazi), il problema è che li non ho una cappa ma, potrei ricollegarmi a quella del piano superiore.
    Il problema è che non sono perpendicolare a questa ,dovrei fare un primo raccordo di circa 2m a 45° poi risalire su fino al piano superiore di circa 1,5m e, con una curva, ricollegarmi alla cappa esistente (le misure non sono precisissime).
    Il lavoro è fattibile, il mio dubbio è sul tiraggio della cappa a lavori completati.
    Qualcuno può darmi consigli?
    Grazie
    • Re: Canna fumaria di Luigi Biagini del 25/04/2013, 13:18
      Cominciamo a usare i giusti termini, altrimenti facciamo confusione.
      Quello che chiami camino si chiama caminetto, ciò che chiami cappa è il camino.
      Puoi ricollegarti al camino del piano superiore a patto che:
      Sia di sezione adeguata al generatore che vai ad installare (preferibile e consigliabile fare un calcolo di tiraggio), usare massimo 2 curve a 45° (uno spostamento) ma se possibile evitarle per usare gradazioni minori (15° 30° ecc....).
      A tutto questo ti potrebbe essere d'aiuto un buon fumista. Vorrei farti presente che la depressione minima di un camino deve essere di 12Pa (o secondo indicazioni del costruttore del termocamino), attenzione a non raddoppiarla perchè rischieresti in fatto di resa...potresti perdere un 13% ca.
      • Re: Re: Canna fumaria di Carlo del 25/04/2013, 18:36
        Ma se la canna del piano superiore è già utilizzata da un caminetto, non è corretto collegarci nella stessa anche il caminetto della tavernetta. O no?
        • Re: Re: Re: Canna fumaria di Luigi Biagini del 25/04/2013, 19:03
          Sottinteso...ma che si debba ricordare ogni volta...?!?!
          Un camino, un caminetto.
          Un camino, una stufa.



  • Oggetto: Stufa a legna nordica di roberto merone del 23/04/2013, 13:12
    Messaggio: buon giorno,
    sto facendo lavori in casa e approfitto per liberarmi di un inserto ecopalex della palazzetti che mi ha molto deluso,faceva strano odore,molto rumoroso con le ventole in moto e la fiamma era incontrollabile,un vero pacco!!!!ora vorrei sostituirlo con una stufa a legna della nordica con forno in alto,sono indeciso con il modello gaia e il modello dorella,qualcuno sa se hanno difetti o problemi vari?non vorrei fare lo stesso errore di prima anke xkè sta roba costa un po di soldini.....grazie in anticipo in attesa di vostri pareri/consigli.(la devo installare in un salottino di 27 mq con h di 3,8 mt....non è chè fa troppo caldo dopo?

  • Oggetto: VENDITA NOCCIOLINO E PELLET DI SANSA DI OLIVE per informazioni tergiok@.libero.it di Gianluca del 05/10/2006, 17:41
    Messaggio: salve se desiderate conoscere una biomassa dal prezzo da sogno e dalle rese caloriche alte contattatemi pure per email inserite anche il vostro numero di telefono e/o cellulare se lo gradite
    Saluti

