Home page
Pubblica annunci qui
Archivio articoli
Mappa sito
Cerca nel sito
Ricerca specializzata

Abbandono: un fuoco che si spegne

Le aziende
Link utili
Domande
Interviste

New Forum

Archivio messaggi
Regolamento Forum

Bibliografia

Mercatino New
Fiere e mostre
I restauratori

Chi siamo
Lettere



Scrivi allo Staff di fuocoelegna.it:
Indirizzo email


Staff fuoco e legna

Via Grazioli 10
I - 10076 Nole (To)


Scrivi al Webmaster
Informativa privacy

Aggiornata al
19 December 2006




Forum sul riscaldamento a legna
caminetti stufe e caldaie a legna e a pellets


Cerca nel forum:
or and

Pagina:
  • Oggetto: kit per motoriduttori ingranaggi di gabriele savino del 12/12/2008, 21:12
    Messaggio: Salve vorrei sapere dove trovare gli ingranaggi dei motoriduttori kenta per il carico pellet.

    grazie
    • Re: kit per motoriduttori ingranaggi di alessio del 22/10/2009, 11:44
      non so se hai risolto io li ho trovati per assistere diverse stufe a marchio tecnoflam e quelli che ho preso in più li vendo sul sito chiamato riscaldamento geniale.
      • kit per motoriduttori ingranaggi di 4dario4 del 04/01/2010, 11:07
        Ho un motoriduttore Kenta 8,5 rpm e mi si è sgranato un ingranaggio.
        Hai un kit d'ingranaggi x me?
        • Re: kit per motoriduttori ingranaggi di stefano del 02/01/2012, 19:31
          ciao a tutti , ho un motore della kenta k9117155 5rpm 230v 50hz 24w.
          Mi si è sgranato uno dei due ingranaggi in plastica e non sò dove trovarlo ,qualcuno che sa se ci sono kit di ingranaggi in sostituzione? magari in ferro o acciaio? grazie per l'aiuto

          Stefano
      • Re: Re: kit per motoriduttori ingranaggi di paolo chiarvesio del 04/03/2011, 16:03
        hai un kit ingranaggi kenta k9117155 5rpm..grazie
    • Re: kit per motoriduttori ingranaggi kenta k9117155 di paolo chiarvesio del 04/03/2011, 15:41
      dove posso trovare il kit ricambio ingranaggi per motoriduttore kenta k9117155 5rpm...grazie
    • Re: kit per motoriduttori ingranaggi di Riccardo del 02/12/2012, 17:34
      Ho un moto riduttore della kenta x una caldaia Ungaro ctu24 qualcuno saprebbe dirmi dove posso trovare l' ingranaggio acciaio teflon se forniscono il kit come ricambi?
      purtroppo sul motoridut. non ci sono sigle identificative solo i giri 4,5 rpm



  • Oggetto: Scegliere stufa a legna e canna fumaria di Francesco del 30/11/2012, 10:55
    Messaggio: Salve
    sono nuovo di qui e cerco consigli. Vorrei installare una piccola stufa a legna per casa mia. Vivo in campagna nel sud Italia, quindi durante l'inverno il freddo c'è ma non è cosi forte come può esserlo al nord.
    Avevo scelto un modello economico della Nordica: http://www.eprice.it/stufe-a-legna-LA%20NORDICA/d-4620588?metb=ATG_pcat
    ma non trovo recensione alcuna o parere che sia. La casa che dovrei riscaldare è di 130 mq su due livelli (90 sotto e 40 il soppalco), volevo fare in modo che la canna fumaria, passando nella camera da letto riscaldasse la stessa, quindi avevo pensato per la tubazione della canna a tubi in acciaio mentre per per la parte che va fuori dei tubi coibentati. Inoltre, non volendo bucare il tetto, che è di legno, sono costretto a far fare alla canna due gomiti (non necessariamente a 90°) per farla uscire dal muro della casa, mi chiedo se questo possa dare grossi problemi. La canna salirebbe dritta per circa 3.50 mt prima di dover svoltare. Inoltre, avendo un po' di esperienza a proposito, volevo fare un rivestimento in pietra della stufa (o meglio, un alloggio in pietra, il tutto decisamente rustico, dove allocare la stufa), questo comporta problemi alle capacità di riscaldamento della stufa?

