Forum Fuoco e Legna

Cerca nel forum:
or and

Pagina:
  • Oggetto: canale fumi caminetto suborizzontale di sergio del 02/06/2015, 11:21
    Messaggio: Buongiorno, in una taverna di circa 60 mq che sto ristrutturando, vorrei installare un focolare aperto in refrattario, da usare non per riscaldare l'ambiente, ma solo per cucinare, con una bocca larga circa 70 cm ed alta circa 40-50 cm.
    La canna fumaria in acciaio inox, coibentata, è interna all'abitazione ed ha un'altezza di circa 8 metri rettilinea. Diametro interno 20 cm.
    il problema è che per collegare il focolare alla canna fumaria, dovrei fare un tratto di canale fumi inclinato di soli 15 gradi rispetto all'orizzontale, per una lunghezza di circa 180 centimetri. Il canale si innesterebbe nella canna fumaria con un T, al ti sotto del quale c’è il tappo per l’ispezione.
    Preciso che questo canale sarebbe facilmente accessibile e facile da pulire.
    Normativa a parte, quello che vorrei sapere, è se secondo la vostra esperienza un'installazione di questo tipo compromette il tiraggio, facendo ritornare il fumo nel locale, o se si riesce comunque ad ottenere un'evacuazione completa dei fumi.
    Ringrazio anticipatamente per la cortese attenzione.
    Cordiali saluti
    • Re: canale fumi caminetto suborizzontale di Giovanni Iemmi del 04/06/2015, 10:27
      riguardo il tratto orizzontale, sia come lunghezza che come inclinazione, saresti a posto, sia dal punto di vista normativo sia dal punto di vista del funzionamento.
      Quello che ti frega è il diametro che è assolutamente insufficiente per un'apertura di bocca simile. Ti farebbe fumo ad ogni accensione anche se fosse tutto perfettamente verticale
      • Re: Re: canale fumi caminetto suborizzontale di Sergio del 04/06/2015, 12:32
        Buongiorno,
        la ringrazio per la pronta e cortese risposta. Se riducessi la bocca a LxH = 60x40 cm, risolverei il problema?
        Un'apertura di queste dimensione sarebbe comunque sufficiente per l'uso che ne vorrei fare.

        Grazie

        Cordiali saluti
        • Re: Re: Re: canale fumi caminetto suborizzontale di Giovanni Iemmi del 04/06/2015, 19:00
          ti do un'indicazione di massima per farti un calcolo da te, dando per scontato che la forma e e le proporzioni tra le pareti interne siano corrette, che il comignolo abbia la giusta altezza ed esposizione e che la presa d'aria sia anche adeguata:

          per un caminetto aperto, la sezione della canna fumaria (superficie in cm quadrati) deve essere ALMENO un quarto della sezione della bocca

          canna diam.20 = superficie 314 cmq
          bocca 60x40 = 2400 cmq / 4 = 600 cmq

          con quella bocca ti servirebbe minimo una canna da 28cm di diametro, oppure rettangolare 20x30 (non è un caso che le vecchie canne fumarie siano spesso di 30x40 o anche di più)

  • Oggetto: stufa a legna di Stefano del 26/05/2015, 21:03
    Messaggio: Buonasera . Vorrei un'informazione E' possibile che una stufa a legna acquistata nel 1990 VERMOUNT CASTING modello resolute , nella parte retrostante al focolare nella seconda camera di combustione , siano presenti parti in amianto ? Grazie
    • Re: stufa a legna di Giovanni Iemmi del 28/05/2015, 21:31
      assolutamente no, stai pure tranquillo, ti garantisco che la Vermont è sempre stata molto all'avanguardia e già dagli anni '80, utilizzava la fibra di ceramica per le parti interne di cui sospetti.
      (so quello che dico, perchè mio padre era il direttore commerciale dell'azienda che le importava in Italia e io ci sono cresciuto con quelle stufe)

  • Oggetto: Sportello in ghisa e vetro per stufa tip di Fabia del 14/05/2015, 11:43
    Messaggio: Buongiorno a tutti, sto cercando un rivenditore o un fabbro che mi possa costruire uno sportello in ghisa e vetro per una stufa tipo kachelofen che stiamo costruendo.
    Abito in provincia di Bologna, conoscete qualcuno in zona ?
    Grazie in anticipo per le eventuali risposte

  • Oggetto: Nuovo inserto camino di Comasco79 del 04/05/2015, 10:50
    Messaggio: Ciao a tutti sto ristrutturando casa, è un immobile nel centro storico con murature perimetrali da 60 cm in pietra, sostituiro serramenti e avendo un camino esistente storico pensavo di riattivarlo e valorizzarlo inserendo un bel inserto, inizialmente ho valutato il classico con ventola per la distribuzione del calore, anche se sono stato sempre molto scettico, poi mi sono imbattutto in un rivenditore che mi ha proposto un inserto a convezione naturale della spartatherm a vista bellissimo e in piu zero rumore delle ventole e zero dipendenza dalla corrente elettrica.
    Il mio dubbio ora è voi che siete piu esperti meglio con ventole o naturale?!?! pro e contro di entrambe le soluzioni. Il camino lo utilizzerò per riscaldare il piano terra che è composto da soggiorno cucina bagno per un totale di circa 30 mq ma con un altezza interna di 3.50/3.80.
    In attesa

  • Oggetto: il camino che cammina di marco del 30/04/2015, 14:54
    Messaggio: ciao a tutto ho installato da qualche anno un monoblocco montegrappa mod. quadra plus. il problema è che a causa della dilatazione piano piano il monoblocco si sta spostando decentrandosi dalla cornice in sasso che è attaccata al rivestimento in cartongesso. visto che ormai lo spostamento è di sei sette cm come posso risolvere il problema? devo per forza togliere il cartongesso e rifare tutto?

  • Oggetto: problemi di riraggio di giuseppe del 10/11/2014, 10:11
    Messaggio: salve, ho un problema con la stufa nordica candy.
    canna fumaria in elementi di cemento lunga 8 metri e passa.La stufa parte con un tubo da un metro poi curva da 35 gradi, poi 1,70 mt di tubo e infine curva da novanta e inserimento in canna fumaria.
    Non c'è verso la stufa non tira, eppure seguo tutte le indicazioni. Accendo il fuoco con il sistema senza fumo e sembra che tutto vada bene ma nel momento in cui apro lo sportellino per caricare legna eccolo la il funo in casa e non solo mi accorgo pure che il funo in piccolissima parte esce pure dalle giunture dei tubi.
    L'anno scorso avevo un bruciatutto e se non stavo attento tirava dentro pure me.
    Ecco il motivo dell'acquisto della nordica candy.
    Qualcuno mi può dare un aiuto sullal soluzione di questo problema?
    Grazie
    Giuseppe
    • Re: problemi di riraggio di Crikketto del 30/04/2015, 07:18
      Il problema solitamente non è mai della stufa, ma della canna fumaria inadeguata o errata.
      Per scrupolo controllare che i registri dell'aria sulla stufa siano aperti (per scrupolo) e che la canna fumaria sia pulita e libera da nidi ecc. Presenza della presa d'aria nella stanza.
      Se il fumo esce anche dalle giunte dei tubi è perché la canna fumaria è in "blocco" o meglio, c'è dell'aria fredda che "spinge" sui fumi caldi e più leggeri che cercano quindi un'altra strada per uscire.
      Una soluzione può essere scaldare la canna fumaria bruciando nella stufa qualche foglio di carta prima di accendere con la legna che dev'essere ben secca e fine per l'accensione.
      Controllare che il comignolo sia fuori colmo o fuori dalla linea di deflusso fumi e abbia un cappello antivento e che sia coibentato come a norma di legge.