  • Oggetto: Consiglio per acquisto stufa a legna. di Fabio del 21/04/2013, 21:05
    Messaggio: Buongiorno, sono intenzionato ad acquistare una stufa a legna (dato che ho possibilita di reperire facilmente legna ) per scaldare la mia abitazione di 120 mq circa; abito in provincia di Padova.
    La casa ha le finestre nuove ma nessun altro tipo di coibentazione.
    La stufa verrebbe collocata nel corridoio centrale alla casa largo 2m x 6m, dove si affaccia la cucina, il salotto e in un piano sfalsato di tre gradini la zona notte. ( La zona notte è separata da una porta )
    La zona notte non la scaldo mai molto (circa 17°) e la gestirei aprendo o chiudendo la porta che da sul corridoio.
    Il bagno continuerei a scaldarlo con il termosifone.
    La stufa che mi interessa, anche per questioni estetiche, è la Piazzetta E903M dalla potenza nominale di 12,5Kw.
    Starebbe accesa da mattina a sera e scalderei la zona notte solo al pomeriggio quindi quando la zona giorno è già ben calda.
    Le mie domande sono:
    1 Devo per forza mettere la ventilazione altrimenti il salotto non si scalderà mai? (vorrei evitare la ventilazione per problemi di allergia alla polvere)
    2 La stufa è molto potente, ma se fosse "troppo potente" riuscirei comunque a gestirla regolando l'aria primaria e secondaria? Oppure è sufficente una da 8 Kw.
    La mia scelta cade anche su questa stufa perchè ha la camera di combustione molto ampia che quindi penso mi consenta di caricare più legna e rallentando la combustione avere più autonomia.
    Essendo la stufa molto costosa (2600 euro) cercavo prima di acquistarla qualche consiglio.

    Grazie Saluti.
    • Re: Consiglio per acquisto stufa a legna. di giorgio del 22/04/2013, 21:44
      Ciao Fabio,se hai problemi di allergia,ci vuole
      una stufa senza ventilazione,una stufa di terracotta
      calore naturale e sano,senza elettricità.

  • Oggetto: Stufa irraggiamento: differenze fra stufa piena e stufa con ipocausto di mari58 del 18/04/2013, 11:30
    Messaggio: buongiorno a tutti,
    vorrei installare una stufa ad irraggiamento. Ho avuto contatti con vari fumisti. Alcuni mi propongono una stufa piena in refrattario, altri una stufa con la tecnica dell'ipocausto.

    Quali sono le differenze fra le due tipologie?
    Qual è la migliore?

    Grazie
    • Re: Stufa irraggiamento: differenze fra stufa piena e stufa con ipocausto di ValeS del 20/04/2013, 13:07
      Salve,
      La migliore e' quella costruita meglio e con i materiali migliori.
      Il dato importante da sapere per lei e' il peso della stufa e i kWh accumulati e ceduti nel tempo, che siano in linea con la richiesta energetica della casa... Oltre ad una posizione ottimale.

      Queste stufe non costano poco, e se dimensionate male possono essere una vera delusione!!!
      Saluti

  • Oggetto: Smaltare una stufa ad accumulo di Rudy del 12/04/2013, 14:22
    Messaggio: Ciao a tutti, dovrei smaltare una stufa ad accumulo da me costruita, qual'è il metodo migliore e il prodotto più adatto per evitare crepe sulle pareti?
    Nella camera di combustione ho previsto un'intercapedine di 1 cm tra le due pareti (65mm + 65mm).

    Grazie a tutti!