    Più che il riscaldamento, che sono sicuro, almeno vedendo sulla carta le caratteristiche dalla stufa, sarà sufficiente, quello che mi preoccupa è la possibilità che ci siano perdite di fumo, ricordo con un certo orrore la stufa dei miei che perdeva in continuazione fumo...

    Attendo un parere e ringrazio in anticipo chiunque vorrà dedicarmi un po' del suo tempo.
    • Re: Scegliere stufa a legna e canna fumaria di Luigi Biagini del 30/11/2012, 18:26
      Non trovi niente perchè è fuori produzione.
      Allora...a fronte di 172 mc da scaldare (57 mq considerando un'altezza dei locali di 3 metri) tu ne dovresti scaldare 130x3=390. Un po piccolina direi...
      A parte questo, bisogna tenere conto del fatto che il "tubo della stufa) che passa in altri locali è da considerarsi camino per cui deve avere tutte le caratteristiche del caso. Vietato spostarsi con curve superiori a 45° (sempre nel camino) e lo scarico deve obbligatoriamente essere a tetto e oltre la zona di reflusso (con la nuova UNI 10683 cambiano le quote di sbocco). Se hai un tetto di legno devo presumere che anche il soppalco sia dello stesso materiale?
      Moltissima attenzione in questo caso!!!
      • Re: Re: Scegliere stufa a legna e canna fumaria di Francesco del 01/12/2012, 19:09
        Salve
        grazie per la sua risposta.
        Non pensavo fosse fuori produzione, la trovo infatti in svariati siti, oltre a quello che ho segnalato, ancora come disponibile.

        Mi scuso per la mancanza di precisione, il tubo della stufa, ovviamente intendevo la canna fumaria.

        Si, il soppalco è in legno, cosi come il parquet che si trova nella zona notte (sul soppalco). Avevo intenzione di far passare da li la canna fumaria, bucando quindi il legno del soppalco e del parquet e mettendo un qualche materiale isolante fra il legno e la canna fumaria, oppure, anche se esteticamente poco gradevole lasciare qualche centimetro di spazio fra la canna e il legno.

        Davvero pensa che la stufa sia piccola per i miei bisogni? Ho uno zio che abita in un paese montano, e possiede una stufa poco più piccola (ad occhio) di quella che ho postato. Non si muore dal caldo, ma l'ambiente è assolutamente confortevole e il consumo di legname sembra decisamente accettabile. In alternativa a questa, per la stessa cifra, più o meno, cosa posso trovare? Un rivestimento (un incasso per essere precisi), in pietra in cui alloggiare la stufa è sconsigliabile? Ammetto che l'aspetto di molte di queste stufe è poco appagante al mio occhio, sempre se non vado su modelli decisamente fuori dalla mia portata dal prezzo di 3000 e più euro.

        Ancora grazie per il suo tempo
        Saluti
        • Re: Re: Re: Scegliere stufa a legna e canna fumaria di Luigi Biagini del 02/12/2012, 11:52
          ...solo che non la trovi nel sito ufficiale...
          Qualche centimetro "in più" potrebbe non essere sufficiente. Qualche materiale isolante...riesci a fare un calcolo per stare in sicurezza? I tubi hanno una loro targa identificativa e se non la conosci, lascia stare!
          "La temperatura d’accensione del legno è di circa 250°C, tuttavia se il legno è a contatto con superfici calde per molto tempo possono avvenire fenomeni di carbonizzazione con possibilità di accensione spontanea a temperature anche molto minori (fonte VV FF)."
          Potresti trovarti la casa nella lunga lista dei 98000 incendi da fuliggine.
          La potenza della stufa non si effettua ad occhio ma c'è la relativa scheda tecnica. Dovresti capire la necessità dell'abitazione, della zona climatica, ecc...in funzione di questo, scheda alla mano...
          • Re: Re: Re: Re: Scegliere stufa a legna e canna fumaria di Francesco del 02/12/2012, 12:33
            Salve
            grazie di nuovo per il suo intervento. No, la trovo anche nel sito ufficiale della ditta, quindi immagino che lei si riferisca ad un altro modello:
            http://www.lanordica-extraflame.com/it/stufe-a-legna-serie-f-d-g/gemma_p9030