  • Oggetto: Perchè il sistema woodbox? di Gian Marco del 17/04/2015, 15:26
    Messaggio: Buongiorno a tutti, chiedo un'opinione ai più esperti in questo settore.
    Sono in procinto di acquistare una stufa a legna in ghisa Efel/Nestor Martin.
    Le più sponsorizzate (dai rivenditori) in questo momento sono i modelli dotati di tecnologia Woodbox, la quale permette lunghe autonomie (tipo la serie S di Efel)
    Sul sito ufficiale però, ci sono parecchi modelli che offrono lunga autonomia anche se non dotati di questo sistema, il design è praticamente lo stesso, i materiali anche ecc...
    Qualcuno sà se questo sistema è davvero fondamentale per avere lunghe autonomia? Sarà solo un fattore commerciale?
    Grazie
    • Re: Perchè il sistema woodbox? di Giovanni Iemmi del 18/04/2015, 15:13
      secondo me tecnicamente è un sistema molto valido che aumenta il rendimento della stufa. E' molto probabile che a parità di autonomia con un'altra stufa, ci sia comunque un consumo minore
      • Re: Re: Perchè il sistema woodbox? di Gian Marco del 20/04/2015, 16:34
        Grazie, effettivamente come spiegazione è plausibile.
        Sapete anche se queste stufe possono quindi restare accese per più settimane senza essere mai spente?
        Grazie
        • Re: Re: Re: Perchè il sistema woodbox? di Emiliano del 21/04/2015, 14:07
          Buongiorno,
          il sistema woodbox è un sistema interessante che permette lunga autonomia,
          la invito a vedere ulteriori documenti che le permetteranno di scoprire altre cose (anche negative) legate al sistema woodbox... comprenderà molte cose interessanti e ne scorpirà di più interessanti ancora.
          Ci sono oggi prodotti a legna che raggiungono anche 40 ore di autonomia di ACCENSIONE... veda, se vuole, www.stufefocolari.com
          • Re: Re: Re: Re: Perchè il sistema woodbox? di Gian Marco del 22/04/2015, 10:35
            Effettivamente è un mondo molto vario e molto interessante.
            Quello che sto cercando è un prodotto che mi permetta (essendo poco a casa) di fare 3-4 cariche al giorno e che possa rimanere acceso per più giorni consecutivi.
            Penso che le due cose siano legate ovvero, una stufa che dà 10 ore di autonomia. dò per scontato che sia adatta a stare accesa per giorni e giorni in modo continuativo.
            Sto sbagliando qualcosa?
            Grazie, ogni consiglio è bene accetto.

  • Oggetto: Camino con ventilazione o senza???? di Luca del 07/02/2008, 23:42
    Messaggio: Ciao a tutti! Avrei bisogno di un consiglio riguardo la mia situazione.Abitiamo in una casa di 2piani fuori terra da 50m2 cad e una taverna sempre di 50m2 in totale.Ora vorremmo terminare anche quest'ultima con pavimenti,finiture muri e ....il camino!!L'impianto di riscaldamento è già presente(metano) quindi il camino non è fondamentale per questo scopo.Partendo dal presupposto che il locale dove va il focolare è di 30m2(tenendo tutte le porte chiuse) secondo voi è + conveniente a livello di installazione e di gestione un camino di piccole dimensioni(se esiste) che fa solo'atmosfera' o una macchina con ventilazione con la quale potrei con 3m di tubo arrivare all'esterno del locale camino in prossimità del vano scala aperto sui piani superiori??
    Solo il vano scala fa 3x2x8m quindi circa 50m3 ed è totalmente a vista.
    Siamo fuori tutto il giorno per il lavoro e il camino funzionerebbe solo la sera...
    Sarebbe possibile riscaldare in pratica circa 400m3 di casa partendo solo dal..basso con un sistema di ventilazione da 400-600 m3-ora e con che consumi?? Ho già visto Palazzetti e Jollymec e ora devo decidere...

    Grazie!!!!!!
    • Re: Camino con ventilazione o senza???? di marcuti del 08/02/2008, 08:37
      io personalmente sono per la ventilazione naturale e non forzata con le ventole. quella che chiamano a convezione naturale.
      ti spiego, ho una casa in campagna dove è montato un piazzetta ventilato e devo dire che per scaldare scalda e anche bene, però il rumore delle ventole è veramente fastidioso, specialmente quando si spengono tv, luci e si va a dormire, queste (le ventole) continuano a ronzare per un bel po prima di spegnersi e nel silenzio della notte ti assicuro che danno proprio fastidio. per il caldo come ti dicevo non mi lamento, scaldo salone, cucina, due camere da letto.
      A casa, in citta dove abito, ho fatto installare un caminetto con focolare seguin, e i francesi sono per la ventilazione naturale. Questo è il primo inverno che lo uso, ed è eccezionale. sono 200 kg di ghisa, che in poco tempo (mezzora) va in temperatura che poi mantiene con esili cariche di legna. in poco tempo dalle bocchette dell'aria poste sopra la cappa inizia ad uscire aria calda ed in breve, tieni presente che lo accendo solo la sera, mi scalda la sala, la cucina adiacente e lasciando le porte aperte il caldo mi arriva anche nelle camere da letto. Prima di andare a dormire lo carico con una razione abbondante di legna e chiudo le prese di entrata ed uscita aria e al mattino trovo ancora le braci accese. Per pura curiosità ho misurato la temperatura dell'aria che esce dalle bocchette e ho visto che quando gira a pieno regime, dalle bocchette l'aria esce sui 130/140°C.
      informati e fatti fare un preventivo pure a qualcuno che nella tua zona tratta focolari francesi, tipo seguin, deville, fondis, ecc. e magari chiedi loro di poterli vedere in funzione, cosi ti rendi conto come scaldano.
      ciao
    • Re: Camino con ventilazione o senza???? di luca del 08/02/2008, 08:50
      Io ho un monoblocco Palazzetti, per me il rimore non è un problema, si accetta benissimo.
      Ho scritto fiumi di parole sul camino in questione e quindi ti invito a cercare ecomonoblocco palazzetti per tutti i chiarimenti, se poi hai bisogno di altre delucidazioni, chedi pure
      Ciao
    • Re: Camino con ventilazione o senza???? di max del 08/02/2008, 10:07
      Ciao, stai molto attento a quello che ti dicono.
      Non è che ti danno consigli sbagliati , ma a volte nella psiche umana si innesca una sorta di autoconvincimento che fa si che un prodotto non venga giudicato con obiettività soprattutto perche vengono spesi tanti soldini.
      E' il caso secondo me del signo marcuti che dice che con un camino a ventilazione naturale riesce a scaldare tutte le stanze.
      Non è possibile, altrimenti perche si spendono migliaia di euro in termosifoni posti in ogni stanza????
      Se fosse tanto semplice basterebbe mettere un termosifone gigante vicino alla caldaia e con la semplice apertura delle porte si scalderebbero tuttwe le stanze. Pura follia
      Il signor Marcuti per aver il calore in tutte le stanze deve acere la stanza dove si trova il camino almeno a 28 gradi.
      Qualsiasi scelta farai, avrà i suoi pregi ed i suoi difetti, voglio però dirti che con un camino ventilato, non perdi l'atmosfera di un camino vero e proprio (lo puoi benissimo aprire)ma in più hai anche una macchina che produce calore con rendimenti molto più elevati di un focolare aperto.
      P.S.
      Un'ultima osservazione se leggi opinioni troppo positive, non fidarti compltamanete, ogni macchina ha i suoi pro ed i suoi contro.
      Qui ci sono persone sagge ma anche persone che tengono più al camino pagato fior di euro che alla propria moglie
      Ciao
      • Re: Re: Camino con ventilazione o senza???? di marcuti del 08/02/2008, 11:00
        rispondo brevemente a max.
        stai molto attento a quello che ho scritto.
        Attento: ho la fortuna, il piacere, o forse la semplice combinazione di aver entrambi i sistemi, quello con le ventole e quello senza.
        Non ho parlato di camino aperto, ho parlato di camino con focolare chiuso e sistema di ventilazione naturale.
        Se leggi attentamente e con attenzione e ti fermi sulle frasi vedrai che ho detto che mi trovo bene a livello di riscaldamento sia con il sistema a ventilatori che con quello senza. Per quanto riguarda il confort mi trovo meglio con quello senza, in quanto non è fastidioso per il rumore delle ventole.
        Per quel che riguarda il calore anche con il piazzetta nella sala ho molti piu gradi che nelle camere raggiunte con i tubi da cui fuoriesce l’aria calda. Anzi direi che per irraggiamento forse è persin piu fastidioso il piazzetta che non quello a ventilazione naturale in quanto il movimento dell’aria ti permette di avvicinarti meglio quando lo carichi e devi aprire il vetro.
        Per ultima cosa, se la mettiamo sul prezzo ho pagato molto meno il focolare seguin con relativo rivestimento che non a suo tempo (parlo di 4 anni fa) il piazzetta e relativo rivestimento
        Ah a proposito di coniugi... mia moglie ha condiviso le scelte e si lamenta del rumore esattamente come ho fatto io.
        saluti
        • Re: Re: Re: Camino con ventilazione o senza???? di max del 08/02/2008, 12:04
          Vedi che adesso hai scritto qualcosa di diverso.
          Dal tuo primo post si evinceva che
          1) Piazzetta è molto rumoroso
          2) Seguin ti soddisfa in termini di riscaldamento meglio di Palazzetti.
          Puoi dire quello che ti pare ma la ventilazione forzata ha un rendimento maggiore (sono regole di fisica e non puoi modificarle), se poi fa rumore o fa polvere o da fastidio sono altri ragionamenti.
          E poi scusa ma il mio camino ventilato è anch'esso in ghisa e siccome non credo che la ghisa francese sia migliore di quella italiana anche il mio monobolcco dopo mezz'ora rende bene al minimo.
          Se si usano termini come "eccezzionale" si rischia di non dare impressioni realistiche su un prodtto
          Ciao
          • Re: Re: Re: Re: Camino con ventilazione o senza???? di marcuti del 08/02/2008, 13:53
            Bravo, vedo che inizi a capire.
            ...e permettimi una battuta , cioè passa un buon fine settimana a regolare la velocità delle ventole.
            Io lo farò, nel senso che vado in campagna con la famiglia e percio il piazzetta lo faremo viaggiare :)
            ciao
            • parere... di Diego del 09/02/2008, 09:11
              Ho un JollyMac ventilato e devo dire che mi scalda 90 mq in un lampo (dopo circa 10 minuti dall'accensione inizia a buttuare fuori aria calda umidificata e anche aromatizzata se voglio), è in acciaio, la ventola si sente ma non è insopportabile, è garantito 5 anni, sono molto contento del prodotto.