  • Oggetto: stufa in ghisa che puzza di daniele del 24/03/2013, 20:23
    Messaggio: ciao a tutti
    mi potete aiutare a risolvere questo problema?la mi stufa in ghisa nuova jotul f163 quando la mando a pieno regime emana un odore sgradevole...una puzza acre plasticosa ...non so bene definirla..pensavo fosse l'odore di nuovo avendola comprata a novembre ma ormai sono passati dei mesi e l'odore rimane...l'accendo tutti i giorni per poche ore ....forse non ha preso una bella "scaldata" oppure che puo' essere??aiutatatemi per favore...
    il tiraggio e' ottimo...la resa pure..scalda tanto e se non fosse per quell odore direi che e' un grandissimo acquisto...ciao a presto..
    • Re: stufa in ghisa che puzza di giorgio del 25/03/2013, 21:44
      Ciao Daniele io ero un possessore di una stufa in ghisa ho avuto lo stesso problema,come l'ho
      risolto,ho cambiato stufa perchè dopo 2 inverni
      l'odore non spariva,si vede che la vernice non era
      di buona qualità.
      Ho comprato una stufa di terracotta,non ho più
      avuto puzza in casa,il colore delle stufe in cotto
      è fatto con coloranti all'acqua ed ecologici!!!
      • Re: Re: stufa in ghisa che puzza di daniele del 26/03/2013, 20:49
        possibile che non ci sia un altra soluzione??
        • Re: Re: Re: stufa in ghisa che puzza di giorgio del 26/03/2013, 23:11
          Daniele sappi che detto da un signore che produce
          vernici per alte temperature,che non esistono
          vernici ecologiche per stufe di ghisa che sono a zero
          emissioni,sono ridotte ma non eliminate completamente.
          Per cui quando esse vengono portate ad alte temperature è inevitabile che le sostanze volatili
          presenti puzzino fino ad asciugatura completa ed
          oltre.Poi col tempo ci si fa il naso!!!
          é da vedere se con il tempo provoca sul fisico
          qualche probblema?
          • Re: Re: Re: Re: stufa in ghisa che puzza di daniele del 02/04/2013, 21:37
            ma la tua stufa era della jotul?e pensare che e' una delle marche migliori...mi sembra strano che utilizzino vernici non di qualità!
            • Re: Re: Re: Re: Re: stufa in ghisa che puzza di giorgio del 02/04/2013, 22:56
              Ciao Daniele,il problema come mi hanno spiegato dei
              tecnici è che,la ghisa quando si scalda,si scalda
              molto di più della maiolica e della terracotta,
              per cui si porta la vernice al limite,prima cambia
              colore poi se va male si stacca poco alla volta.
              Le vernici ad alte temperature a volte stentano
              a resistere alle alte temperature.
              • Re: Re: Re: Re: Re: Re: stufa in ghisa che puzza di daniele del 10/04/2013, 16:11
                ciao
                e grazie delle risposte anche se non era quello che volevo sentirmi dire!!!
                quindi non c'e' speranza???nemmeno surriscaldarla al massimo??
                e pensare che ho speso 2000 e !!

  • Oggetto: sugerimenti sul canale da fumo di alessandro del 08/04/2013, 10:00
    Messaggio: Premetto : non è facile spiegare:-(.
    Ho in casa mia da 10 anni una stufa in ghisa economica comprata usata 10 anni fa è giunto il momento di cambiarla .Questa estate cercherò una nuova stufa a legna. Sino ad ora nonho mai avuto problemi di tiraggio l'unico problema è che ogni due mesi devo pulire il canale da fumo pulendo l'ultima curva a 90 gradi alla fine del canale vicino al soffitto .questo perché ogni mese si forma una certa quantità di carbone e se non la tolgo il tubo si ostruisce.
    <Per capire : l'inizio della canna fumaria parte da un buco dal soffitto e prosegue diretto al comignolo senza nessuna ispezione. La stufa a legna per via dei mobili /divano non la posso istallare esattamente sotto il buco della canna fumaria ma sono costretto a posizionarla almeno a 40 cm sulla sinistra. Per ovviare a questo inconveniente partendo dalla stufa :
    attacco un tubo verticale sopra il piano della stufa poi curva a 90 sula destra agganciata ad un altra curva sulla sinistra di modo che il canale da fumo finisce in verticale e mi aggancio all'inizio della canna fumaria. NON ho mai avuto problemi di tiraggio .Ma come ho detto il problema è la formazione di carbone , non e' fuliggine , non e' umida e' proprio un residuo della combustione della legna che si forma costantemente (la stufa e' quasi sempre accesa )e si deposita come detto sulla prima curva .di conseguenza devo smontare il canale ogni 40 giorni per eliminare il residuo (non è poco ) per evitare l'otturazione del canale. Dopo (scusate) una tediosa premessa pongo una serie di quesiti : Con l'istallazione della nuova stufa ho pensato a delle alternative al canale onde evitare le frequenti pulizie : l'unica che mi sembra possibile è usare un raccordo TEE 90 da agganciarlo in alto , poi il tubo è chiuso sotto con un tappo a vite facilmente smontabile e mi aggancerei con un raccordo a 90 gradi sull'altra uscita del raccordo TEE di modo da spostare di 40cm la
    stufa : SOLO che non ho trovato raccordi TEE a 90 gradi per stufe va Legna ama solo per quelle a pellet vanno bene anche loro ? ma posso in ogni caso e' meglio istallarlo all'inizio della stufa magari all'uscitalaterale della stufa attaccando poi sempre una curva a 90 gradi per guadagnare i 40 cm necessari ..qual è la soluzione ideale ? altre alternative ? grazie e scusate la non facile spiegazione .
    • Re: sugerimenti sul canale da fumo di Luigi Biagini del 10/04/2013, 12:14
      Risposta veloce ma ci sarebbe da approfondire il tutto... Hai pensato a curve a 45° (di solito a 36° nei tubi smaltati)?