            Per il resto, grazie mille per il consiglio, di casa ne ho una e malgrado lo stato italiano faccia di tutto epr farmene pentire non vorrei (o potrei) proprio farne a meno. :)

            Dove trovo le schede tecniche di cui mi parla? C'è un sito dove consultarle?
            • Re: Re: Re: Re: Re: Scegliere stufa a legna e canna fumaria di Luigi Biagini del 02/12/2012, 15:33
              Opss...mi era sfuggita...
              Le scheda per stufa, per i tubi e tutti i materiali, sono a corredo dei prodotti. Solo che servirebbe conoscere pure le norme di installazione...in due parole bisognerebbe essere installatori abilitati DM 37/08.

  • Oggetto: lunghezza canna fumaria di marco del 30/11/2012, 09:19
    Messaggio: piccola domanda: su una canna fumaria dalla lunghezza di 4 metri 50 cm di canna fumaria in più o in meno in fluiscono sul tiraggio in modo sensibile oppure no? cioè se uno come ma ha solo dei piccoli problemi di tiraggio aggiungendo questi 50 cm il tutto potrebbe risolversi?...grazie
    • Re: lunghezza canna fumaria di Giovanni Iemmi del 30/11/2012, 11:19
      dipende quali sono le esigenze dell'apparecchio collegato, ma soprattutto se vengono aggiunti in cima e magari servono per uscire dalla zona di reflusso del tetto (cioè portare il comignolo alla giusta altezza fuori tetto) possono essere fondamentali

  • Oggetto: Installazione inserto o focolare a legna di Daniele del 28/11/2012, 20:20
    Messaggio: Salve, sto per installare un sistema di riscaldamento ad aria in casa, e vorrei sapere che differenza c'è tra inserto e focolare. Non avendo un camino pre-esistente è meglio un inserto o un focolare? Il risultato finale vorrei che fosse come una normale parete bianca. Grazie a tutti per le risposte.
    • Re: Installazione inserto o focolare a legna di Luigi Biagini del 29/11/2012, 21:17
      Che il focolare è il piano dove brucia la legna...
      Forse ti riferisci al monoblocco (termocamino) contro l'inserto. Beh, dal momento che non hai ancora niente, consiglierei il termocamino. Avresti la possibilità di farlo funzionare anche a bocca aperta e non rinunciare ad un bella bistecchina sulla griglia...

  • Oggetto: Catrame nei tubi della stufa di Valerio del 16/11/2006, 15:06
    Messaggio: Buon giorno innanzitutto,
    da poco + di 2 mesi ho istallato una stufa Efel in ghisa ma, facendola funzionare, ho notato un fastidioso problema che vi vorrei sottoporre.
    La stufa in oggetto ha lo scarico fumi posteriore ed è collegata alla canna fumaria del camino presente nello stesso salone (collegato ad un'altezza di circa 2.20m). Già in due occasioni ho dovuto ripulire il pezzo finale dei tubi (quello attaccato alla stufa) da un fastidioso catrame che limita il tiraggio della stufa e che intasa quasi completamente il tubo stesso.
    Considerate che la legna è comprata (non conosco la provenienza) e che si tratta di robinia e faggio (a mio parere non molto secca).
    Sapete indicarmi le possibili cause di tale intasamento? Vi faccio inoltre notare che il vetro si sporca molto (in teoria non dovrebbe).
    Vi ringrazio in anticipo.
    Valerio
    • Re: Catrame nei tubi della stufa di Fabio del 28/11/2012, 16:23
      DOpo aver cercato inutilmente risposte per oltre 30 minuti in Italiano mi sono stufato e rivolto all'inglese. Purtroppo continuo a constatare che quando cerco risposte in inglese ottengo buoni risultati nella prima pagina di google, sarà perchè è ottimizzato per l'inglese o perché gli anglosassoni perdono meno tempo a rispondere nei forum quando non sanno cosa dire?