              Ho anche un'altro camino da sistemare e vedevo appunto il seguin.

              Ma dove si acquistano online?
    • Re: Camino con ventilazione o senza???? di Claudio del 09/02/2008, 21:55
      per Diego:

      a proposito delJollymac,quale modello hai installato per i 90mq???
      Devo installare un camino e devo prendere una decisione,visto che ho esagerato con i preventivi,in pratica li ho di tutti o quasi,
      Palazzetti_Mcz_Clem_JollyMac,
      aumentando notevolmente l'indecisione nella scelta.
      Chi volesse consigliarmi inoltre è ben accetto e ringrazio anticipatamente.
      • inserto di Diego del 10/02/2008, 08:27
        per i 90 mq ho installato un Medio C.

        Sono stracontento! ma stra contento cosa significa:

        1° hai visto com'è fatto? vai a vederlo e confrontalo con gli altri! guarda la superficie di scambio interna (è quella che conta per scaldare aria!), umidificatore incorporato senza energia elettrica (diffondo essenze per tutta la casa), ventilatore posto sotto la macchina più silenzioso e potente e lontano dal calore! per me la qualità costruttiva a "freddo" senza accenderlo non ha paragoni di sostanza (parere personale disinteressato sono un medico).

        2° inserito, acceso con legna sul fondo attaccata alla parete, in 10 minuti inizia a buttare fuori calore e il consumo è veramente in media con buona legna. Porto i 90 mq della mansarda con freddo fuori e 15 gradi di partenza a 21 gradi! senza problemi con poca legna anzi pochissima mantengo poi la temperatura, se lo facessi "tirare" raggiungere molto di più-

        3° gli unici che garantiscono la macchina 5 anni!

        4° se opti per questa macchina fattela montare correttamente, settare bene e soprattutto metti bene la legna contro le pareti!
        • dimenticavo... di Diego del 10/02/2008, 08:33
          Ho impiegato 3 mesi e mille preventivi prima di scegliero!

          Ti consiglio solo di andare a vederlo! e confrontarlo con gli altri.

          Se hai bisogno: diegodi@tiscalinet.it
    • Re: Camino con ventilazione o senza???? di Claudio del 10/02/2008, 09:28
      Grazie Diego perla riposta,
      e anch'io in effetti sono quasi 3 mesi che stò
      facendo preventivi,alla fine andandoin confusione,
      causa secondo me di Venditori impreparati,che hanno contribuito notevolemente,poichè hanno sempre "spinto"modelli enormi,e questovale per ogni ditta,purtroppo.....
      Ho visto proprio ieri il JollyMac,e l'unica cosa che devo esser sincero mi lascia a desidarare è l'estetica,ma se funziona poi così bene,è ovvio che passa in secondo piano.
      Io sarei orientato per il modello SuperJollyEsagono.
      contro quelli proposti Aerjolly di gran lunga superiori,per mq e potenza termica.
      Oggi vado a Ri_vedere Palazzetti e Clam approffittando della fiera di Roma "CasaIdea".
      • si vai a vederli... di Diego del 10/02/2008, 10:06
        guarda io con il medio c scaldo benissimo 90 mq!

        E si l'estetica è molto spartana molto meno fine anche dei Piazzetta.

        Ma comunque credimi dopo un pochino ci fai l'occhio e fa una figurona di massiccio e robusto incredibile.

        Preferisco la qualità, robustezza e rendimento!
    • Re: Camino con ventilazione o senza???? di Luca del 11/02/2008, 00:14
      Grazie per le risposte!!!
      Stiamo ancora pensandoci su...ieri da un amico ho visto un Piazzetta da circa 80 (nn so il modello) in un locale di 40m2 e altezza 3m e ci siamo fatti un po' l'occhio su quanto riscalda...notevole!
      Continuano le ricerche!!
      Ciao!
      • Re: Re: Camino con ventilazione o senza???? di Marta del 11/02/2008, 14:57
        Ho anch’io un focolare francese a ventilazione naturale, 200 kg di ghisa e null’altro cioè non ci sono ventole, non ci sono rumori se non quelli prodotti dalla legna mentre brucia :)
        Questo è il secondo inverno che lo usiamo e sta andando proprio bene.
        Bene vuol dire che aumentiamo il tepore prodotto dai termosifoni senza svenarci nelle bollette del gas. Lo usiamo alla sera e specialmente nei fine settimana e ci aiuta ad aumentare il calduccio in tutta la casa (sono 160m2) camere da letto comprese senza spendere cifre esagerate in legna.
        Non ho idea di come sia il rendimento con quelli a ventola, so solo che a suo tempo scartammo questa soluzione per problemi di allergie di mio figlio e trovammo un venditore che ci consigliò questa soluzione. Non so se erano fondate le nostre paure dovute al movimento forzato dell’aria e quindi ad un sollevamento generale di polveri, non so, però quando scoprimmo che esisteva la possibilità di avere un sistema che utilizzava il naturale movimento dell’aria quando si riscalda lo scegliemmo.
        Penso che quello con le ventole ti dia un calore più immediato, cioè il caldo ti arriva nelle camere adiacenti prima, però penso anche che il nostro caminetto il caldo lo rilascia nel tempo, perché noto che anche quando lo si lascia spegnere continua ad emanare caldo a lungo (nella notte) e anch’io ho notato che quando lo si usa e quindi carica e un po di piu (come ad esempio al sabato/domenica) vedi che al mattino dopo, quando vai per riaccenderlo, che ci sono ancora le braci accese e basta buttare un paio di ciocchi e lui riparte alla grande :)
        Magari succede anche in quelli a ventilazione forzata.
        Comunque, questa è la mia esperienza di utilizzo di caminetto senza forzature di aria con le ventole, spero che serva di aiuto nella scelta.
        Ripeto ho portato la mia esperienza ma non ho idea del funzionamento/rendimento con il sistema a ventole, che ho letto soddisfa molti, cosi come sono soddisfatta io stessa del mio.
        Sicuramente, che il movimento dell’aria calda sia forzata o no, il fuoco di un caminetto in una casa produce una magia che non ha uguali e poi mi rilassa un mucchio vedere le fiamme che scoppiettano al di la del vetro :)

        Saluti
        Marta
    • Re: Camino con ventilazione o senza???? di Claudio del 11/02/2008, 14:54
      Diego grazie per le tue spiegazioni,i venditori che mi hanno fatto i preventivi cercano sempre di propormi modelli superiori,credo che per scaldare la mia casa sia adatto il modello che hai tu.Mi sto facendo fare il preventivo del tuo modello.E' possibile che non tengono in considerazione i mq della mia casa ma soltanto la voglia di vendere e guadagnare di piu'?
      • Re: Re: Camino con ventilazione o senza???? di antonio del 11/02/2008, 16:32
        scusate se mi intrometto ma anche voi vivete come me in italia nel 2008? perchè se cosi fosse anziche dire una marea di minch...te potreste invormarvi e sapere che la qualità di un prodotto (rendomento ed emissioni) e la sua potenza (potenza nominale in Kw) sono espresse direttamente sull'apparecchio tramite l'omolgazione CE (che compare sull'etichetta fornita dal costruttore dal luglio 2007). Se uno non dichiara l'omologazione , come Jollymec che sul catalogo dichiara una potenza per il monoblocco Aerjolly di 31Kw (impossibile ! con un rendimento del 77,5%), fatevela dare in copia è un vostro diritto, poi valuterete la serietà dell'azienda.
        Ciao
        • Re: Re: Re: Camino con ventilazione o senza???? di Jimmy del 11/02/2008, 23:27
          Nei cataloghi spesso sono riportati dati ottenuti in laboratorio e difficilmente ripetibili realmente. Per quanto riguarda Jolly mec, credo che sia uno dei camini ventilati che produce maggior caldo da canalizzare. Lasciamo perdere i 31Kw, il nuovo modello aerjolly 80 provato da me alla fiera per 3 giorni è veramente insuperabile come macchina da riscaldamento per più ambienti anche lontani. Non c'è post combustione che tenga. Ciao.
      • qualcuno di serio c'è... di Diego del 12/02/2008, 01:33
        ma devi spulciarlo veramente!