  • Oggetto: tiraggio monoblocco mega fire montegrappa di marco del 02/02/2009, 20:41
    Messaggio: ciao a tutti ho installato in casa il monoblocco in oggetto indicato costruendo anche una canna fumaria con tubo coibentato delle dimensioni giuste nuova di pacca. il mio problema è che quando alzo la porta scorrevole, quando c'è un po di fumo nella camera di combustione, questo fumo esce scendendo tra l'esterno della porta a vetri ed il rivestimento per poi risalire verso il soffitto una volta superata la cornice in sasso. vi sembra possibile una cosa del genere? i tecnici mi hanno detto che potrebbe esserci la canna fumaria sporca e che quindi non tira bene.... ma canna è nuova e comunque pulita... grazie a tutti

  • Oggetto: Stufe a carbone di Antonio del 08/07/2009, 13:05
    Messaggio: Ciao a tutti,
    sto cercando disperatamente una stufa a carbone (antracite) visto che riesco ancora a trovarne anche se a un prezzo non proprio econimico (55-60 al quintale). Potreste indicarmi dove trovarne una? Negli Stati Uniti ne vendono alcune a funzionamento automatico (http://www.readingstove.com). Mi accontenterei di una a funzionamento manuale. Sono disposto perfino ad acquistarla usata (se in buono stato).
    Grazie in anticipo
    Antonio
    • Re: Stufe a carbone di Francesca del 28/08/2009, 18:25
      Ciao, scusami per il disturbo.
      Io sto cercando di capire quanto può costare un quintale di carbone antracite.
      Sto svuotando la cantina, ne ho trovato veramente parecchio e lo vorrei vendere.
      Mi confermi che costa all'incirca 55-60 al quintale? ma dove hai reperito quest'informazione? è due giorni che cerco su internet senza risultato!!! :-(

      grazie mille
      Francesca
      • Re: Re: Stufe a carbone di Antonio del 10/05/2010, 19:54
        Ciao, è da molto tempo che non mi collegavo al forum e solo oggi ho visto la tua risposta. Il prezzo è quello praticato da uno degli ultimi rivenditori qui a Milano. Di dove sei? A me interesserebbe acquistarla se non abiti in capo al mondo.
    • Re: Stufe a carbone di Emiliano del 03/09/2009, 16:03
      scusa la domanda, come mai a carbone e non a legna? a legna ce ne sono a bizzeffe!
    • Re: Stufe a carbone di Elena del 29/06/2010, 14:23
      Salve.
      Ho visto che sta cercando una stufa a carbone. Io ne ho una da vendere, marca Ciney originale degli anni '50. E' in perfette condizioni e subito utilizzabile.
      Mi faccia sapere se è interessato, eventualmente le mando qualche foto.
      Elena.
      • Re: Re: Stufe a carbone di Costanzo Bestonzo del 06/04/2013, 00:36
        Salve Elena,
        E' ancora disponibile la vecchia stufa Ciney?
        Costanzo

<< Pagina precedente | Pagina successiva >>