      Fornisco alcuni link

      Una soluzione 'casalinga' suggerita da vari è di utilizzare alcuni cucchiai di sale da cucina sulle braci ardenti


      Link: http://www.backwoodshome.com/articles/frandsen36.html

      http://www.ehow.com/how_5953367_burn-out-creosote-stovepipe.html

      Qui suggeriscono di utilizzare il sale da cucina
      http://www.gardengrapevine.com/Creosote.html
      • Re: Re: Catrame nei tubi della stufa di Luigi Biagini del 28/11/2012, 16:34
        Io suggerisco di risolvere il problema alla base e credimi...non lo si fa con il sale ma con una corretta installazione!

  • Oggetto: ringraziare! di monica locatelli del 28/11/2012, 08:12
    Messaggio: Volevo ringraziare tantissimo x le risposte e x l' aiuto che mi avete dato al problema che vi avevo posto qualche giorno fa!!!!!GRAZIE, Monica
    • Re: ringraziare! di Luigi Biagini del 28/11/2012, 15:43
      Io l'ho fatta un po lunga e giustamente il collega Giovanni Iemmi mi ha corretto...l'importante è risolvere il problema...
      Ciao.

  • Oggetto: calorifero PAL Andrea Pensotti di Giovanni del 28/11/2012, 13:32
    Messaggio: Buongiorno a tutti,
    scrivo questa mail siccome ho trovato un vecchio calorifero PAL della Andrea Pensotti di legnato!
    e' interamente in ghisa e credo che fosse funzionante a legna oppure a carbone? E' un pezzo dei primissimi anni del 1900.
    Sto cercando di capirese se questo oggetto abbia un valore e se si, anche solo vagamente, quale possa essere?
    ringrazio anticipatamente. Giovanni

  • Oggetto: parametri stufa a pellet "Abacus" di arianna del 14/10/2011, 12:25
    Messaggio: Salve, ho una stufa a pellet mod. Abacus de "I Templari".Cerco i parametri per resettare la stufa e sapere se per caso anche a voi è capitato un allarme su display di "Fan fail"( che si attiva dopo 30 secondi dall'avvio) che non risulta fra quelli presenti nel manuale di istruzioni. Non riuusciamo a capire cosa non funzioni.... Grazie a tutti!!
    • Re: parametri stufa a pellet "Abacus" di stefano del 27/11/2012, 22:23
      ciao Arianna, ho anche io una abacus ( forse siamo in due) . Templari mi ha detto che in realtà è di produzione Flumenfire.
      Mi da un sacco di problemi, fa un sacco di acqua dal tubo di scarico fumi, producendo tanta condensa. La tua come va ? ciao

  • Oggetto: tecnico assistenza stufa ecoforest di mario del 19/10/2009, 12:06
    Messaggio: urgente!!! cerco disperatamente un tecnico assistenza per la mia stufa a pellet ecoforest
    abito in provincia di viterbo

    grazie
    • Re: tecnico assistenza stufa ecoforest di raffaele del 27/08/2011, 19:18
      mi occore una revisione alla mia stufa
    • Re: tecnico assistenza stufa ecoforest di guido la spina del 03/01/2012, 09:49
      cerco disperatamrnte un tecnico della mia stufa a pellets puo contattarmi al numero 3348269880 e urgente grazie
    • Re: tecnico assistenza stufa ecoforest di Diego del 13/02/2012, 11:29
      Salve, ho un problema con la mia caldai a pellet ecoforest. è un o di giorni che dopo l'accensione la temperatura arriva a gradi altissimi e si spegne, ho efettuato tutte le operazioni del caso, spurgo dei termosifoni, colpetti sulla pompa per farla andare in funzione, e per qualche giorno ha anche funzionato ma ora ha cominciato di nuovo... Io abito a Caserta, qui l'assistenza della ecoforest lascia molto a desiderare, ansi direi che è nulla... se riesce a darmi qualche dritta... sicuramente sarà una questione dell'acqua che non va in circolo nei termosifoni ma perchè accade ciò? la pressione è giusta...
      • Re: Re: tecnico assistenza stufa ecoforest di Pasquale Cibele del 27/11/2012, 21:53
        Buongiorno a Tutti.
        Sono Il Centro assistenza Ecoforest Autorizzato per le Provincie di SALERNO ed Avellino
        Per qualsiasi Problema lascio recapito telefonico
        ITS Service sas
        Cibele Pasquale
        089/865756 fax 089/9828909
        Cell 335/5262702
        Saluti