        Io ho cercato 3 mesi ma alla fine ho trovato persone serie, un buon prezzo, ottima macchina, caldo da morire! consumo della legna medio.

        Stracontento!

        Il mio è un Modello Medio C e scalda 90 mq dalla mattina alla sera più canalizzo in un piccolo bagno che è diventata una sauna! devo tenere 1/4 di bocchetta aperta!

        L'hai visto in fiera? fammi sapere a quanto te lo propongono sono curioso ma sicuramente vai sul sicuro!
        • Re: qualcuno di serio c'è... di Jimmy del 12/02/2008, 20:32
          Lo vendono circa a 2.6-2.7 + iva. Ho fatto un pò il furbo alla fiera, l'ho caricato, l'ho fatto funzionare con le braci, ho aumentato e abbassato la ventola, l'ho quasi smontato!!! Ma alla fine il punto fermo era solo uno: aria tremendamente calda dalle bocchette...
          • Re: Re: qualcuno di serio c'è... di antonio del 17/02/2008, 10:05
            Il fatto che una persona sia contenta di avere "aria tremendamente calda dalle bocchette " la dice lunga sull'ignoranza che c'è in questo settore. L'aria troppo calda oltre a provocare moti convettivi verso l'alto più rapidi e quindi a stratificare più velocemente , è anche di per se malsana, molto meglio una maggiore quantità di aria a temperatura più bassa, come è evidente in qualsiasi imopianto di condizionamento.
            Comunque contento tu ....
            • PROVO AD AIUTARLA... di Jimmy del 17/02/2008, 23:59
              Caro sig. Antonio.. Forse dovrebbe valutare la possibilità di risparmiarsi di scrivere qualche riga. Però per farlo deve prima accorgersi che non capisce neanche cosa legge... Forse posso provare a spiegarglielo in modo semplice, come ai bambini..
              I caminetti ventilati funzionano perchè scaldano l'aria spinta fuori dal ventilatore. Se, quando il camino è in funzione e l'aria dalle bocchette esce fredda o tiepida anche mettendo tanta legna, vuol dire che il camino non è fatto per niente bene. Quando invece dalle bocchette esce aria molto calda vuole dire che il camino funziona bene. Se l'aria dalle bocchette fosse troppo calda una persona di buon senso potrebbe anche pensare di mettere un pò meno legna o farla bruciare più lentamente, oppure aumentare la velocità del ventilatore per aumentare portata e diminuire la temperatura. (Fino ad ora mi riesce a seguire?). A volte, nasce la possibilità di poter mandare l'aria scaldata dal camino in altre stanze della casa con tubazioni lunghe anche 5-6 metri. Ora, come per i bambini, provo a farle capire una cosa con una domanda: se mando aria tiepida nel tubo, cosa uscirà dall'altra parte? E se ci mando aria calda?
              Provi a pensarci bene e vedrà che la risposta viene facile...
              In particolare stavamo parlando di aria umidificata (sa cosa vuol dire?) perchè quel tipo di camino lo permette...
              Quindi, nei camini a convezione naturale o nelle stufe, l'aria molto calda sale e per la "teoria della stratificazione di Antonio" sarebbero da scartare.
              Si, forse è meglio una bella sventilata di aria tiepida. Grazie Sig. Antonio. Ci siamo molto divertiti!!!
              • Re: PROVO AD AIUTARLA... di antonio del 18/02/2008, 09:43
                Non credo tu sia in grado di aiutare qualcuno e forse fai del male anche a te stesso.
                Evidentemente ci sono alcune aziende che nell'enfasi di pubblicizzare le caratteristche dei propri prodotti perdono anche il buon senso e lo fanno perdere a delle menti semplici che non ragionano.
                Se fai caso a tutti gli impianti condizionamento di un certo livello si predilige sempre l'immissione di una maggiore quantità di aria piuttosto che meno a temperature molto elevate. Del resto quando aumenti la potenza del ventilatore del caminetto ad aria esce la stessa quantità di calore ad una temperatura più bassa, perchè l'energia termica prodotta non dipende dal fluido che la trasporta.Piuttosto occorre poi dimemnsionare ed isolare adeguatamente i condotti, ma quello è un altro problema.
                Se è complicato non fa niente continua ad incensare il tuo caminetto , va bene lo stesso.Ciao
              • Re: Re: PROVO AD AIUTARLA... di Jimmy del 18/02/2008, 11:45
      • Quale camino? di Giuseppe del 16/10/2008, 17:15
        Dovrei installare in camino in un ingresso soppalcato di circa 25 mq. a doppia altezza per un tot. di 145 m3 circa da riscaldare.
        Avendo visitato più di un rivenditore la scelta è divenuta ancora più difficile in quanto ogniuno di loro propone marche e specifiche del prodotto un po' personalizzate!
        Sarei orientato per un camino a convenzione naturale.
        Marche propostemi: Ruegg (mod Jupiter) - Montegrappa (mod Quadra plus) e MCZ (mod 70).
        Si potrebbe avere qualche notizia "disinteressata" e/o sopratutto da chi l'ha già installato in casa?
        Grazie Giuseppe Russo
      • Jolly mec Monoblocco 80 aria naturale di GIANCARLO del 18/05/2009, 16:20
        Ciao,
        qualcuno ha montato il mio stesso camino? io ho un jolly mec Monoblocco 80 ad aria naturale e ho riscontrato un imperfezione sul fondo del camino, praticamente la base non aderisce perfettamente alle pareti interne del camino lasciando uno spazio di circa 2cm. Se questa viene spinta tutta verso il fondo del camino si viene a creare uno spazio di 4cm tra il vetro e il davanti della base, infatti si vede anche spuntare la lanavetro presente nel doppio fondo.
        Sapete dirmi se questa è una reale imperfezione del mio camino o sono fatti tutti così?
        grazie
        Giancarlo
      • Re: Re: Camino con ventilazione o senza???? di Pino del 27/11/2009, 22:57
        Salve. Sono Pino vorrei installare un inserto a legna della montegrappa camini modello "BRAVO 75R", vorrei sapere la qualità del prodotto. Inoltre vorrei sapere se è più conveniente acquistare un inserto a legna a convezione forzata o naturale?
    • Re: Camino con ventilazione o senza???? di Gabriele del 13/02/2008, 11:18
      Qualcuno ha provato le ventole di estrazione del calore alla fine dei tubi, sulle bocchette? Potrebbero essere una soluzione per uno che sta nella stanza del camino e lì non vuole sentire rumore, però vuole spingere aria in altri ambienti? Ho visto che costano care, sui 200 euro e non so se vale la pena. Qualcuno mi ha anche detto che si rompono facilmente e che a volte si fondono (!) per il calore.
      • ventole di Diego del 16/02/2008, 06:58
        A mio giudizio le ventole vanno ben riparate dal calore e non nelle bocchette! Esce aria veramente calda, si deformano, iniziano a gracchiare e li si che impazzisci!

        Per ridurre il rumore: tubi rettangolari invece che tondi e ben circondati da lana di roccia!

        Un bel ventilatore potente ma con ventole super-silent(meglio se sotto il camino come i Jolly)!
      • Re: Re: Camino con ventilazione o senza???? di tommaso del 18/02/2008, 16:40
        Io ho installato un caminetto (focolare francese) senza ventole e sono soddisfattissimo.
        le ventole per me son solo fastidi, polvere e rumore. Io in casa ho addirittura un condotto di un paio di metri che funziona benissimo senza ventole.
        Con la ventilazione naturale si ha una maggiore percentuale di calore radiante, una diffusione del calore piu omogenea ed infine un funzionamento continuo con autonomia di 8-9 ore
        ciao
        • che marca è? di Diego del 22/02/2008, 10:49
          Rumore zero immagino.