  • Oggetto: Multifire 45 combinato di Tiziano del 10/01/2006, 17:10
    Messaggio: Ciao a tutti.
    Ho ordinato nel mese di giugno un palazzetti MULTIFIRE 45 combinato, Mi è stato consegnato a Novembre... Adesso siamo a Gennaio e non funziona ancora. Sono molto deluso dall'assistenza che sto ricevendo dalla Palazzetti... è vergognoso, questo caminetto ha un problema di tiraggio, alla massima potenza e con un consumo di pallets elevato (3.6 kg/h) produce aria tiepida... quando funziona a legna invece scalda bene ma la fiamma è troppo viva e consuma molta legna. Con il prezzo che costa (4000 e più euro) mi aspetterei un assistenza più dignitosa.
    ...evidentemente la Palazzetti ha interesse solo a vendere...e non alla soddisfazione del cliente.
    Tengo a sottolineare che questa è la mia opinione in quando mi è capitata questa dissavventura.
    • Re: Multifire 45 combinato di ANTONIO del 10/01/2006, 20:30
      Anche io trovo i prezzi esagerati, mi sà tanto di immagine.
    • Re: Multifire 45 combinato di olaf del 10/01/2006, 21:26
      quindi tu mi sconsiglieresti l'acquisto del multifire 45?
      • Re: Re: Multifire 45 combinato di antonio del 11/01/2006, 20:13
        Sto girando un pò per capire anche io come funzionano un pò le cose e mi rendo conto delle notevoli discordanze sui marchi(e qui posso capire) e soprattutto sulla tecnica e i vari criteri di misura.
        Io cercando in rete ho trovato una miriade di marchi e prodotti che ne ignoravo l'esistenza e cercando ho trovato anche il forum.
        Nel mio settore(Hi-Fi Home e Car Audio) funziona uguale, i migliori prodotti sono sconosciuti alla massa.
    • Re: Multifire 45 combinato di Roberto del 27/01/2006, 10:55
      anch'io sto pensando di mettere in casa una multifire,
      mi hanno detto che e' provvista di allacciamento idrico all'impianto dei termosifoni e all'acqua sanitaria
      confermi?
      grazie
    • Re: Multifire 45 combinato di Enzo del 10/02/2006, 00:59
      concordo in parte sull'assistenza, ho dovuto aggiustarmi lo sportello che continuava a segnalarmi che era aperto e siliconarmi la canna fumaria perchè dicono che dalla fabrica esce smontata e va saldata al momento dell'installazione, in quanto al risparmio e tutta una presa in giro perchè non farlo funzionare a segatura che costa niente, ps. se qualcuno sa la password per accedere al menù protetto ne sarei grato di risparmiarmi la chiamata all'assistenza
      • Re: Re: Multifire 45 combinato di Luca del 05/02/2007, 15:57
        Carissimo Enzo gradirei sapere come hai risolto il problema della segnalazione porta aperta sul multifire visto che ho lo stesso tuo problema ad oggi non ancora risolto da parte dell'Assistenza Palazzetti. Grazie.
    • Re: Multifire 45 combinato di BEPPE del 11/02/2006, 22:24
      Sono intenzionato ad acquistare un multifire 45 aria,
      sono stato particolarmente attratto dalla possibilità
      di funzionare sia a pellet che a legna...credete che faccio un buon acquisto ?
    • Re: Multifire 45 combinato di Leo del 03/05/2006, 19:13
      Mi crolla un mito! La palazzetti che vende e scappa! Anch'io ero intenzionato all'acquisto del Multifire ma a quanto pare è meglio rinunciare!