          Che superficie riscaldi? rendimento in Kw?

          Diego
    • Re: Camino con ventilazione o senza???? di Stefania del 10/10/2008, 12:29
      Ciao a tutti!io ho appena acquistato un camino ventilato (spero di essere soddisfatta,poi vi farò sapere...)vorrei posizionarlo a circa un metro dal pavimento, è troppo alto? e poi sono state citate tante marche..la mia è la Nordica;qualcuno sa dirmi se è di buona qualità?. Grazie, ciao
      • Re: Re: Camino con ventilazione o senza???? di Gianni Gentilini del 10/10/2008, 22:16
        Di lavoro faccio il mobiliere, ho visitato centinaia di case con camini di ultima generazione installati e devo dire che lo studio di energie alternative (in tutte le forme) è una mia grande passione.. Proprio ora mi trovo a farmi casa e ho pensato a pannelli solari abbinati a caldaia a condesazione e bollitore, elettrodomestici che li sfruttano, camino ad aria, isolamento ecc..
        Premetto che la qualità delle stufe e dei camini termici negli ultimi anni ha fatto un bel passo avanti. Tutte le marche più famose hanno in vendita ottimi articoli. Si apprezzano rendimenti, prestazioni, robustezza...
        Io personalmente ho preferito il comfort e ho perso quasi 6 mesi a cercare e trovare schede tecniche dei ventilatori tangenziali montati sotto i camini. Questo perchè ho canalizzato l'aria in 5 stanze e ho optato per un ventilato...
        Poi sentirli in funzione a casa dei clienti mi ha dato un grande aiuto!
        A volte non riesco veramente a credere come ci siano delle splendide macchine con motori così drasticamente rumorosi!!! Mi chiedo se gli ingegneri non abbiano orecchie quando progettano e installano certe ventole!
        Pensate che un cliente mi ha detto che non usa il camino perchè quando parte il motore non sente la tv!!
        Ed è poi il problema che ho io quando vendo le cappe aspiranti da cucina!
        Alla fine ho scelto il camino ventilato con minore pressione acustica che ho trovato..
        Posso dire di aver fatto la scelta giusta, camino ventilato e alla media velocità quasi impercettibile anche al silenzio notturno e con una buona portata d'aria. Canalizzazione coibentata e Y bilanciati per avere una omogenea distribuzione nelle varie stanze.
        In pratica: se potete andate a vederli a casa di qualcuno, non in fiera perchè c'è troppa confusione!
        Informatevi su tutto! Probabilmente il rivenditore non sa a quanti Db ronza un ventilatore e si limiterà col dire - Bah, è molto silenzioso - ...si, come un jet!
        Evito di nominare prodotti, anche se mi dispiace limitare il consiglio, ma questo potrebbe far pensare che io parteggi per qualche azienda in particolare e non voglio fare pubblicità ne quantomeno screditare qualcuno.
        Pensate al vostro stile di vita, alle vostre priorità e informatevi seguendo tutte le strade che trovate. Che tristezza spendere migliaia di euri per essere scontenti!
        Un abbraccio a quelli del forum!

        Gianni.
        • Re: Re: Re: Camino con ventilazione o senza???? di mario del 13/10/2008, 12:49
          Buongiorno signor Gianni, dlla sua analisi si evince chiaramente che la sua scelta è stata saggia e ponderata.
          A questo punto le pongo alcune domande:
          Perche ha optato per un camino a ventilazione e non per un termocamino?
          Quale è la marca a emodello del camino acquistato?
          Quale è il consumo di legna media?
          Quanti metri quadratri scalda?
          Grazie e buona giornata.
        • Re: Re: Re: Camino con ventilazione o senza???? di roberto del 13/10/2008, 22:50
          condivido pienamente le tue affermazioni...stavo x scegliere un camino non ventilato ma ora prenderei in considerazione il tuo caminetto...di che modello si tratta? Distinti saluti
          • Re: Re: Re: Re: Camino con ventilazione o senza???? di Gianni del 15/10/2008, 19:08
            Signori, non fatemi promotore di un camino!
            Vi posso dire che si tratta del nuovo aerjolly80 con motore 620mq, provvisto di umidificatore e soprattutto di nuova centralina con telecomando.
            Ora, il mio caso (tipo e luogo di installazione, stile di vita ecc..) non potrà per forza essere il vostro!
            Io avevo bisogno di canalizzare in 5 stanze (ne restano fuori 2 più un bagnetto che uso di rado), tot m2 120.
            Camino al centro dell'abitazione con presa d'aria combruente proveniente dal soffitto.
            Installazione a incasso filo muro e canalizzazioni relativamente brevi (sono al centro della casa) coibentate e di tubo flessibile INTERNO LISCIO per eliminare fruscii.. y e non t per non perdere portata.
            La centralina gestisce 9 velocità quindi è facile trovare quella meno rumorosa e l'umidificatore non mi fa venire gli occhi rossi. Scaldo abbondantemente tutta la casa e posso fare anche grosse cariche con ciocchi fino a 50 cm.
            Ho optato per l'acciaio per avere caldo immediato (e veramente scalda veloce) ma comunque il peso del camino (250kg già coibentato dalla casa madre) rende molto calore anche nel tempo! In più (cosa non da poco..) si può estrarre il cassetto cenere con il camino in funzione!
            Subito mi avevano mandato la vecchia centralina ma prontamente la jolly-mec me l'ha sostituita con la nuova molto più performante.
            Ma ripeto e ripeterò all'infinito: ognuno ha il suo stile di vita, io lo uso la sera e lo carico bene per farlo andare qualche ora di notte e nei week. Avrei scelto altre soluzioni se, per esempio, avessi avuto la possibilità di caricarlo anche di giorno.
            Infine, non ho scelto un termocamino ad acqua per il semplice fatto che il costo dell'impianto è notevole (non come due cassoni di cartongesso per far passare dei tubi d'aria) e la manutenzione è molto rigorosa. Inoltre il termocamino ad acqua è molto più lento a scaldare e MANGIA MOLTO, inoltre bisogna ponderare bene l'impianto e non è cosa facile. Poi io ho appena montato pannelli solari che mi garantiscono molta acqua calda per lavarmi e per lavatrice e lavastoviglie!
            Isomma, il mio camino potrebbe non essere quello giusto per voi, comunque, se ne avete la possibilità, andate a vederlo!
            Un abbraccio a quelli del forum!
            • Re: per Mario.. di Gianni del 15/10/2008, 19:18
              Dimenticavo i consumi di legna..
              Direi che sono molto variabili..
              a volte mi ritrovo a caricare pioppo o abete e ne va via un pò di più, a volte con tre quattro ciocchi di quercia vado per ore e poi se fa molto freddo carico anche quattro cinque chili per carica ma ho notato che rende bene sia con poca legna (cioè serranda fumi e aria chiusa) sia quando lavora forte. Cioè scalda in proporzione a quanto mangia!
              Ciao!
              • Re: Re: per Mario.. di paul del 16/10/2008, 00:03
                dunque concordo con mario!
                mi spiego io ho una esperienza diversa, prima avevo un camino tradizionale in sala e bruciavo la faccia e raffreddavo il retro.. passato ad un inserto scaldavo la sala a temperature tropicali ed avevo le altre camere glaciali! non avevo dal punto di vista logistico la possibilità di canalizzare, inoltre gran macchina da riscaldamento ma rumorosa!
                infine ho ristrutturato la mansarda per mio figlio con aggiunta di termosifoni! ho deciso di installare, visto la facilità di mettere 4 tubi che arrivavano in caldaia, un termocamino a vaso chiuso (ma in realtà è un vaso aperto con bollitore e scambiatore a serpentina integrato,di una poco nota marca del centro italia,e.... sono strasoddisfatto nelle mezze stagioni carico poca legna e scaldo solo la sala puntando la centralina a 73° , quando fa freddo carico legna, centalina a 65° e scaldo tutta la casa con consumi ragionevoli! inoltre produco acqua sanitaria pure io anche per lavastoviglie, in periodi caldi ho un pannello solare con 150l di tank!
                per ultimo a volte faccio le braci e con una griglia mi faccio 3 branzini... in "silenzio" visto che ho il divano è a 1 metro dal camino!
                insomma credo che l'importante sia veramente valutare le proprie esigenze e sopratutto la logistica della installazione e fare in base a quello la scelta opportuna senza falsi entusiasmi ...
                ciao
    • camino ventilato che fa polvere di Valentina del 27/12/2008, 14:56
      Ciao a tutti, cercherò di essere equilibrata altrimenti qualcuno si arrabbia :)
      Dunque, vivo in una casa su tre livelli. Al piano terra ci sto io, ai piani superiori i miei.
      Loro hanno installato da poco un camino Palazzetti Ecopalex, a legna, con ventilazione. Sulla fattura ho visto scritto - a mano - che è a ventilazione naturale, ma io ho delle bocchette poste abbastanza in alto con una ventola che sicuramente va ad energia elettrica, quindi mi pare poco naturale...comunque fa rumore e tutto il resto, quindi sicuramente si tratta di ventilazione forzata, o mi perdo qualcosa? In ogni modo devo dire che siamo molto soddisfatti. Certo, fa un po' di rumore, ma scalda molto bene anche l'ultimo piano. Ha un neo, però, e questo neo è che fa molta polvere. In una casa dove questo problema non l'abbiamo mai avuto perché stiamo in campagna e c'è meno inquinamento, non è una cosa da poco.
      Siccome vorrei installarlo anche giù da me ci sto pensando attentamente. Ho valutato anche altre soluzioni, ma per motivi che non sto ad elencarvi l'idea del camino come ce l'hanno i miei mi attira di più.
      Io sono allergica e soffro d'asma e questa polvere mi dà fastidio. Ma più che altro mi preoccupa la sua origine. Spero che non si tratti di polvere che viene dai tubi del camino, altrimenti temo che sia pure nociva. Non dovrebbe essere un prodotto della combustione, perchè mi risulta che l'aria che esce dalle bocchette venga da una camera posta intorno a quella di combustione. Si tratterà della polvere dell'ambiente domestico che viene fatta circolare dall'aria che esce dalle bocchette con le ventole? Ci sono soluzioni, come pulizie di qualche tubo, che possano minimizzare la cosa?
      Vi ringrazio per l'attenzione
      Valentina
      • Re: camino ventilato che fa polvere di Giovanni Iemmi del 27/12/2008, 17:51
        beh, allora.... se fa rumore sicuramente è ventilazione forzata. Mi verrebbe da dire che potrebbe essere che il caminetto era a convezione naturale e le ventole possono essere state aggiunte dopo, il che spiegherebbe sia la rumorosità sia la polvere.
        E' difficile dall'esterno pronunciarsi sui fattori piu' tecnici quindi evitero'. Ti posso solo dire che:
        1- i tubi dei fumi DEVONO essere separati, indipendenti e stagni, per cui a meno che te l'abbia installato un delinquente, la polvere non dovrebbe provenire da li
        io ho avuto con dei clienti il problema che la cenere che cadeva daavnti al caminetto aprendo lo sportello, veniva aspirata e buttata in giro dalle ventole

        2- in ogni caso c'è una soluzione piuttosto semplice ed economica per la polvere: vai in un negozio di ricambi per elettrodomestici, compra un foglio di quel materassino che si usa per i filtri delle cappe delle cucine (scusa ma non conosco il nome esatto), ne ritagli dei quadratini di misura e li incastri sotto le grigliette (sperando che abbiano il telaio murato e la griglia asportabile come quelle che uso io di solito). Dovrai solo ricordarti ogni tanto (a seconda della quantità di polvere) di toglierli e lavarli o spolverarli ogni tanto per non otturare il passaggio dell'aria calda
        • Re: Re: camino ventilato che fa polvere di silvano del 27/12/2008, 21:55
          considera che e' piuttosto normale un' aumento della polvere in casa quando si usa una stufa o un camino a legna a ventilazione naturale. Con la ventilazione forzata si hanno molti vantaggi e qualche piccolo svantaggio, tra i quali un aumento pittosto consistente del problema polvere.
          • Re: Re: Re: camino ventilato che fa polvere di Gianni del 28/12/2008, 16:25
            Il metodo "Giovanni" è un buon rimedio!
            Di solito nei rivestimenti e installazioni tradizionali si hanno delle griglie di ripresa (aria ambiente che verrà scaldata) poco sopra il pavimento. Camminando davanti, la polvere depositata a terra tende a sollevarsi venendo aspirata dal ventilatore e gettata nell'ambiente. Un filtro potrebbe essere la cosa migliore ma non deve essere troppo denso per evitare surriscaldamenti e problemi al ventilatore.
            Anche io ho usato un filtro metallico (quello delle cappe di aspirazione cucina) e avendone la possibilità, ho disposto il prelievo di aria nella stanza subito dietro quella del camino, che è una stanza di poco utilizzo, dovendo però creare delle griglie in basso nella porta. Ma polvere quasi nulla.
            Mi sono accorto, utilizzando il camino, che una grossa portata d'aria migliora il problema della stratificazione. Cioè, a bassa velocità mi accorgevo di avere 26 gradi da un metro in su e 16 sotto. A sedere nel divano stavo al fresco...
            Con più portata riesco a far circolare tutta l'aria del volume della casa fino ad ottenere temperature quasi omogenee.
            Per questo che la rumorosità delle condutture e del motore è importante.
            Ho visto dei palazzetti in funzione e devo ammettere che sono molto rumorosi..
            Avendo messo il camino a filo muro, tutto il rumore del motore e ripresa stagna nella stanza dietro, così riesco ad aumentare velocità del motore senza grossi disturbi.
            Bisogna pensare bene come installare il camino, sarà una fonte di riscaldamento che darà soddisfazione. Avere una fonte di ronzio potrebbe essere un deterrente nell'utilizzo.
            Ciao.
      • Re: camino ventilato che fa polvere di daniele del 05/01/2009, 00:37
        Salve
        io da pochi mesi ho installato un caminetto ventilato 18kw nelle mia casa in campagna di 140 mt su un piano.
        sono molto contento mi tiene la temperatura a 23 gradi in casa con temperatura di camino a 70 gradi, non dico che non alza polvere ma se installi dei filtri sia al esterno che al interno sulle prese di aria non ti crea tanta polvere e non ti sporca tanto.
        io ho installatto un caminetto amiata vai nel sito www.amiatacaminetti.it sono favolosi.
        come legna ti consiglio legna forte e ben stagionata.in quasto periodo che fa molto freddo e che siamo 10 sotto zero premetto che abito a 1200 metri di altezza faccio andare circa 70 90 kg di legna al giorno ma per avere 23 25 gradi in casa.
        sono molto contento e se tieni le ventole sul manuale al minimo neanche le senti.
        Daniele
        • Re: Re: camino ventilato che fa polvere di Gianni del 05/01/2009, 13:15
          Grande Daniele!
          Amiata fa degli ottimi camini!
          E se hai la possibilità di reperire legna facilmente carica pure che è tutto di risparmiato!
          Volevo chiederti quante uscite di aria hai (cioè se hai canalizzato nelle varie stanze) e se la temperatura è abbastanza omogenea con le ventole al minimo oppure il calore è molto alto..
          Ciao!
          • Re: Re: Re: camino ventilato che fa polvere di daniele del 05/01/2009, 18:48
            ciao mi puoi scrivere a questo indirizzo
            daniele.deconti@email.it
            a spiegare l' impiantino che mi sono fatto è a dir poco straordinario, ma a spiegare scritto è un casino ci provo.
            le ventole sono al minimo spara bene e ho canalizzato 4 camere con le sue uscite, ma ho messo un termostato ambiente che mi stacca le ventole a temperatura richiesta. scalda molto bene, ma a voce ti spiegherei meglio il lavoro che ho fatto,
            se vuoi ti delucido il lavoro che ho fatto pochi lo fanno per paura di rovinare le ventole e deformare il camino.
            3404799816
            daniele
            cmq è un gran caminetto.
          • Re: Re: Re: camino ventilato che fa polvere di daniele del 05/01/2009, 22:51
            Come ti dicevo non tutti fanno il lavoro che ho fatto io per la paura di rovinare la ventola o deformare il caminetto, ma esiste il trucco.
            Io ho installato un cronotermostato sul ventilatore nel punto della casa più freddo a 22 gradi.
            Il caminetto lo tengo circa dai 70 ai 80 gradi, ma può capitare che le ventola è staccata e il calore del caminetto salga oltre i 90 gradi.
            Assieme alla centralina ti danno anche un sensore da installare nella canalizzazione, io mi sono cercato una sonda e un centralino di una caldaia a legna che si apre a 90 gradi così facendo mi fa partire il ventilatore, gira circa 1 minuto tempo di abbassare la temperatura e devi installare un relè che non ti fa tornare corrente alla centralina del ventilatore. Così facendo non rovini nulla.
            Poi aria del ventilatore sul esterno ho installato un deumidificatore di un climatizzatore delonghi, e al interno un semplice filtro delle cappe delle cucine.
            Ho canalizzato con le sue 4 bocchette per 4 camere la sala la scaldo molto bene solo con il camino.
            Ho installato un altro ventilatore che parte sempre con il ventilatore del camino che mi sfrutta il calore della cappa e scaldo molto bene il bagno e il corridoio.
            La ventola è tarata al minimo alla stessa velocità del automatico a 45 gradi la canalizzazione più lunga e di 5 metri e spara bene e nella camera ho 21 gradi e il camino se caricato bene tiene i suoi 70 80 gradi.
            Io la legna taglio lunga 60 70 cm quasi tutta grossa uguale come un pintone da vino ben stagionata da un anno al altro, carico ogni 3 ore 4 ore circa, e come peso per volta dai 3 ai 6 kg di legna a seconda della temperatura.
            Io ho canalizzato tutte le bocchette sotto solaio coinbentate bene e ho messo le bocchette a soffitto in mira alle finestre in modo che se passa aria fredda viene scaldata immediatamente regolate che sparano verso il basso circa a metà camera. Se hai camere più lontane fatti installare delle ventole nella canalizzazione e ti aiutano ad arrivare anche a distanza di 8 metri non con temperature elevate ma cmq calda. (Un mio cugino lo ha fatto). Io sono molto contento come meccanica e come tutto il resto del rivestimento.
            Daniele
            • Richiesta consiglio! di Gianni del 06/01/2009, 02:11
              Anche io sono gasato per queste intelligenti situazioni!
              E come te ho creato una situazione che mi permette di scaldare 120 mq solo con il camino. Canalizzo in 5 stanze e ho creato una serie di intercapedini che mi fanno passare l'aria fredda che è a terra nelle varie stanze nello scambiatore del camino, così dopo poche ore di accensione (tempo per scaldare i muri e per avere inerzia termica) e con una temperatura di partenza di 8-9 gradi raggiungo i 19-20 ad un metro di altezza.
              Con caldaia a condensazione termomodulante accesa, se parto con temperatura di 16 gradi in casa devo stare attento a non caricare troppo per non soffocare dal caldo, essendo i muri già caldi.
              Ho notato però che quando vado a parzializzare la valvola fumi, la tenuta dell'innesto col camino non è stagna.. sento un pò di puzza di fumo. Il mastice refrattario si è sbriciolato per le continue dilatazioni, e volevo sapere da qualcuno se è a conoscenza di mastici più elastici per alte temperature o se ci sono altri prodotti per sigillare l'innesto.. Grazie!
              • Re: Richiesta consiglio! di daniele del 06/01/2009, 21:53
                secondo me non è il fumo della canna, ma il fumo che esce del camino e che magari nelle giornate basse lo sbatte giù e ti rientra nelle presa aria esterna.
                prova a vedere in che condizioni di tempo lo fa.io per isolare la canna con il tubo acciaio ho usato la pasta rossa che usano i meccanici.
                e va da dio
                daniele
              • Re: Re: Richiesta consiglio! di mario del 17/01/2009, 21:28
      • camino seguin di emiliano del 09/01/2011, 18:31
        Ho in casa un camino a ventilazione naturale seguin, vorrei installare delle ventole e canalizzare per due stanze.
        qualcono sa dirni se è possibile?