    • Re: Multifire 45 combinato di Felice del 05/05/2006, 10:53
      Buongiorno,purtroppo molte case produttrici,hanno il mal vezzo di dare informazioni sballate con parametri non veritieri,dimenticano che l'assistenza corretta ed efficace,è il solo motivo che fà grande l'azienda stessa, arrivano ad affermare che le stufe a pellets possono funzionare anche senza una vera canna fumaria, ben sapendo che non è vero, ed è vietatissimo dalla legge,tenga presente che più sono grandi ed altosonanti,e più credono di malvezzare la clientela impunemente, io penso che questo è un comportamento altamente scorretto,e mi fermo qui ma, avrei molto altro da dire in merito,saluti,Felice.
    • Re: Multifire 45 combinato di GIAMPAOLO del 02/11/2006, 10:13
      Desidero avere informazioni sul buon funzionamento del caminetto ad aria.
    • Re: Multifire 45 combinato di Luca del 05/02/2007, 15:50
      Carissimo Tiziano
      anch'io ho acquistato nel mese di novembre un Multifire 45 ad aria ed al 05 di febbraio non ho ancora risolto gli stessi tuoi problemi: la stufa ha iniziato a segnalarmi avviso 102 ed errore 506 della porta aperta,in più la maniglia di chiusura si allentava non facendomi aderire la porta alla guarnizione; ho chiamato l'asssistenza a dicembre e solo a metà gennaio sono venuti a registrarmela alla modica cifra di 30 euro senza risolvere niente dato che dopo mezza giornata la maniglia era nuovamente come prima. Attualmente sto attendendo la sostituzione della maniglia ma ho paura che questo difetto sia proprio una caratteristica del prodotto.
      Ho notato anch'io che la resa a pellet non è eccellente e solo a legna ho un risultato apprezzabile.
    • Re: Multifire 45 combinato di ramona del 02/06/2007, 20:21
      ho intenzione di prendere un multifire ma leggendo le vostre e-mail mi sto ricredendo e preoccupando....aiuto datemi buoni consigli.grazie!
      • Re: Re: Multifire 45 combinato di fausto del 02/06/2007, 22:58
        Buonasera,vada a vedere il sito www.cryner.com e un'azienda che produce caminetti,e posso dirle che con loro mi sono trovato benissimo,e anche i miei amici che lo hanno acquistato.
    • Re: Multifire 45 combinato di Alessia del 08/11/2007, 17:57
      Interessantissimo forum, complimenti! Io ho acquistato il caminetto Multifire ad acqua ma il mio idraulico non sa la dimensione dei tubi...Qualcuno sarebbe così gentile da dirmi come è stato installato a casa vostra? Grazie 1000!
      • Re: Re: Multifire 45 combinato di marco del 09/11/2007, 14:49
        ciao Alessia, anche io ho appena istallato un Multifire idro 45. Il mio idraulico a dovuto apportare alcune modifiche ma adesso tutto funziona. Se vuoi ti mando le informazioni di come ho fatto l'istallazione , degli accorgimenti che ho dovuto usare e anche alcune foto digitale dei componenti e aggiuntivi e del loro montaggio da parte del mio idraulico. Te li posso inviare in modo riservato al tuo indirizzo email; se vuoi puoi chiedermi tutto al mio indirizzo email: markalise@inwind.it ; ciao marco
    • Re: Multifire 45 combinato di Tony del 21/01/2008, 17:44
      Salve,
      anche io possiedo un multifire idro 45. Ha un sacco di difetti intrinseci, di progettazione, che solo usandolo si notano. Li elenco:
      -l'aletta frontale avvitata alla base di ghisa può fare leva sul vetro quando si chiude lo sportello (a me è successo e si è frantumato); questo accade se la base si sposta inavvertitamente in avanti e succede perchè è asportabile;
      - l'aletta di cui sopra è troppo poco bassa e ciò rende inevitabile la fuoriuscita di brace incandescente e cenere quando si apre lo sportello;
      - il vetro si sporca subito e dopo un'ora di utilizzo quasi non si vede più la fiamma;
      - in modalità pellet, consuma 3,9 kg di pellet in un'ora, se si vuole garantire una temperatura di 60°C per un corretto funzionamento dei termosifoni; con tale fabbisogno, il serbatoio di appena 30 Kg dura solo 7 ore e ciò non garantisce una dignitosa autonomia;
      - sempre in modalità pellet, il "favoloso" braciere rotante non serve praticamente a nulla: la cenere si deposita abbondantemente intorno alla camera di combustione e davanti al vetro, con inevitabile fuoriuscita di cenere all'apertura, mentre il cassetto rimane praticamente vuoto;
      - in modalità legna, il braciere rotante non è attivo, di conseguenza il medesimo si riempie di cenere e ciò rende impossibile il passaggio da legna a pellet; infatti, il pellet non può prendere fuoco e si accumula sulla cenere nel braciere fino a risalire lo scivolo, così se si innesca la fiamma prende fuoco il serbatoio;
      - la funzione di pulizia non serve praticamente a niente: prevede una durata di 10 minuti a sportello chiuso, mentre sarebbe utile a sportello aperto durante la pulizia della camera di combustione, perchè si mette in movimento la cenere che fluttua allegramente nell'aria con grave danno per la salute e l'igiene;
      - dopo appena 4 mesi di utilizzo, si sta frantumando la griglia che, pezzo dopo pezzo, sta scomparendo.
      Posso fermarmi quì con i difetti?
      Grazie per l'attenzione. Tony
      • Re: Re: Multifire 45 combinato di Nicola del 17/02/2009, 17:12
        Scusate...
        Avevo preso anche io in considerazione il prodotto in oggetto ma poi ho preso altre "strade"...una sola considerazione: meglio sperare che il pellet non superi mai i 4 euro/sacco altrimenti dov'e' il risparmio?? 2 sacchi al giorno (30 kg) per 4 euro per 120 giorni (novembre-febbraio) sono 960 euro ...mettici costo caminetto... manutenzione...spazzacamino...qualche scheda che salta...ma non e' meglio il vecchio metano??
        Perdonate l'intromissione e siate clementi nelle risposte!!
        Saluti a tutti!!
      • Re: Re: Multifire 45 combinato di Luigi del 27/11/2012, 17:02
        Salve...ho il tuo stesso modello di stufa! non è che hai impostato il circuito anticondensa su temperature troppo alte e quindi non riesci atrasferire il calore in fretta sull'accumolo?
    • Re: Multifire 45 combinato di Fabio del 16/04/2008, 14:27
      @Luca: Anch'io stò avendo gli stessi problemi alla maniglia della mia multifire 45 ad aria.
      Segnala in contibuazione avviso 102 o errore 506, l'assistenza tecnica è venuta per ben quattro volte in due mesi e l'ultima volta hanno detto che mi avrebbero sostituito la maniglia.
      Ad oggi, dopo tre settimane dall'ultimo intervento, non ho ancota notizie in merito.