        Grazie
      • Re: camino ventilato che fa polvere di maurizio del 15/03/2015, 14:19
        ciao ho installato caminetto palazzetti ecopalex 60 non avendo la farfalla sullo scarico quando apro per caricarlo esce un sacco di polvere come risolvere il problema ciao grazie
        • Re: Re: camino ventilato che fa polvere di Piero del 17/03/2015, 19:02
          Mi pare che il caminetto ecopalex abbia un deflettore fumi in ghisa sulla sommità della camera di combustione prima sello sbocco in canna fumaria che poggia su due perni laterali sul davanti e su una base in fondo. Con il tempo il deflettore fumi accumula cenere e fuliggine e andrebbe smontato con una particolare manovra manuale, abbassato e fatto pulito rimuovendo tutta la fuliggine e la cenere che si è depositata sopra con il tempo e che probabilmente è causa di polvere quando apri lo sportello per via di un ritorno d'aria dovuto allo scarso tiraggio della canna fumaria probabilmente sporca.
        • Re: Re: camino ventilato che fa polvere di roberto del 09/04/2015, 12:02
          chiama il tuo manutentore ....
          ti fara' pulire il tutto ciao
    • Re: Camino con ventilazione o senza???? di mario del 17/01/2009, 21:09
      Ciao ragazzi ho intenzione di mettere un termocamino ventilato in appartamento di 100mq altezza 3.1 mt,locale principale dove ho intenzione di istallarlo e' circa 50mq poi dovrei canelizzare 2 rami, uno dritto di circa 5 metri e 2 uscite ed un'altro canale ad L di cira 7 metri con 3 uscite.
      Sono indeciso su che modell acquistare per paura che non ce la faccia a scaldare adeguatamente.
      Premetto che sono indeciso tra il jollymec serie 80 o serie Elle ad angolo sx,pero' vorrei un cosiglio anche se possibile su orientamento verso altre marche come palazzetti,clam,famar...
      Poi non so' se sia migliore un focolare in acciao come il jolly oppure in ghisa come altri camini.
      Spero in un vostro aiuto perche' non vorrei spendere dei soldi per poi ritrovarmi con un camino che non riesce a portarmi la temperatura ad almeno 21-23 gradi.
      Ciao a tutti
      • Re: Re: Camino con ventilazione o senza???? di Gianni del 18/01/2009, 15:50
        Forse hai delle aspettative un pò alte...
        Vista l'altezza dei locali dovrai faticare per portare a 19 gradi tutta la casa quando fuori sarà freddo.
        Inoltre avrai bisogno di molta portata d'aria per effettuare i canali d'aria di cui necessiti.
        Ci sono dei sistemi chiamati Airchauff, che forse potrebbero fare al caso tuo. Inoltre per fare passare le canalizzazioni penserei anche a un controsoffitto isolante a 2.7 mt dove sopra nascondere le canalizzazioni. Oltre che utile otterrai un rilevante risparmio con una sensazione di caldo più immediata.
        A parte questo, io ho un jolly 80, ma in condizioni di freddo e senza riscaldamento in casa non riesco a scaldare a più di 17° 110 mtq H2.8mt. E a caricare troppa legna finisco per riempire di brace il piano fuoco e devo aspettare di smaltirla prima di poterne mettere altra. Per scaldare scalda, ma in condizioni limite (cioè come riportato dai deplian) non è proprio confortevole, aria esagerata e quintali di legna.
        E se esci di casa....
        Come supporto o come seconda fonte invece è perfetto. Tengo a 15 gradi la caldia per poi arrivare in un ora col camino a 21°, con ventilatore a media velocità senza tanti fastidi.
        Quello che mi piace del jolly è che ho il vetro sempre pulito per una settimana, e che svuoto il cassetto cenere mentre il camino funziona, potendo tenerlo acceso di continuo nei week.
        Ciao!
        • Re: Re: Re: Camino con ventilazione o senza???? di mario del 18/01/2009, 18:11
          Mi sono demoralizzato pero' devi dirti che e' 7 anni che sto' in questa casa e la temperatura piu bassa da me rilevata all'interno abitazione con tutto spento e' di 14-15° quindi forse con solo il camino ce la dovrei fare ?
          Avevo intenzione di prendere la versione ad angolo della jollymec ,sai se a parte le caratteristiche che scivono il modello ad angolo si equivale a quello dritto ? Ho il dubbio se prendere l'80 o quello ad angolo per il fatto che quello ad angolo ha 2 antine che si aprono e non come l'80 che ha il saliscendi.
          Sai se il clam o palazzetti funziona bene come il jollymec ?
          Ciao e grazie
          • Re: Re: Re: Re: Camino con ventilazione o senza???? di Gianni del 19/01/2009, 19:34
            Non devi demoralizzarti.
            Io scaldo partendo da 6-7 gradi a volte.. Solo che ci vuole pazienza e tempo, i muri freddi remano contro...
            Se la tua casa è ben isolata e non vai sotto i 14° dovresti riuscire a portarla a 21-22 senza problemi!
            Sicuramente il nuovo modello 80 è più prestazionale del modello ad angolo, e anche migliorato in alcuni aspetti, come la presa d'aria esterna, in più è già coibentato e quindi ti risparmi anche quel lavoro.
            Sui Palazzetti non ho molta fiducia, ne ho visti e sono rumorosi.. I clam sono ottimi, poi hano rinnovato la gamma.
            Forse ancora meglio sono i montegappa ma hanno potenze molto minori anche se più rendimento.
            Secondo me il jolly 80 scalda veramente forte, solo che dovrai prestare attenzione nel creare i canali per trasportare l'aria calda. Dovrai calcolare un diametro maggiore per avere le giuste portate e coibentare efficacemente tutti i condotti.
            Inoltre l'efficacia dell'umidificatore dei jolly-mec è fuori discussione.
            Mi piacerebbe farti vedere il mio. Se vuoi delle foto: Jimmysnuka@libero.it
            Ho le foto in fase di installazione.
            Ciao!
            • Re: Re: Re: Re: Re: Camino con ventilazione o senza???? di Luca del 21/01/2009, 00:15
              Ciao! Sono quello che ha iniziato questo topic circa 1 anno fa...
              A giugno 08 abbiamo installato un Clam favilla 3.84 con ventilatore da 700 m3h.Sono contento del risultato anche se ci ho messo un pò a prenderci la mano, avendo sempre vissuto in una casa con la stufa a legna la situazione è leggermente diversa..
              Riesco a scaldare la taverna di 40m2 e con una canalizzazione che'spara' in un vano scala adiacente alzo di circa 1-1.5 gradi la temp.nella zona giorno sovrastante di altri circa 45m2 altrimenti riscaldato a metano.Ora dovrei provvedere a tarare di un 10gr in meno la soglia di partenza del ventilatore..
              Brucio legna mista di robinia,rovere,carpino discretamente secca,però per avere i risultati descritti se ne vanno in media non meno di 4kg\ora...
              A volte vorrei avere a disposizione una regolazione della valvola fumi per mantenere + alta la fiamma e 'sollecitare' bene gli scambiatori consumando meno legna..qualcuno ha opinioni in merito?