      @All:Per quello che riguarda il funzionamento a pellets e a legna, adesso che ci penso, o notato anch'io che a pellets l'aria è tiepida ed a legna il consumo è molto rapido.

      ciao
    • scelta termocamino di Fulvio del 09/02/2009, 08:08
      Salve a tutti; sto ristrutturando una casa semi-indipendente nelle vicinanze di savona, 2 piani di circa 110 mq. in totale, vorrei riscaldarla con un termocamino ad aria posizionato nel salotto (che risulta essere il posto più centrale di tutta la casa) alimentato a pellet con produzione di acqua calda sanitaria....ho girato un po' in rete e ho trovato solo il Jolly-mec Foghet ad aria con relativo boiler.
      A parte il fatto che mi sembra molto caro, volevo sapere se ci sono valide alternative a questo prodotto.
      Inoltre volevo sapere se il boiler da 90 l del Foghet è sufficiente per i bisogni di una famiglia di 3 persone.
      Grazie a tutti coloro che vorranno intervenire
      • Re: scelta termocamino di Gianni del 09/02/2009, 13:07
        Se stai ristrutturando casa il mio consiglio è di installare un pannello solare con boiler per acs. Per tre persone avrai bisogno di un accumulo di 150-200litri e circa 2-3mq di superficie di pannello. Ovvio che in inverno renderà meno, ma avrai un risparmio annuo di circa il 60%. Considera poi che la caldaia potrà rimanere spenta per molto tempo.
        Potrai così valutare camini più economici per riscaldare l'ambiente.
        Ciao.
      • Re: scelta termocamino di antonio del 10/03/2009, 16:10
        termocaminetti tatano o pasqualicchio con serbatoio di accumulo tipo tank in tank e serpentina solare incorporata due pannelli sul tetto e sei a posto per tutta la vita ciao x vedere qualcosa di simile www.intermek.it
        • scelta termocamino di Fulvio del 20/03/2009, 11:48
          Dopo vari ragionamenti fatti su preziosi consigli avuti da chi frequenta questo blog sarei indirizzato all'acquisto di un Jolly-mec Foghet legno-pellet ad aria.
          Oggi per caso ho letto che diversi utenti hanno problemi con questo camino nella fattispecie dovuti a ripetute rotture degli ingranaggi (in plastica...!!!) del motoriduttore; inoltre ho anche letto che il software che gestisce il funzionamento della centralina cronotermostato è molto carente e non permette alcune impostazioni e regolazioni....ma non sarebbe lecito pretendere una qualità superiore da un'azienda leader del settore?
          • Re: scelta termocamino di Sandro del 02/12/2009, 00:09
            Felice possessore di un Palazzetti Idro 45.
            Certo non si può pretendere che sia tutto rose e fiori, ma, dopo aver stidiato la situazione, con un po di inventiva,con l'aiuto del venditore e dell'idraulico, il mio camino stà egregiamente affrontando il secondo inverno scaldando da solo i 100 mq del piano inferiore della casa, e per convenzione (avendo lasciato aperto il vano scale che conduce al piano mansardato) anche il piano superiore di quasi eguale metratura.
            con un unico termostato ambiente imposto la temperatura e, a seconda che sia acceso o meno il camino, una valvola elettrica a 3 vie commuta automaticamente camino o caldaia a metano, l'impianto è completamente a vaso chiuso.
            Usando esclusivamente il camino, con una temperatura esterna variabile tra 5 e 10 gradi, per scaldare l'abitazione ad una temperatura variabile tra i 20 e 22 gradi dalle 19 alle 9 del mattino, e circa 18 gradi per il resto della giornata, sono necessari 25Kg di legna ed un sacco da 15 kg di pellet, quindi tradotto in € circa 7€ al di, che moltiplicati per 30, fanno 210€ al mese.
            Alla luce di tutto ciò, mi ritengo soddisfatto, chi avesse domande da pormi in merito non ha che da chiedere, e ben vengano i consigli per migliorare ulteriormente la situazione, sopratotto riguardanti l'eventuale modifica dei parametri di funzionamento.
    • Serbatoio supplementare pellets di Antonello del 02/08/2010, 12:30
      Buongiorno,
      Ho una caldaia Thermorossi Compact 32. Vorrei aumentare l'autonomia del serbatoio inserito nella caldaia sovrapponendo sopra un serbatoio supplementare poichè non ho lo spazio laterale per affiancare il sebatoio che offre la ditta. In altezza invece ho uno spazio di mt.1,20. Potrei farlo realizzare su misura ed il pellet in esso contenuto andrebbe ad aumentare l'autonomia della caldaia. E' possibile collegarlo per caduta togliendo il coperchio del serbatoio pellt della caldaia?. Cordiali saluti Antonello

<< Pagina precedente | Pagina successiva >>