              Il camino e il fuoco sono stupendi ma se guardo il portafogli....con un moderno impianto termico a gas a bassa temperatura si spende meno (piccola provocazione eheh)

              Ciao a tutti e viva il camino e la stufa!
    • Re: Camino con ventilazione o senza???? di Pietro Curti del 30/12/2011, 18:26
      Ciao, devo mettere un inserto fatto su misura nel camino del mio salone.
      Chi mi vuole vendere quello a convezione naturale afferma che in questi inserti la temperature della camera di combustione raggiunge delle temperature molto piu alte di quelle che si raggiungono con un'inserto ventilato, questa cosa, secondo lui migliorerebbe la qualita della combustione e il rendimento.
      Mi ha inoltre detto che gli inserti senza ventilatore,
      lui mi propone una marca tedesca, sono costruttivamente piu solidi per resistere alle temperature piu elevate.
      Cosa ne pensate?
      Grazie
      Pietro
      • Re: Re: Camino con ventilazione o senza???? di Giovanni Iemmi del 31/12/2011, 18:10
        un tempo era così, ora nella maggior parte dei casi, sono costruiti alla stessa maniera e la ventilazione è un "accessorio" per velocizzare l'uscita dell'aria calda che tutt'al più, velocizzando lo scambio termico, può far aumentare un poco i consumi, ma non cambia la potenza dell'apparecchio. Infatti molte case vendono lo stesso inserto con o senza ventilazione. Io di solito consiglio la ventilazione se c'è necessità di portare canalizzazioni, altrimenti la convezione naturale garantisce riscaldamento più omogeneo, consumi un poco inferiori (e quindi autonomia maggiore) e soprattutto niente rumore e meno polvere nell'aria. N.B.hai parlato di inserto "fatto su misura"... spero non sia così ma si tratti solo di un adattamento perchè altrimenti non sarebbe certificato
    • jolli mec. aerojoli esagono 89.4cm di lettis dimitrios del 06/04/2012, 20:01
      buonasera. prego cuoanto fare przzo ti caminetto aerojoli esagono 89.4cm con la iva. grazie
    • Re: Camino con ventilazione o senza???? di Giacomo del 06/06/2012, 09:50
      Salve, sono in procinto di sostituire anzi di eliminare il vecchio camino di casa con l'inserimento di un inserto a legna e di ricoprire il tutto con cartongesso.
      Ho fatto un giro dai rivenditori della mia zona per farmi una idea sia sui prezzi che caratteristiche ma alla fine non non ci riesco perché ognuno "tira l'acqua al suo mulino", anzi della stessa marca vengono delle cose diverse da rivenditori diversi.
      Vengo al nocciolo:
      1) vorrei sfruttare la vecchia canna fumaria (esterna alla casa per una altezza di 2 piani + tetto, quindi circa 7 metri)composta da elementi prefabbricati con misura interna 38x19 per poterci far passare il tubo per lo scarico dei fumi e per poter far passare un tubo inox da circa 10cm di diametro per sfruttare la ventilazione forzata fino alla stanza al piano superiore , il tutto per una lunghezza di 4 metri max.
      Premetto che non mi interessa molto l'estetica ma la resa poiché lo scorso inverno abbiamo sofferto molto in termini di calore (il vecchio camino é ad angolo ed ha una apertura di 100x100 e quindi é molto dispersivo oltre che a consumare una vagonata di legna).
      Quindi mi chiedo, secondo voi quale marca mi conviene scegliere tra le varie propostemi (clam, mcz, jolly mec, palazzetti, piazzetta, bertucci)?
      Io non ho visto nessuno di questi inserti in funzione ma sono rimasto colpito dalla resa del Jolly Mec Maxi D che con 24Kw rende piu' del doppio del palazzetti per non parlare degli altri (tutti sui 10 kw).
      Devo scaldare la stanza dove si trova il camino che é di 20m2 dove si trova l'ingresso e se possibile le due camere da letto sovrastanti questa stanza per un 35/40m2 circa.... per le altre parti della casa(25m2) posso anche fare senza perché la canalizzazione al piano superiore sarebbe troppo lunga (non so se il calore puo' correre da questa 2 stanze per altri 10 metri).
      Grazie per la pazienza.
      Sono graditi commenti.

      Giacomo
    • Re: Camino con ventilazione rumoroso di massimo del 01/10/2012, 09:03
      Salve solo un possessore di un palazzetti exagonalead aria, da un pò di tempo il ventilatore fa rumore anche se l'interuttore è spento devo quindi levare proprio la corrente per elimanre il rumore è normale?
      • Re: Re: Camino con ventilazione rumoroso di Luigi Biagini del 01/10/2012, 19:28
        Non credo sia molto normale. Intendi dire che il motore gira anche se spento o è più un rumore legato ad un altro componente (tipo condensatore)?

  • Oggetto: Quale camino scegliere di Mirco del 24/03/2015, 09:58
    Messaggio: Buon giorno a tutti

    Devo acquistare a breve un camino per la mia nuova casa.

    Ho girato un po' e la scelta si è ristretta a questi marchi:

    Fondis

    M. Design

    Stuv

    Austroflam

    Lo monterò al piano terra di un appartamento di 2 piani. Ho previsto la canna fumaria con mattoni refrattari da 40 x 40 dove farò passare la canna in acciaio. Forerò il muro perimetrale alla base per la presa d'aria esterna.
    Lo vorrei usare nelle mezze stagioni e in pieno inverno affiancato al riscaldamento a pavimento. Il mio problema principale sarà quello della durata visto che lo accenderei il mattino e tornerò a casa dopo 8/9 ore

    Alla luce di tutto ciò e considerati anche i prezzi (in ordine decrescente nella lista dei marchi), quale mi consigliate

    Grazie a tutti quelli che mi risponderanno
    • Re: Quale camino scegliere di Giovanni Iemmi del 24/03/2015, 11:03
      io ti direi assolutamente Fondis, ma solo se hai un rivenditore vicino a te (perchè ultimamente la loro rete di vendita in Italia è un po' ridotta)
    • Re: Quale camino scegliere di roberto del 09/04/2015, 11:55
      buongiorno, quello che cerchi si puo' realizzare ma per un preventivo con progetto ci vogliono piu' dati....contattami
      www.giocofuoco.it

  • Oggetto: Certificazione c. fumaria camino a legna di marco del 24/03/2015, 18:55
    Messaggio: Richiedo la consulenza di un operatore del settore per
    poter avere il rilascio della certificazione di una canna fumaria esistente, realizzata da un'impresa che è andata in fallimento e quindi non può più darmi il certificato di conformità richiesto dalla normativa.
    Vi è la possibilità di compiere verifiche e saggi sulla corretta messa in opera.
    Contattatemi per ogni chiarimento in merito, adeguato compenso. m-pinotto@virgilio.it
    Grazie